Galaxy S9

Galaxy S9, una fotocamera da professionisti

Ormai è tempo di informazioni “quasi” definitive per il Samsung Galaxy S9, prossimo flagship della casa coreana che, anche se non ci sono conferme, potremmo vedere al prossimo MWC di Barcellona.

Galaxy S9

Galaxy S9, la fotocamera diventa protagonista

Dopo le anticipazioni delle scorse settimane, che hanno accompagnato quasi per mano, il Galaxy S9 è praticamente definitivo per design è caratteristiche. Dopo averne parlato QUI, QUI, QUI e QUI, quello che sappiamo oggi è che il design dello smartphone non si discosterà da quello degli attuali Galaxy S8/S8+. Data la presenza in alto dei vari sensori e della fotocamera, Samsung avrebbe ridotto del 20% quella inferiore, a tutto vantaggio dello schermo. Le dimensioni non variano: 5,8 pollici per Galaxy S9 (che si riducono appena per gli angoli arrotondati) e 6,2 per Galaxy S9+. Ovviamente il display sarà un SuperAMOLED QHD+, imbattibile quanto a luminosità e resa dei colori. Il processore, almeno per i paesi europei, sarà il nuovo Exynos 9810 mentre per gli Stati Uniti sarà il nuovo Snapdragon 845. Anche Samsung, come è noto, abbraccerà la novità dell’Intelligenza Artificiale, messa a disposizione della fotocamera e di alcune operazioni che faciliteranno la gestione quotidiana dello smartphone. Il resto della scheda tecnica non presenta novità eclatanti: 4/6Gb di RAM (la quantità maggiore sarà appannaggio del Galaxy S9+), 64/128GB di memoria espandibile e difficilmente vedremo la seconda versione in Italia. Così come, quasi certamente, non vedremo (almeno ufficialmente) la versione Dual-Sim. Anche le capacità delle batterie non dovrebbero subire grossi cambiamenti. Ma ciò che ha fatto aumentare l’hype di tutti gli appassionati, è una foto della presunta confezione di vendita del Galaxy S9 che riporta le caratteristiche tecniche principali.

Galaxy S9

Mentre non cambia la fotocamera anteriore, sempre da 8 Mpx, quella posteriore (saranno due sul Galaxy S9+) godrà di una feature esclusiva: l’apertura del diaframma variabile fra f/1,5 e 2,4. Anche in questo caso non si tratterebbe di una novità, visto che tale soluzione è presente sul flip-phone SM-G9298, dispositivo high-end destinato ai mercati cinese e del sud-est asiatico.

Galaxy S9

Non dovrebbe mancare la stabilizzazione ottica OIS e, come la concorrente Sony ed i suoi Xperia, un super slow-motion a 1000 fps. Non resta che pazientare ancora qualche settimana e vedrete, come ormai consuetudine che tutti apriremo gli articoli di presentazione del nuovo Galaxy S9 (S9+) allo stesso modo: “tutto confermato“.

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. devo aggiungere altro?

Ti potrebbe interessare anche...