OPPO RX17 Pro

OPPO RX17 Pro, prova comparto fotografico

OPPO RX17 Pro, dalla sua presentazione a Milano, ha puntato molto sul suo comparto fotografico, ponendosi come uno dei protagonisti del mercato anche senza migliaia di pixels da sfoggiare. Vediamo come si è comportato nel mio solito test.

OPPO RX17 Pro, una prestazione “quasi” perfetta.

La dotazione fotografica di OPPO RX17 Pro, considerando che è sul mercato da quasi sei mesi, è di primissimo livello. Non sfoggia quintali di pixels o decine di obiettivi ma si difende ottimamente in tutte le circostanze. Detto della fotocamera anteriore da 25 Mpx con apertura f/2.0, sulla cover posteriore, in un bel telaietto verticale, trovano posto un sensore da 12 Mpx con apertura variabile apertura variabile f/1.5-2.4 e stabilizzazione ottica, uno da 20 Mpx con apertura f/1.6 ed uno ToF per la misurazione della profondità. Manca, ovviamente, la lente ultra-wide per le riprese grandangolari. Non manca un buon teleobiettivo che arriva fino ad ingrandimenti 10X. I risultati sono ottimi, sia in condizioni di luce ideali che in quelle scarse, dove interviene una funzione Night veramente eccellente. Vediamo un po’ di scatti in condizione di luce ottimali. Ricordo, come sempre, che ho utilizzato la modalità completamente automatica nonostante sia presente una ricca funzione “Pro”.

Una menzione particolare alle foto in modalità macro, dove i dettagli risaltano senza per questo risultare particolarmente esposti. Vi invito a dare un’occhiata, a questo proposito, allo scatto dove sono riuscito a riprendere un’ape sul glicine. La trovo eccezionale.

Come detto, anche gli scatti in condizione di luce scarsa si sono rivelati di primissimo livello, sopratutto quelli in campo largo. Il flash si è dimostrato molto potente, tanto che le foto della mia camera da letto, scattate al buio completo, sono illuminate perfettamente.

Nessun problema con i selfie, dove l’unico difetto è il soggetto ;-D Peraltro, nella modalità ritratto, gli effetti bokeh della fotocamera anteriore sono di gran lunga migliori di quelli ottenuti con la camera principale, forse l’unico problema di questo OPPO RX17 Pro che gli ha impedito di raggiungere la perfezione.

Questi, invece, gli scatti “ritratto” di cui vi ho accennato. Nel primo, addirittura, nonostante la mia scelta della funzione ritratto, non si apprezza alcun intervento della fotocamera dedicata al bokeh.

Nessun problema neanche con i video, sia in 4K che FullHD. Peccato non si possa scegliere il framerate o la velocità dello slow-motion. Ottima la stabilizzazione, non escludibile, della fotocamera principale.

 

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

Ti potrebbe interessare anche...