AirPods Pro (2^ generazione), la recensione @TheGeekerz

Apple il 28 Ottobre 2019 ha annunciato la versione Pro delle AirPods e, finalmente, il 9 Settembre scorso sono stati presentate i successori, le AirPods Pro 2.

AirPods Pro 2, cosa cambia

Durante l’evento Far Out del 9 Settembre scorso, Apple ha presentato in nuovi auricolari full wireless AirPods Pro 2, un doveroso aggiornamento delle AirPods Pro del lontano 2019. Ma cosa ha di diverso questo nuovo modello? Nelle cuffie è presente il nuovo chip H2, che permette una connettività ad alta larghezza di banda; includono, inoltre, un nuovo driver audio a bassa distorsione. Questo offre bassi più ricchi e audio cristallino su una gamma più ampia di frequenze. Inoltre troviamo l’audio spaziale personalizzato, già presente anche in quelle di prima generazione grazie a iOS16 che, utilizzando la fotocamera True Depth, permette di creare un profilo personale in base alla scansione della testa e orecchie. Infine non posso non citare il sistema di controllo volume tramite swipe da eseguire nella parte touch del pulsante presente sul “gambo” delle AirPods Pro 2.

 

Alla fine non ho saputo resistere, soprattutto “per colpa” di alcuni amici di Twitter, che con il loro entusiasmo mi hanno fatto scatenare la scimmia e mi hanno “costretto” a comprarle: maledetti. Acquistate sull’Apple Store on line, mi sono arrivate rapidamente. Cosa di cui non mi sono affatto pentito.

All’interno della confezione troveremo  il case, gli auricolari, quattro paia di gommini di ricambio (dalla misura S alla XL), il cavo USB “C”-Lightning per la ricarica e la manualistica. Il case è in tutto e per tutto simile per dimensioni alla versione precedente. Su questo nuovo modello abbiamo un paio di novità: un piccolo speaker e l’attacco laterale per un’eventuale laccetto. Questo gancio è in metallo e collegato direttamente all’antenna wireless del case, per aumentarne la ricezione, poiché è compatibile con l’app “Dov’è” di Apple. Gli speaker servono per far emettere un suono al case per localizzarlo. Gli auricolari sono stati leggermente modificati nel design e nei gommini, molto più confortevoli.

Le AirPods Pro 2 sono dotate della ricarica Wireless, sia con magsafe che con la base di ricarica dell’Apple Watch. La batteria aumenta la sua autonomia del 33% rispetto alla precedente versione e consente 6 ore di utilizzo con una singola carica e fino a 30 ore con il case. Sulla custodia sono presenti il pulsante per il pairing e il led di stato. Il nuovo chip H2 svolge più funzioni, sfruttando algoritmi di adattamento per creare una cancellazione del rumore più intelligente, generare un suono tridimensionale di qualità superiore e migliorare l’autonomia. Inoltre è presente la connessione Bluetooth 5.3. La gestione del dispositivo è abilitata nell’apposita sezione nelle impostazioni del dispositivo cui sono connesse, dove si può verificare, tramite test, l’aderenza dei gommini, attivare la trasparenza Adattativa e configurare l’audio Spaziale personalizzato.

Ma come suonano le nuove AirPods Pro 2? Non mi ritengo un esperto di musica, ma ascoltando molta musica rock posso assicurarvi che la qualità è molto alta e la differenza con la versione precedente molto evidente. Non ho sentito distorsioni, il suono era limpido e cristallino, bassi e medi corposi e accurati. Sentendo la stessa traccia musicale sia con la prima che con la seconda generazione, mi sono accorto di alcuni dettagli del suono che non avevo notato in precedenza, davvero fantastiche.

Di seguito la mia video recensione e aspetto i vostri commenti. Stay tuned.

 

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: