realme GT 5G, la recensione @The Geekerz

realme GT 5G

449.00
9.4

Prestazioni

10.0/10

Materiali & costruzione

10.0/10

Display 120 Hz

9.0/10

Prezzo

9.0/10

Hardware

9.0/10

Pros

  • Prestazioni
  • Snapdragon 888
  • Display a 120 Hz
  • Prezzo
  • Software

Cons

  • No ricarica wireless
  • No protezione acqua
  • No lente teleobiettivo
  • Memoria non espandibile
  • La pellicola attira polvere

Mi sono preso tutto il tempo necessario e adesso sono pronto a presentarvi la recensione del top di gamma che mancava: realme GT 5G.

realme GT 5G, la confezione

Per l’occasione (e per la prima volta da quando recensisco i prodotti realme), la confezione del realme GT non è gialla ma di un bel nero aggressivo con le scritte color argento. È anche decisamente più grande del solito, anche se la dotazione all’interno non varia rispetto ad altri modelli. Troviamo, infatti, il cavo USB “C”, la cover in silicone trasparente, il gigantesco caricatore da ben 65 Watt, il pin per il carrello porta SIM e la solita manualistica.

Costruzione, Materiali, Design, Ergonomia

Bello, bellissimo il realme GT in questa speciale versione Racing Yellow, che richiama il mondo delle corse automobilistiche Gran Turismo. La cover in pelle vegana gialla (che sarebbe un delitto nascondere dietro la cover, seppur trasparente, in dotazione) è attraversata in senso longitudinale da una striscia in vetro lucido dal particolare design “spigato”, nella quale si inserisce perfettamente il modulo delle fotocamere. Non è particolarmente grande, anzi, è leggermente più piccolo della concorrenza e, in questa versione in pelle, 0,7 mm più spesso della corrispondente versione in vetro. Il grip è favoloso, ovviamente, e non c’è traccia di impronte se non sul già citato inserto in vetro. Una vera chicca il tasto di accensione con profilo giallo come la cover. Ottima la comodità di pulire il retro del realme GT con un semplice panno umido. Peccato per la pellicola di protezione dello schermo applicata in fabbrica, che attira un sacco di polvere.

Hardware & scheda tecnica

Come detto in fase di presentazione qualche settimana fa, il realme GT, pur non raggiungendo le vette di concorrenti ben più blasonati, è una vera e propria “bestia” che punta tutto sul processore Snapdragon 888 e su ben 8 GB LPDDR 5 di RAM e 128 GB di memoria UFS 3.1. Esiste anche una versione ancora più prestante in termini di memoria: 12/256 GB. Purtroppo, ed è una scelta decisamente strana, la memoria non è espandibile, neanche utilizzando una sola scheda SIM delle due supportate. A completare la dotazione troviamo il display AMOLED da 6,43 pollici FullHD+ con refresh-rate a 120 Hz, il doppio speaker stereo, il chip NFC ed il connettore jack audio da 3,5 mm. Velocissimo il sensore delle impronte digitali sotto lo schermo, un vero fulmine di guerra. Anche lo sblocco con il riconoscimento del volto è rapidissimo, qualche volta persino troppo. Lo schermo AMOLED permette l’utilizzo dell’Always-on-Display, nella sua forma più completa (anche programmabile per risparmiare batteria). Peccato manchino la ricarica wireless e la protezione IP68, ma al prezzo cui il realme GT è venduto, sarebbe stato pretendere un po’ troppo.

  • Display: Super AMOLED, 6,43 pollici, FullHD+, refresh-rate a 120 Hz
  • Processore: Snapdragon 888
  • Scheda Grafica: Adreno 660
  • RAM: 8 (versione in prova)/12 GB
  • Memoria: 128 (versione in prova)/256 GB UFS 3.1 espandibile con MicroSD
  • Sistema operativo: Android 11, realme Ui 2.0
  • Fotocamere posteriori: principale Sony da 64 Mpx, f/1.8, ultra grandangolare da 8 Mpx, f/2.3, macro da 2 Mpx, f/2.4
  • Fotocamera anteriore: 16 Mpx, f/2.5
  • Connettività: USB “C” 2.0, Jack audio 3,5 mm, Bluetooth 5.2, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/6, dual-band, GPS, NFC, 5G, doppia SIM
  • Extra: doppio altoparlante stereo
  • Sicurezza: sensore impronte sotto al display, sblocco con riconoscimento 2D del volto.
  • Batteria: 4500 mAh, ricarica rapida a 65 Watt
  • Dimensioni: 158.5 x 73.3 x 8.4 mm
  • Peso: 186 gr
  • Colori: Giallo (cover in ecopelle), blu e argento con cover in vetro

Software

Proprio mentre scrivo questa recensione, il realme GT sta scaricando un nuovo aggiornamento che, secondo il changelog (per fortuna in italiano questa volta, dopo il primo di qualche giorno fa totalmente in cinese) installerà le patch di sicurezza Android di Giugno 2021 e migliorerà la stabilità di sistema con la correzione di alcuni bug noti.

Il SW del realme GT è la versione 2.0 della conosciuta realme U.I., che permette livelli di personalizzazione decisamente elevati. Si va dall’apertura rapida di alcune app nascoste attraverso il sensore delle impronte digitali, alla barra laterale con le scorciatoie alle funzioni più utilizzate, alla possibilità di attivare la “capsula per dormire” che inibisce il funzionamento di alcune applicazioni durante il sonno, per evitare risvegli e distrazioni. Un sistema in generale molto fluido e senza la minima traccia di lag; evidentemente lo Snapdragon 888 svolge molto bene il suo “sporco” lavoro.

Comparto fotografico

Prova completa del comparto fotografico disponibile QUI.

Prestazioni, autonomia e multimedialità

Un top di gamma senza essere un dispositivo Premium. Ecco come si potrebbero sintetizzare il realme GT e le sue prestazioni. Nulla lo mette in difficoltà, neanche il gaming più sfrenato, per il quale, al limite, dopo qualche ora di utilizzo, scalda un pochino più del previsto. Asphalt 9 scorre via che è uno spettacolo per gli occhi e per le orecchie, visto l’ottimo audio. Il display AMOLED con refresh-rate a 120 Hz permette lo scorrimento fluidissimo delle varie pagine ma, soprattutto, si lascia ammirare nella riproduzione di video ad alta risoluzione, quando restituisce colori splendidi e naturalmente saturi e contrastati. Peccato solo per le classiche difficoltà di visualizzazione sotto la luce del sole ma, ad oggi, non ho mai trovato nessuno smartphone capace di essere perfettamente leggibile in quelle condizioni. Come detto, anche l’audio, grazie ai due altoparlanti, offre una resa di tutto rispetto anche se con volume non particolarmente alto. La batteria, dopo i primi giorni di assestamento, adesso ha raggiunto un’ottima stabilità e permette di arrivare a sera senza particolari preoccupazioni. Anzi, se non lo sfruttate al massimo delle sue possibilità e lo spegnete di notte, il realme Gt riesce ad arrivare fino alla metà della giornata seguente. Spettacolare la ricarica SuperDart a 65 Watt (anche per l’animazione sul display), che permette la ricarica completa in meno di 35 minuti. Speriamo che, a lungo andare, la batteria non debba risentirne.

Connettività e comparto telefonico

Completo anche sotto questo aspetto il mio realme GT, non manca proprio nulla. Wi-Fi 6, Bluetooth 5.2, USB “C” 2.0, Jack audio da 3,5 mm, 5G su entrambe le SIM. La qualità telefonica è perfetta, così come la navigazione che, nelle zone coperte, si avvale della velocità del 5G.

realme GT, considerazioni finali

Alla fine di questa recensione, non posso che confermare il giudizio espresso al momento della presentazione. Il realme GT è davvero il top di gamma che mancava e, pur (come ampiamente affermato) non ponendosi in diretta concorrenza con i migliori dispositivi Premium, crea una nicchia particolare all’interno della fascia mid-level del mercato. Gli mancano alcune features importanti, prima fra tutte la ricarica wireless ma, obiettivamente, per il prezzo cui sono venduti i vari modelli, non mi sembra una grossa carenza. Al momento, la versione in prova del realme GT (8/128 GB) costa 449€, mentre quella 12/256 GB, disponibile solo in questa versione con cover in pelle vegetale, esattamente 100€ in più. Se siete alla ricerca del top di gamma che vi mancava, adesso non avete più scuse: a questi prezzi non c’è nulla di meglio.

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: