Vivo X51 5G, prime impressioni @TheGeekerz

Di solito non mi lancio in commenti sui dispositivi che provo dopo solo qualche giorno di utilizzo, ma con questo Vivo X51 5G faccio volentieri un’eccezione.

Vivo X51 5G, display e fotocamera i primi punti di forza

Sia ben chiara una cosa: questi che sto per proporvi non sono giudizi definitivi, ma semplici prime impressioni “by the way”, scaturite dai primi quattro/cinque giorni di utilizzo del Vivo X51 5G. Partiamo dagli aspetti positivi che, come anticipato in sede di presentazione, si concentrano sullo schermo e sulla fotocamera. Il display del Vivo X51 5G è uno dei più belli che io abbia mai provato; si tratta di un AMOLED da 6,56 pollici, FullHD+, supporto ad HDR10+ e refresh-rate a 90Hz. Spettacolare soprattutto nella riproduzione di video ad altissima risoluzione.

E’ molto luminoso e restituisce i colori con la risoluzione tipica dell’AMOLED, cioè leggermente enfatizzata, soprattutto con le foto. Una volta che le immagini sono state trasferite al PC, però, la situazione migliora molto e qua sotto ne avete un piccolo esempio (in attesa della prova completa del comparto fotografico).

La sequenza è quella solita che utilizzo per le prove: grandangolare (ultra nel caso specifico), 1X, 2X e 5X. Ho effettuato gli scatti al mattino presto, come si nota dalla foschia ancora presente ed i colori, pur variando con la dimensione dello zoom mi sembrano molto fedeli, anche tenendo conto delle condizioni di luce naturale un po’ particolari. Ma l’aspetto in cui sembra eccellere, e non poteva essere diversamente, visto che il Vivo X51 5G ha quella che la casa definisce “gimbal camera” è la stabilizzazione, sia nei massimi ingrandimenti (60X digitale in questo caso) sia, soprattutto, negli scatti in modalità “notte”, davvero eccezionali.

[adrotate banner="10"]

Passando al comportamento dello smartphone durante il normale utilizzo giornaliero appaiono i primi, se così possiamo definirli, peccati di gioventù. Niente di drammatico, per carità ma, ad esempio, la batteria da “soli” 4315 mAh arriva a sera con un po’ di fiato corto, soprattutto se il refresh-rate è impostato a 90Hz ed è attivo l’Always-on-Display. A proposito di quest’ultimo, che nelle impostazioni si chiama “display sempre attivo”, generando un po’ di confusione nell’eventuale utente inesperto (ma sono certo che le traduzioni miglioreranno con il prossimo, corposo aggiornamento), ho riscontrato qualche problemino. Come vedete dagli screenshots è, o meglio sarebbe, possibile programmare fino a quattro applicazioni dalle quali ricevere le notifiche. Sul mio esemplare ne appaiono settabili solo tre e non sono riuscito a capire come impostare la quarta. Anche deflaggando una delle tre (o tutte quante) non sono riuscito a personalizzare la scelta. Qualcuno che ha provato il Vivo X51 5G è in grado di aiutarmi? Tante, anche se non moltissime, le possibilità di personalizzazione dell’aspetto.

Per tornare al consumo energetico, se non lo utilizzate con tutte le tipiche funzioni da vostro smartphone principale attive (notifiche, connessione dati, video, ecc), Vivo X51 5G arriva a sera con il 10-15% di batteria residua. Per fortuna l’alimentatore da 33 Watt permette la ricarica completa in poco più di 70-80 minuti.

Ho potuto verificare qualche leggero impuntamento/lag durante l’uso, ma niente di particolarmente preoccupante. Vi sottolineo anche il comportamento del sensore per la rilevazione delle impronte digitali, veloce e rapido nello sblocco nel 95% delle volte che lo si usa. Ma se non ha voglia di collaborare, come capita qualche volta, non c’è nulla da fare: o si passa alla PSWD o, come nel mio caso, allo sblocco con il riconoscimento del volto, questo si praticamente istantaneo (fin troppo!). Per adesso i punti dolenti, per fortuna, si fermano qui e aspetto il momento della recensione per valutare il tutto con dovizia di particolari. Torno ancora un momento sul fantastico display del Vivo X51 5G. Mi sono goduto qualche video di YouTube in formato HDR10+, come detto all’inizio, ed è stata un’esperienza fenomenale! Anche a schermo intero il foro della fotocamera non disturba, permettendo una visione davvero senza paragoni se non, forse, con i Samsung top di gamma. Peccato per l’audio mono, anche se non disprezzabile come qualità e volume.

Appuntamento ai prossimi giorni con le prove complete. Stay Tuned!

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: