Plustek ePhoto z300 la nostra recensione

Plustek ePhoto z300 è uno scanner che desideravo provare da un po’. Piccolo e compatto (stiamo parlando di un prodotto che pesa solo 1,48kg), con un design assolutamente gradevole; ha attirato la mia attenzione, forse anche per il sensore CCD che garantisce una qualità di scansione di documenti e biglietti da visita di qualità incredibile.

Partiamo per ordine. Appena aprirete la scatola vi troverete di fronte a poche, ma essenziali accessori: un cd contenente il software ePhoto (utile per la gestione dello scanner), un manuale d’istruzioni, il foglio per la calibrazione da fare alla prima accensione, alimentatore e cavo per il collegamento al pc.

Plustek ePhoto z300: hardware

Plustek ePhoto z300 ha un hardware molto interessante. Presente un sensore CCD che, a differenza di un CMOS, ha la caratteristica di restituire una qualità migliore dei file, un minor consumo. Purtroppo ha un grande difetto: utilizzato per molto tempo, specialmente con le fotografie, produce rumore. Il CCD esce vincente anche dal confronto con il sensore CIS, largamente utilizzato su scanner di piccole dimensioni (mi ha stupito, infatti, non vederlo su questo prodotto) che, a fronte di un ingombro minore, pecca in luminosità e qualità dei colori.  La risoluzione di acquisizione è modificabile tramite applicazione a 300dpi o 600dpi. Supporta formati fino ai fogli A4, che devono essere inseriti in modo corretto, pena il blocco del foglio e l’impossibilità ad effettuare la scansione.

 

Plustek ePhoto z300: software

Lo scanner viene fornito con un DVD contenente il software per effettuare la scansione e l’aggiornamento che, però, ha dato sempre un errore al momento dell’avvio.
Il software ePhoto, alla prima accensione, richiede di effettuare la calibrazione tramite il foglio fornito in dotazione. Nel mio caso c’è stato un errore, ed ho dovuto svolgere l’operazione una seconda volta. Sostanzialmente il programma è un surrogato di Photoshop; si possono effettuare delle modifiche molto semplici come: aumentare la nitidezza, ruotare la foto, bilanciare l’esposizione, rimuovere gli occhi rossi e poco altro. Sicuramente chi ha più dimestichezza con questo tipo di apparecchi, effettuerà tali operazioni con un software più completo. Opzione assolutamente di pregio è la possibilità di esportare il file appena acquisito in diversi formati come: PDF, JPG, BMP, TIFF e PNG.

 

 

Plustek ePhoto z300: utilizzo

L’uso di Plustek ePhoto z300 è veramente veloce; basta una manciata di secondi per effettuare una scansione a 300 dpi e solo qualche istante in più a 600 dpi. Sui documenti non ho nulla da dire: il file prodotto è di qualità e assolutamente fruibile in un ambiente lavorativo. Stessa cosa per i biglietti da visita. La scansione parte in automatico una volta aperto il software ePhoto e appoggiato il foglio alla bocca dello scanner.

Plustek ePhoto z300: uso fotografico

L’utilizzo che mi ha divertito di più. Sono un appassionato di fotografia e volevo capire se un prodotto del genere potesse essere usato sia in un ambiente lavorativo che per un uso più ludico. Si tratta di acquisire le nostre vecchie fotografie o polaroid creando delle valide copie digitali. Purtroppo non è possibile, perché la qualità prodotta sia a 300 dpi che a 600 dpi non è soddisfacente. Il file prodotto è buono ma i colori risultano molto slavati e poco fedeli alla realtà. Anche con la semplice scelta “migliora”, il risultato non cambia. Per avere un file decente questo andrebbe ripassato su un software come Lightroom o Photoshop, operazione decisamente laboriosa se, come nel mio caso, si ha una quantità di polaroid e materiale fotografico massiccia.

Plustek ePhoto z300: conclusioni

Il prodotto è da consigliare a chi ne farà un uso prettamente d’ufficio; è piccolo, leggero, occupa poco spazio su di una scrivania. Cosa che non guasta, è anche esteticamente molto gradevole. Sconsigliato, invece, per chi cerca un prodotto da utilizzare per un uso fotografico. La scansione sicuramente non soddisferà ed il passaggio a qualcosa di più specifico è caldamente consigliato.

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. devo aggiungere altro?

Ti potrebbe interessare anche...