Nothing Ear (stick) in prova @TheGeekerz

Presentati due settimane fa ed in vendita in Italia dallo scorso 4 Novembre, i nuovi Nothing Ear (stick) sono in prova qui @TheGeekerz.

Nothing ear (stick), il suona incontra lo stile

Fin dalla prima apparizione alla Fashion Week di Londra, i Nothing Ear (stick) hanno subito scatenato la curiosità del pubblico per il loro design della custodia, praticamente inedito. Il team di ingegneri dell’azienda di Carl Pei, come già successe per i Nothing ear (1), hanno saputo creare qualcosa che, molto semplicemente, non esisteva. Impossibile non pensare al mondo della cosmesi dopo aver dato la prima occhiata alla custodia di questi auricolari. “La custodia si ispira alla silhouette dei rossetti e ha un sistema di apertura particolare ma allo stesso tempo funzionale” afferma Carl Pei, CEO e Co-fondatore di Nothing.   

Resta da vedere se con l’utilizzo giornaliero, la plastica della custodia resisterà ad urti e graffi, soprattutto quando saranno “gettati” dentro le borse delle donne o dopo centinaia di passaggi nelle tasche dei pantaloni. A questo proposito, forse sarebbe meglio evitare di tenerli nella tasca davanti dei jeans, soprattutto per noi ometti: non tutti sono esperti di tecnologia come noi e chissà quali pensieri potrebbe suscitare quella strana silhouette. Ovviamente scherzo, ci mancherebbe, ma… Non si sa mai! I Nothing Ear (stick) si differenziano dai “fratelli” ear (1) perchè, come gli AirPods Pro 2 che ha provato qualche giorno fa il nostro mitico @Bruno, non hanno i classici gommini, tipici degli auricolari in-ear. Si definiscono, infatti, con il pragmatismo tipico della lingua inglese, half in-ear; per chiudere con le differenze con i Nothing ear (1), i Nothing Ear (stick) non hanno il sistema elettronico di cancellazione del rumore ANC e, di conseguenza, manca anche la modalità “trasparenza”. Inoltre il case non si ricarica wireless. Nei prossimi giorni, quando li sottoporrò alla prova pratica, saprò dirvi anche quanto l’assenza dei gommini influenzi l’indossabilità degli auricolari, visto che non abbiamo la possibilità di cambiarli per adattarli al meglio alle nostre orecchie.

Una volta aperta la confezione (si scarta da entrambe le estremità, come vedrete nel video) che, come tutti i prodotti Nothing, diventa poi inutilizzabile, all’interno troviamo anche il cavo di alimentazione intrecciato e rivestito da una guaina in plastica e la stringata manualistica d’uso e garanzia.

Ogni auricolare pesa solo 4,4 grammi e questo dovrebbe garantire le nostre orecchie da eventuali fastidi quando utilizzati per lungo tempo. Passando alle caratteristiche tecniche dei Nothing Ear (stick), la prima cosa che salta all’occhio (anzi, all’orecchio) è la presenza di un driver di grandi dimensioni, pari a 12,6 mm, grande abbastanza da ricevere i bassi profondi, alti nitidi e ogni dettaglio sonoro ma, comunque, delle dimensioni giuste per risultare confortevole. Inoltre, utilizzando il miglior tipo di magneti sul mercato e avendo potenziato il diaframma, la qualità del suono rimane stabile anche alle massime e minime frequenze garantendo una sound experience il più vicina possibile alla realtà. Come già visto sui Tribit FlyBuds C1 Pro, anche sui Nothing Ear (stick) un software intelligente, il Bass lock Technology, misura la forma del canale uditivo dell’utente e la posizione dell’auricolare per determinare quanti bassi si perdono durante l’utilizzo. La curva dell’equalizzatore si sintonizza automaticamente al livello ottimale, garantendo sempre la migliore profondità di suono. Se collegati al Nothing phone (1), non c’è più bisogno di scaricare l’applicazione di Nothing. Gli auricolari appaiono fra i dispositivi collegati via Bluetooth e sarà possibile procedere alla gestione del loro utilizzo regolando l’equalizzazione, i comandi e quant’altro necessario. Se, invece, fossero collegati ad altro dispositivo Android o iOS, sarà necessario scaricare la nuova applicazione Nothing X.

Sui Nothing Ear (stick) non ci sono comandi touch, i controlli manuali si trovano su ogni auricolare e funzionano anche con le dita bagnate. Gli utenti possono premere sul gambo dell’auricolare per attivare play, mettere in pausa, saltare le canzoni, attivare l’assistente vocale e cambiare il volume. Il tutto secondo le impostazioni settate in fase di configurazione.

Oltre a far ascoltare la musica con la massima qualità possibile, un paio di auricolari deve permettere, ovviamente, di controllare le telefonate senza problemi legati al rumore ambientale. Con la tecnologia Clear Voice, tre microfoni ad alta definizione lavorano insieme ad un algoritmo aggiornato per filtrare i rumori di sottofondo, amplificando la voce per chiamate a prova di vento e vociare di folle. Gli Ear (stick) sono dotati di una nuova antenna, che si trova più lontano rispetto al viso per minimizzare le interruzioni di segnale. Quando si utilizza un’app di gioco sul Nothing Phone (1), si passa automaticamente alla modalità low lag per avere un suono più nitido e in sync con la grafica.

Gli auricolari Nothing Ear (stick) durano tutto il giorno, alimentati da una custodia ergonomica studiata per entrare in tasca. Hanno una durata di batteria fino a 7 ore di ascolto e fino a 3 ore se si telefona attraverso gli auricolari. La custodia garantisce 22 ulteriori ore di capacità, per poter ricaricare velocemente ovunque senza la necessità di una presa di corrente. Bastano 10 minuti di ricarica per 2 ore extra di ascolto.

I Nothing Ear (stick) sono in vendita sul sito nothing.tech e su Amazon.it al prezzo di 119€. Ma c’è una bella sorpresa; Nothing vuole inoltre ringraziare i suoi sostenitori per aver supportato l’azienda fin dall’inizio: chi ha creduto nella mission di Nothing acquistando un prodotto e la nostra community Black Dot Holders, che hanno dimostrato il loro impegno nei confronti di Nothing e il suo percorso. A tutti coloro che hanno acquistato un Phone (1) e un paio di Ear (1), Nothing offrirà un codice sconto del 10% sull’acquisto degli Ear (stick), oltre ad un codice sconto per ogni membro della Black Dot. Per usufruire del codice sconto è necessario il numero IMEI del Phone (1) oppure il numero di serie degli Ear (1). È possibile trovare tutte le informazioni qui. Una volta ricevuto il codice sconto è possibile riscattarlo per gli Ear (stick) al momento del checkout. Un codice sconto è valido solo per un device Nothing ed è valido solamente sul sito nothing.tech, e non presso i rivenditori autorizzati.

Dopo i soliti giorni di utilizzo, necessari a “sciogliere” la componentistica interna, vi dirò come vanno questi bellissimi Nothing Ear (stick).

Stay Tuned!

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: