Finalmente Android 13 sul mio Nothing Phone (1)

A distanza di un mese dal rilascio della prima Beta, anche sul mio Nothing Phone (1) è arrivato, finalmente, Android 13.

Nothing Phone (1), tutte le novità di Android 13

Immediatamente dopo l’articolo che potete leggere cliccando sul link in apertura, mi sono iscritto al programma ufficiale di Nothing per il rilascio delle prime versioni beta di Android 13 per Nothing Phone (1). Ricorderete, senza dubbio, le polemiche apparse sui media, relative al ritardo con il quale l’azienda di Carl Pei stesse procedendo al rilascio dell’aggiornamento all’ultima versione dell’OS di Mountain View. Più volte lo stesso Pei è intervenuto in merito, dichiarando che “Mentre lavoriamo h24, non affrettiamo il rilascio degli aggiornamenti a scapito dell’esperienza utente. Questo vale anche per Nothing OS basato su Android 13, per cui puntiamo a rilasciare una versione beta entro la fine dell’anno, con una versione stabile a inizio 2023“. In seguito all’avvio del programma beta, c’è stato il rilascio della prima versione di NothingOS 1.5.0 poco prima dello scorso Natale.

Con un po’ di disappunto, non sono stato incluso fra coloro i quali hanno ricevuto la prima versione e sono stato avvisato con una mail, nella quale mi si spiegava che, a causa dell’alto numero di richieste, sarei stato incluso nel secondo gruppo. Qualche giorno fa, con una nuova mail, Nothing mi chiedeva se fossi ancora disposto ad accettare i “rischi” dell’aggiornamento e per questo mi invitava alla compilazione di un ulteriore form, in aggiunta a quelli che avevo già inviato.

Ieri ho ricevuto una prima notifica, per un update di poche decine di MB e, una volta completata l’installazione, un altro avviso rendeva noto che l’aggiornamento a NothingOS 1.5.1 era pronto per il download (2,75 GB circa). Come già per le vecchie versioni, la procedura non è stata velocissima ed è durata in tutto quasi venti minuti, al termine dei quali tutte le novità di Android 13 erano belle e pronte sul mio Nothing Phone (1). Il changelog lo potete facilmente leggere nelle foto in alto, non credo sia difficile da tradurre e conferma le novità di cui si era parlato nelle scorse settimane.

La famosa interfaccia “Glyph” si arricchisce di nuove suonerie e nuovi suoni di notifica, arricchendo notevolmente il precedente (scarso) pacchetto. Nothing ha puntato molto sulle opzioni di personalizzazione, arricchendo questa versione di NothingOS di nuovi, e a mio parere molto belli, sfondi per il display. Alcuni di questi, come potete vedere, richiamano lo stile dei Nothing Ear (stick).

Ulteriore novità in termini di personalizzazione, e che arriva addirittura prima che sui Pixel di Google, è l’attribuzione alle scorciatoie sulla “lockscreen” di nuove funzioni. Non sono tantissime, per carità, ma permettono di avere sottomano le funzioni più importanti per l’utente senza dover sbloccare il telefono per accedervi. Ovviamente le scelte sono le stesse, sia per il pulsante destro che per quello sinistro.

Oltre alla solita e migliorata stabilità di sistema e delle patch di sicurezza aggiornate a Gennaio 2023 (come sul mio Galaxy S22 Ultra), un cenno va fatto alla nuova interfaccia del pannello toggles che, qualora si utilizzino due SIM, prevede un tasto per switchare velocemente fra una e l’altra per scegliere quale utilizzare per la connessione dati. Resto del parere che non siano il massimo in quanto a design ma, senza ombra di dubbio, sono molto comodi.

Per concludere, l’applicazione proprietaria Nothing X per la gestione dei dispositivi connessi è integrata nel sistema operativo, sono migliorate le animazioni all’accensione/spegnimento del display, è stata migliorata la gestione della fotocamera e sono tornati i pop-up interattivi che non c’erano nella prima versione di NothingOS 1.5.0. Le prime impressioni sono molto positive. Dopo un paio d’ore di “assestamento”, il mio Nothing Phone (1) gira che è un piacere: nessun lag e, almeno per ora, nessun problema evidente (non dimentichiamo che si tratta pur sempre di una versione beta). Nei prossimi giorni vedremo se salterà fuori qualcosa di particolare.

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: