realme 9 5G, test foto&video @TheGeekerz

Dopo il realme 9 4G, anche per il “fratellino” realme 9 5G è arrivato il momento della prove delle fotocamere qui @TheGeekerz.

realme 9 5G, comparto fotografico con qualche problema

Il realme 9 5G, come ampiamente documentato nella mia anteprima, sfoggia un comparto fotografico completametne differente dal fratellino 4G. Troviamo, infatti, un sensore principale da 50 Mpx, Ultra HD, f/1.8 (wide); uno bokeh in bianco e nero da 2 Mpx, ed un macro 2 Mpx, f/2.4. La fotocamera anteriore è la stessa dell’altro modello, 16 Mpx, f/2.1, 26mm (wide). Per questo modello non sono stati comunicati i dettagli sulla tipologia del sensore nè sull’azienda produttrice. Ma, per noi, la cosa più importante è sapere come il realme 9 5G scatta le foto e come registra i video. Partiamo dalle foto e, prima ancora di analizzare i dettagli delle immagini, lasciatemi spendere qualche parola sull’applicazione “fotocamera”. Non ci sono differenze rispetto a quella di altri modelli ma, purtroppo, in questo caso i tempi di azione sono stranamente lenti. L’apertura dell’applicazione è fluida anche se non particolarmente veloce, dipendendo come tutte le altre, da una certa lentezza generale di tutto il sistema.

Anche le risposte ai comandi di scatto non sono fulminee e non è raro che fra la pressione del pulsante virtuale e l’acquisizione dell’immagine possano passare anche un paio di secondi. Devo dire che era un po’ che non mi si presentavano situazioni del genere. Persino il realme C35, posizionato decisamente più in basso nel catalogo realme, risponde ai comandi più velocemente. Passando agli scatti, prima di vedere come si è comportato il realme 9 5G, vi confesso una cosa: non sono assolutamente riuscito a capire come funziona il sensore bokeh in bianco e nero da 2 Mpx. O sono ciuccio io oppure c’è qualcosa che non quadra nei comandi della fotocamera. Mentre non ci sono stati problemi con gli scatti bokeh veri e propri (che potete ammirare qui sotto), non sono mai riuscito ad ottenere quelli in bianco e nero. Mah…

Anche se con qualche difficoltà quando lo sfondo è uniforme, come nel caso dell’ultima foto, lo scontornamento è sempre di ottima fattura ed il soggetto in primo piano risalta proprio come deve essere in caso di modalità ritratto. La stessa cosa, ovviamente (herpes compreso, purtroppo), capita anche con i selfie che, per confronto, ho affiancato a quelli in modalità foto normale. Permane qualche problema quando lo sfondo è in campo aperto ed uniforme. Probabilmente dipende dal bilanciamento del bianco che trova difficoltà a settarsi automaticamente.

Come altri modelli della stessa fascia di prezzo, anche il realme 9 5G ha bisogno di tanta buona luce per restituire foto di qualità. Non appena la qualità della luce cala, anche gli scatti ne risentono; non solo, in certe foto si notano anche problemi di uniformità, con il centro dell’immagine quasi perfetto ed i bordi tendenti al mosso. Il realme 9 5G non ha nessun sistema di stabilizzazione ed il rischio, se non si è completamente fermi, è di ottenere scatti con rumore. Ecco alcuni esempi.

Nelle due foto che ritraggono gli “attrezzi” da padel, si può notare cosa si intende per quantità e qualità della luce necessaria a far si che uno scatto sia perfetto. Il giallo delle palline risulta sovraesposto ed anche il bianco della borraccia, casualmente finita vicina alla riga del campo, si perde un po’. Con la modalità notte, il realme 9 5G, a patto di stare attenti a non muoversi (meglio utilizzare un treppiede nel caso), permette di ottenere buone foto, pur se non esenti da rumore digitale.

Per quanto riguarda i video, il realme 9 5G registra alla massima risoluzione FullHD @30fps. Devo ammettere che è strano, nel 2022, non avere almeno il 4K anche su questa tipologia di smartphone, ma il ragionamento di realme deve essere stato “meglio essere certi del risultato anche a costo di rinunciare a qualcosa”. C’è la modalità di registrazione simultanea con frontale e principale e per quanto riguarda il risultato dei video siamo nella normalità più assoluta. Anche in questo caso, visto la mancanza della stabilizzazione, accertatevi di possedere il polso e la mano molto fermi, pena tremolii antipatici.

Alla fine di questa prova, posso senz’altro dire che il comparto fotografico del realme 9 5G, pur con qualche difficoltà di troppo, almeno a confronto con i principali concorrenti, ottiene risultati sufficienti. Per passare al buono bisogna trovarsi in condizoni di luce ottimali, con giornate bel illuminate, ed avere la mano molto ferma, pena il “mosso” sempre in agguato. Considerando che il ralme 9 5G sarà il modello preferito da tutti coloro che necessitano, prima di tutto, della velocità di connessione, direi che ci si può accontentare.

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: