realme 8 Pro, test foto & video @TheGeekerz

Dopo un paio di settimane di prova, è arrivato il momento di testare come funzionano le fotocamere del nuovo realme 8 Pro.

realme 8 Pro, 108 Mpx decisamente ben “riusciti”

Il titolo non è, ovviamente, un caso. La fotocamera principale da 108 Mpx e ƒ/1.88 è quella che, attualmente, fa bella mostra di sè in tutti i dispositivi top di gamma presentati negli ultimi mesi. Il realme 8 Pro non appartiene alla fascia d’elite ma, in ogni caso, rappresenta al meglio quella fascia media dove si danno battaglia numerosi smartphones. Insieme al sensore principale, sul realme 8 Pro troviamo anche una fotocamera 8 Mpx ƒ/2.25 grandangolare e le solite due fotocamere da 2 Mpx f/2.4 per macro e profondità. La fotocamera anteriore è da 16 Mpx con f/2.45. Diciamo subito che l’azienda ha concentrato tutti i suoi sforzi proprio sul sensore principale, che permette di ottenere scatti molto buoni, grazie anche ad una serie di “trucchetti” SW come l’A.I. e l’ottimizzazione della luce ambientale. Vediamo  cosa ho ottenuto.

Potete notare, confrontando le prime foto con le ultime, che l’aggiornamento rilasciato qualche giorno fa, oltre ad aggiungere le patch di sicurezza di Aprile, ha arricchito la fotocamera di una nuova (e più bella, secondo me) filigrana e della modalità Hyper Motion Slo-Mo. Sono, inoltre, state corrette alcune problematiche su eventuali alterazioni dei colori e sull’effetto flicker durante lo scatto in alcuni scenari. Perdonate il brutto soggetto qui sotto, ma ci tenevo a mostrarvi, caso mai ci fosse ancora bisogno, come il sensore principale da 108 Mpx restituisca colori brillanti e, cosa molto importante, decisamente equilibrati.

Come sempre, anche per verificare la bontà dello zoom digitale, ecco le solite immagini nella sequenza grandangolare, 1, 3, 5 e 20X. Mentre fino ai 3X il risultato è davvero buono, a partire dai 5X fino al massimo ingrandimento, comunque non peggiore di altri dispositivi provati, realme 8 Pro restituisce uno strano effetto che potrei definire “disegnato”, visibile soprattutto sulle foglie degli alberi, vista la non corrispondenza alla realtà. Non è brutto, intendiamoci, ma un po’ troppo artefatto, diciamo così. Molto bello e reale, il colore delle nuvole che oggi ricoprono il cielo di Nichelino.

[adrotate banner="10"]

Dove il realme 8 Pro lascia sul campo qualcosa nel confronto con i concorrenti, è nelle foto scattate in modalità notturna ed in quelle macro, effetto, probabilmente di qualche economia di scala intesa a contenerne il prezzo di vendita. Giudicate voi e, giusto per farvi un’idea di quanto riportato, date un’occhiata (per confronto) allo stesso fiore in macro inquadrato dallo Xiaomi Mi 11. È giusto però sottolineare che fra le due foto in macro del realme 8 Pro, distinguibili dalla diversa filigrana, qualche differenza indice dei miglioramenti apportati alla fotocamera con l’aggiornamento, è visibile anche ad un profano come me.

Senza infamia e senza lode la fotocamera anteriore da 16 Mpx, sia in modalità ritratto che normale (al di là del pessimo soggetto). Registra video alla massima risoluzione FullHD a 1080p, anche in modalità ritratto, come vedrete dal video di prova.

Per completezza, ecco anche lo scatto con effetto ritratto della fotocamera da 2 Mpx dedicata.

Ed i video? Non male, anche considerando che, nella modalità 4K, ci si ferma @30fps. Solo in FullHD abbiamo la possibilità di attivare la stabilizzazione Ultra-Steady che offre anche l’opzione “max”. Meglio, in ogni caso, non approfittarne se non ne avete un reale bisogno.

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: