realme X50 5G, prova del comparto fotografico

Per realme X50 5G, in prova da qualche giorno qui @TheGeekerz, è ora di far vedere come funzionano tutte le sue fotocamere (ben sei) nel classico test foto & video.

realme X50 5G sei fotocamere posson bastare?

La risposta a questa domanda è presto trovata: ne sarebbero bastate anche meno! Non tanto per l’utilizzo cui sono destinate, ma per la qualità di alcune di loro vedi, ad esempio, quella deputata alle macro anzi, alle “Ultra-Macro”, come sono definite nell’applicazione fotocamera. Prima di addentrarci nell’analisi dei singoli scatti, vediamo un po’ cosa offre in termini di dotazione fotografica, il realme X50 5G.

Disposti nella classica posizione a “semaforo”, sul retro del realme X50 5G troviamo quattro sensori:

  • Principale: 48 Mpx, ƒ/1.8
  • Grandangolare: 8 Mpx, ƒ/2.3
  • Profondità (bokeh): 2 Mpx, ƒ/2.4
  • Ultra Macro: 2 Mpx, ƒ/2.4

Per quanto riguarda i selfie troviamo, in un altrettanto classico doppio foro nell’angolo superiore sinistro dello schermo, due sensori:

  • Principale: 16 Mpx, ƒ/2.0
  • Profondità (bokeh): 2 Mpx

Con tutta questa abbondanza come si sarà comportato il comparto fotografico di realme X50 5G? Al di la del numero dei sensori, infatti, quello che conta alla fine è la qualità degli scatti e, in questo caso, realme X50 5G non se la cava affatto male. Le foto, soprattutto in condizioni ottimali di luce esterna, sono uno spettacolo, ancora di più se guardate su uno schermo di adeguate dimensioni. Complice la splendida giornata ed i soggetti inquadrati (siamo in pieno centro a Torino), le foto, a mio sindacalissimo (ovviamente) parere, sono bellissime.

[adrotate banner="10"]

La sequenza è sempre la stessa: grandangolare, 1X, 2X, 5X, 10X. Ovviamente, al massimo ingrandimento, si perde qualcosa in definizione ma, come certo sapete meglio di me, è difficilissimo ottenere scatti “fermi” senza l’ausilio di un treppiede.

Ecco anche uno scatto singolo a 48 Mpx

Non c’è che da ammirare l’assoluta eleganza della nostra chiesa della Gran Madre di Dio che, per chi conosce Torino, è posta ai piedi della collina, dopo il ponte che da Piazza Vittorio porta a Corso Moncalieri. Anche la funzione ritratto (bokeh), sia dalle fotocamere posteriori che da quelle selfie, mi sembra molto buona, che ne pensate?

Qualche difficoltà in più, invece, nelle foto notturne dove, per fortuna, la funzione “notte” riesce a dare una grossa mano al sensore principale. Permane un po’ di “rumore digitale, ma, tutto sommato, il risultato non è male.

Last but not least, i video. realme X50 5G permette di registrare in 4K @30fps, ma i risultati migliori si ottengono con la risoluzione FullHD @30/60fps. Esiste la possibilità di registrare con la lente grandangolare, ma questa funzione è attiva solo in FullHD @30fps. Giudizio? Senza infamia e senza lode, con video che, al netto di qualche tremolio di troppo in 4K, sono perfettamente godibili. C’è la possibilità di utilizzare una stabilizzazione digitale ma, e non capisco perchè, la qualità del video peggiora drasticamente.

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: