Galaxy Watch

Samsung Galaxy Watch presentati ufficialmente a New York

Durante l’evento di New York per la presentazione del Galaxy Note 9, Samsung ha presentato ufficialmente i nuovi smartwatch Galaxy Watch.

Galaxy Watch

Samsung Galaxy Watch, cambia il nome ma non la sostanza

I nuovi Samsung Galaxy Watch, nonostante il cambio di nome che porta all’abbandono di “Gear S”, hanno smentito tutte le illazioni delle scorse settimane, non hanno adottato Google Wear, mantenendo l’OS proprietario Tizen e sono la naturale evoluzione proprio dell’ultimo Galaxy Gear S3. I nuovi Galaxy Watch saranno declinati in due versioni che differiscono per il diametro della cassa: 42 e 46 mm. Pur non essendo specificatamente dei wearable dedicati esclusivamente agli sportivi, è indubbio che i Galaxy Watch strizzino l’occhio proprio a questa tipologia di utenza. Sono, infatti, ben 39 le attività sportive che possono essere monitorate dal nuovo smartwatch coreano. Anche il controllo del sonno si arricchisce di nuove funzioni, capaci di riconoscere tutte le diverse fasi del sonno ed essere, così, di notevole aiuto all’utente. COme il modello precedente, ovviamente, non manca la resistenza ad acqua e polvere, molto utile per chi è uso praticare attività natatorie.

Galaxy Watch

Grosse novità anche per l’autonomia, che Samsung dichiara arrivare fino a 7 giorni per la versione da 46 mm e fino a 5 per quella da 42. Diciamo che, con un utilizzo da utente medio, non dovrebbe essere difficile superare i 374 giorni effettivi. Come per la versione precedente, che non è mai stata commercializzata nel nostro paese a causa dei mancati accordi con gli operatori, il Galaxy Watch sarà disponibile anche nella versione LTE stand alone. Gli accordi sono, almeno per ora, stati firmati con 30 operatori di 15 paesi diversi e non prevedono l’utilizzo di una vera SIM ma, come per Apple Watch, una versione elettronica “virtuale” che si attiverà a seconda dell’operatore scelto.

Galaxy Watch

A seconda dei paesi, la connettività NFC permetterà di utilizzare lo smartwach per i pagamenti attraverso Samsung Pay. Di seguito la scheda tecnica completa:

  • Display: 1,3″ (46 mm) o 1,2″ (42 mm), Super AMOLED circolare (360 x 360), Corning Gorilla DX+
  • Processore: Exynos 9110 Dual core 1,15GHz
  • Memoria: 4 GB
  • RAM: 768 MB (versione solo Bluetooth), 1,5 GB (versione LTE)
  • Connettività: 3G/LTE, Bluetooth 4.2, Wi-Fi b/g/n, Par, A-GPS/Glonass
  • Sensori: Accelerometro, Giroscopio, Barometro, Sensore battito cardiaco, Sensore di luce ambientale
  • Batteria: 472 mAh (versione 46 mm) o 270 mAh (versione 42 mm)
  • Dimensioni: 46 x 49 x 13 mm (versione 46 mm) o 41,9 x 45,7 x 12,7 mm (versione 42 mm)
  • Peso (senza cinturino): 63 g (46 mm), 49 g (42 mm)
  • Protezione: IP68 (immersione fino a 5 atm) / MIL-STD-810G
  • OS: Tizen Based Wearable OS 4.0

Galaxy Watch

I colori disponibili variano a seconda del modello. Quello da 42 mm sarà acquistabile in nero e oro rosa (dedicato ad un pubblico femminile), quello da 46 sarà disponibile in Silver. Disponibili sul nostro mercato a partire dal prossimo 7 Settembre, anche questa volta (salvo ripensamenti della casa) solo in versione Bluetooth, i Galaxy Watch costeranno, rispettivamente, 310€ per la versione da 42mm e 329€ per quella da 46mm. A titolo di curiosità, i prezzi previsti per le versioni LTE sono 379 e 399€. Di seguito un breve hands-on (Fonte The Verge).

Che ne dite amici, vi piacciono?

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. devo aggiungere altro?

Ti potrebbe interessare anche...