Xiaomi Redmi S2

Xiaomi Redmi S2, il primo Xiaomi in prova a The Geekerz

E’ con vero piacere che mi accingo a provare il primo dispositivo Xiaomi in assoluto da quando sono diventato l’Amministratore unico di The Geekerz, nello specifico si tratta dello Xiaomi Redmi S2.

Xiaomi Redmi S2

Xiaomi Redmi S2, l’interpretazione cinese dell’entry-level

Lo Xiaomi Redmi S2 è il primo dispositivo della serie Redmi S e si pone alla base di quella che, nelle intenzioni del brand cinese, dovrà essere la serie preferita dal pubblico più giovane, soprattutto amante dei selfie. Vediamo subito la sua scheda tecnica:

  • Display: LCD IPS da 5,99 pollici, 18:9 HD+ (1440×720 pixels), 269ppi
  • Processore: Snapdragon 625
  • GPU: Adreno 506
  • RAM: 3 GB
  • Memoria: 32 GB, espandibile fino a 256 GB
  • Fotocamera posteriore: 12+5 Mpx, apertura focale f/2.2+2, autofocus e flash led
  • Fotocamera frontale: 16 Mpx con flash led
  • Connettività: Wi-Fi monobanda 802.1 b/g/n, Bluetooth 4.2, MicroUSB 2.0, sensore infrarosso, GPS,
  • Supporto: dual-sim (due SIM+MicroSD, 4G LTE (DL 300 Mbps, UL 50 Mbps)
  • Sicurezza: sensore impronte digitali
  • Batteria: 3080 mAh
  • Notifiche: Led
  • Sistema operativo: Android 8.1, interfaccia MIUI v9.5
  • Dimensioni: 160.7 x 77.3 x 8.1 mm
  • Peso: 170 grammi

Come si vede una dotazione, tutto sommato, completa, anche considerando la fascia di mercato in cui si pone.

Xiaomi Redmi S2

Il design non offre nessuno spunto particolare e risulta decisamente anonimo. L’unico guizzo di fantasia è legato al disegno in contrasto, molto elaborato, delle bande delle antenne. La scocca è completamente in plastica, anche se trattata in modo da sembrare alluminio. Appare migliore l’aspetto del frontale, con bordi del display 2,5D che facilitano la presa di un dispositivo che non è affatto piccolo. Dalle prime impressioni, il sensore per le impronte digitali, in posizione molto classica, risulta essere molto veloce e preciso.

Xiaomi Redmi S2

Il comparto foografico è ormai un classico di questo tipo di dispositivi. Anche lo Xiaomi redmi S2 presenta la carateristica della fotocamera frontale di risoluzione più alta (16 Mpx) di quelle posteriori, indice di una particolare propensione al selfie. Sul retro spicca la doppia fotocamera 12+5 Mpx, con la seconda che “cattura” le informazioni della profondità per offrire il classico effetto sfocato (bokeh). Data la fascia di prezzo, non mi stupisce trovare la presa MicroUSB e, soprattutto, plaudo alla scelta di mantenere il jack da 3,5 mm per le cuffie (non comprese nella confezione). Dal punto di vista SW, la versione di Android è Oreo 8.1, coadiuvato dall’interfaccia MIUI 9,5 che, come sempre, strizza più di un occhio ad iOS (vedi la pagina delle notifiche e delle news).

Xiaomi Redmi S2

Subito dopo la configurazione, lo Xiaomi Redmi S2 ha scaricato un aggiornamento da circa 350 MB che, oltre ai soliti bugfix e miglioramenti di sistema, ha aggiornato le patch di sicurezza a Luglio 2018. Come sempre, nei prossimi giorni sottoporrò lo smartphone ai miei classici test, preludio alla recensione completa.

Xiaomi Redmi S2

Stay Tuned!

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. devo aggiungere altro?

Ti potrebbe interessare anche...