Motorola Razr

Motorola Razr, la rinascita di un’icona

Finalmente! Dopo millemila foto, video leaked, ipotesi ecc. il nuovo Motorola Razr è ufficialmente nato, durante l’evento di ieri organizzato per l’occasione.

Motorola Razr, il brivido del passato in un dispositivo del futuro

Motorola svela l’evoluzione dell’iconico flip phone che ha segnato un’epoca e caratterizzato una generazione: RAZR, icona fashion che ha definito una parte della cultura pop.

Il nuovo Motorola RAZR è il primo smartphone a conchiglia realizzato con un display flessibile che, incredibilmente, si piega del tutto, regalando un’esperienza d’uso familiare e, al contempo, unica e rivoluzionaria.

Siamo partiti dallo studio dello schermo flessibile, pensando a come questa innovazione potesse davvero migliorare il modo in cui le persone utilizzano lo smartphone.
Per questo Motorola, nelle fasi iniziali di ricerca e sviluppo ha ideato e collaudato oltre 20 differenti prototipi. Abbiamo verificato che il design a conchiglia, che tutti conosciamo e apprezziamo, è la soluzione perfetta per soddisfare un’esigenza fondamentale, la portabilità, senza compromettere però l’esperienza dei display di grandi dimensioni a cui le persone attribuiscono grande importanza.

Motorola RAZR, introduce nel mercato degli smartphone stile e qualità dei materiali in un modo del tutto nuovo.
Lo smartphone, costruito con il migliore acciaio inossidabile e il vetro 3D Gorilla Glass, ha un guscio esterno protettivo e resistente ma premium al tatto, grazie ai materiali selezionati.
Come il RAZR originale, il nuovo Motorola RAZR è sottile ed elegante, non presenta contrasti di colori né di materiali ma valorizza un design lineare e premium.

Motorola Razr

Quando, nel corso dello sviluppo di Motorola RAZR, ci siamo imbattuti nei limiti della tecnologia attualmente disponibile, abbiamo scelto di intraprendere una direzione nuova, brevettando la prima cerniera zero-gap.
Grazie a questa innovazione, entrambi i lati del display flessibile rimangono perfettamente a filo quando il telefono è chiuso, proteggendo così lo schermo da polvere e impurità. Abbiamo reingegnerizzato l’antenna per inserirla in uno spazio due volte più piccolo rispetto a quello degli smartphone attuali. Abbiamo rivestito il dispositivo per renderlo idrorepellente1.
Grazie a questo approccio innovativo, alla progettazione e al design rivoluzionario, razr inaugura una nuova fase della mobility.

Mentre gli smartphone diventano sempre più grandi, Motorola RAZR è compatto. Se hai bisogno di un’esperienza immersiva, il display Flex View da 6,2″, con rapporto 21:9, ti offre uno schermo grande con tutte le funzionalità a cui sei abituato, basterà poi chiudere Motorola RAZR per goderti il design sottile e portatile, dalle dimensioni perfette da tenere in tasca.
Sul display Quick View interattivo esterno da 2,7″ è possibile interagire con le informazioni importanti anche in movimento restando connessi senza doversi fermare. Puoi chiamare, rispondere ai messaggi, effettuare pagamenti, ascoltare musica, scattare selfie, usare Google Assistant e accedere a comandi personalizzati, come attivare o disattivare Bluetooth, Wi-Fi, Hotspot e molto altro ancora, tutto senza dover aprire il telefono.

Con Motorola RAZR si può vivere un’esperienza completamente nuova e unica mai esistita in nessun altro smartphone.
Il brand iconico, la tecnologia rivoluzionaria e il design elegante, migliorano e potenziano l’utilizzo dello smartphone.
Motorola razr è anche quel telefono che finalmente ti regala la piacevole sensazione di riagganciare semplicemente chiudendo lo smartphone.

Per avere più informazioni sul miglior smartphone flessibile, scopri tutte le caratteristiche sul sito di Motorola Italia.

Prezzi e disponibilità
Il nuovo Motorola RAZR sarà in vendita in Paesi europei selezionati a partire da dicembre.

In Italia RAZR sarà disponibile in prevendita a partire dal 4 Dicembre, a un prezzo al pubblico consigliato di 1.599,00 €.

Motorola Razr

Motorola RAZR, alcune considerazioni

Se, come spero, mi avete seguito nelle ultime settimane, anche sui miei canali social, sapete che il Motorola RAZR ha scatenato la mia scimmia fin dai primi articoli che ho pubblicato. Oggi, però, dopo la presentazione ufficiale, si impone qualche riflessione in merito. Lasciamo perdere il prezzo che, per quanto di notevole impatto, potrebbe essere giustificato dalla complessità tecnologica che sta dietro ad un progetto complesso come il Motorola RAZR.

Motorola RAZR

Il processore è uno Snapdragon 710 e qui, al di là della bontà della CPU, nasce la prima domanda: siamo davvero sicuri che non si potesse pensare a qualcosa di più aggiornato e potente? Ci sono 6 GB di RAM e 128 GB di memoria, sicuramente più che sufficienti per “muovere” il Motorola RAZR senza problemi. Ma quel processore? Parliamo di batteria: 2150 mAh con ricarica rapida “Turbo Power” da 15 Watt; considerando il display pOLED flessibile da 6,2 pollici e le prestazioni che si richiederanno al dispositivo, quanto potranno garantire in termini di autonomia? A proposito di display: la risoluzione è “solo” HD (2142 x 876p). Certo, siamo un pelo sopra i classici 720p., ma gli altri costruttori che hanno creduto nel pieghevole hanno utilizzato schermi dalla risoluzione decisamente più alta.

Motorola RAZR

Abbiamo poi, un secondo display gOLED all’esterno da 2,7 pollici in formato 4:3 che serve esclusivamente per le notifiche con risoluzione 800×600… Dato l’esiguo spazio a disposizione Motorola RAZR è dotato di due sole fotocamere: la principale è da 16 Mpx f/1.7 con stabilizzazione elettronica, la secondaria per i selfie è da 5 Mpx f/2,0.

Motorola RAZR

L’ultima riflessione riguarda il sistema operativo: come è possibile che un dispositivo che arriverà, di fatto, nel 2020, sia ancora equipaggiato con Android Pie 9.0? Ci saranno le Moto Actions, che io reputo una delle features più importanti, ma bastano per giustificare una scelta simile? Considerando che Motorola non si è mai distinta per la velocità nel rilascio degli aggiornamenti, il rischio di ritrovarsi con un dispositivo “castrato” dal punto di vista SW è sicuramente elevato.

Motorola Razr

Dalla sua il Motorola RAZR ha, sicuramente, il merito di reinterpretare un’icona del passato in maniera efficace. Ma basterà questo per giusticare l’esborso di quasi 1600€? Confesso che la danza della mia scimmia è diventata un lento da discoteca anni 80…

Motorola Razr

Vi lascio con un primo video hands-on di The Verge.

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?