Motorola One Vision

Motorola One Vision, la recensione di The Geekerz

Motorola One Vision

299.00
8.5

Costruzione

9.5/10

Display

8.5/10

Batteria

8.5/10

Comparto fotografico

8.0/10

Software

8.0/10

Pros

  • Android One
  • Batteria
  • Opzione foto Night -Mode
  • Moto Action
  • Moto Display

Cons

  • Foro fotocamera anteriore
  • Prestazioni
  • Hardware
  • Prezzo di listino

Il caldo di questi giorni ha influito anche qui a The Geekerz, e la recensione di Motorola One Vision arriva con qualche giorno di ritardo rispetto al solito. Ma adesso ci siamo, siete pronti?

Motorola One Vision

Motorola One Vision, la confezione

Motorola One Vision

Dotazione di primo livello (anche se sistemata un po’ alla rinfusa) dentro al cartonato viola del Motorola One Vision: caricatore Turbo Power da 5V/10A, cavo USB “C”, un bel paio di auricolari in-ear, il pin per il cassetto SIM, la cover in silicone trasparente e la modulistica di garanzia ed avvio veloce.

Costruzione, Materiali, Design, Ergonomia

Motorola One Vision

Anche Motorola One Vision, seguendo la strada aperta da Sony, sfoggia il suo bel display da 6,3 pollici in formato 21:9 e risoluzione FullHD+, quindi dalla forma allungata e più stretta. Il tutto rende sicuramente più maneggevole il dispositivo e l’ergonomia risente solo del fatto di non poter, ovviamente, raggiungere tutti i punti del display con una mano sola. La costruzione vede il vetro quale protagonista principale, interrotto, nella parte posteriore, dal sensore delle impronte digitali (molto veloce e preciso) che incorpora, con una scelta che ho apprezzato molto, il logo della casa e dalla doppia fotocamera sull’angolo sinistro. Sporge un pochino, ma l’utilizzo della cover in dotazione annulla tale scalino. I bordi non sono eccessivamente sottili, garantendo, comunque, una buona superficie di display. Ecco, se devo sollevare un appunto al design generale, lo faccio contro il foro della fotocamera anteriore, il cui diametro è davvero eccessivo. In definitiva, Motorola One Vision non si può definire bello, anche se questo colore Gradient Sapphire Blue gli regala una certa eleganza ma, sicuramente, pratico e ben costruito.

Hardware & scheda tecnica

Motorola One Vision

Un perfetto mid-level questo Motorola One Vision. Strana, o forse solo inconsueta, la scelta del processore, un Samsung Exynos 9809, forse non il più performante della casa coreana. Sarà questo il motivo di qualche incertezza di troppo? A coadiuvare il lavoro del processore troviamo 4 GB di RAM e 128 GB di memoria espandibile fino a 256 Gb se si opta per rinunciare alla seconda scheda SIM 🤬. Nell’uso quotidiano non ci sono grossi problemi e solo se spinto al limite Motorola One Vision, come detto, mostra qualche rallentamento di troppo.

La scheda tecnica:

  • Processore: Samsung Exynos 9606
  • Scheda Grafica: Mali G72
  • RAM: 4 GB
  • Memoria: 128 G (espandibile fino a 256 GB con MicroSD)
  • Display: 6,3 pollici, formato 21:9, risoluzione FullHD+
  • Fotocamera posteriore: Doppio sensore 48 Mpx+ 5 Mpx, F1.7, Quad Pixel, 1,6 um, LED dual CCT, foto da 12 MP, stabilizzatore ottico (OIS), funzione Night Vision
  • Fotocamera anteriore: 25Mpx, F2.0, Quad Pixel, 1.8um
  • Registrazione Video: UHD a 30 fps, FHD a 30 fps, FHD a 60 fps, HD a 30 fps
  • Audio: speaker mono
  • Connettività: 4G LTE, USB “C”, Bluetooth 5.0, Wi-Fi Dual-Band, GPS, AGPS, GLONASS, Galileo, NFC, supporto Dual-SIM
  • OS: Android Pie 9.0, Moto Actions, Moto Display
  • Batteria: 3500 mAh con supporto alla ricarica rapida Turbo Power, caricatore da 15 Watt
  • Dimensioni: 160,1 x 71,2 x 8,7 mm
  • Peso: 180 grammi
  • Colori: Gradient Bronze, Gradient Sapphire

Software

Motorola One Vision

Tutto nella classica tradizione degli ultimi dispositivi Motorola. Troviamo Android Pie 9.0 in versione praticamente stock. L’intervento, che io apprezzo molto, da vecchio fan dei Motorola Android, sii limita alle funzioni Moto Action e Moto Display. Con la prima opzione abbiamo la possibilità di eseguire quattro operazioni con delle gestures: ottenere uno screenshot con tre dita, gestire lo smartphone con un solo tasto virtuale, accendere la torcia mimando due colpi di martello e avviare rapidamente la fotocamera con un movimento di shake. Moto Display permette di visualizzare le notifiche a schermo spento (ma non è il classico Always On Display) sfruttando il sensore di prossimità e di mantenere lo schermo acceso se lo si sta guardando. In più Motorola One Vision è certificato Android One, a garanzia di aggiornamenti puntuali per almeno 24 mesi.

Comparto fotografico

Prova completa del comparto fotografico QUI.

Prestazioni, autonomia e multimedialità

Motorola One Vision

Una sezione che ha suscitato (come scritto poc’anzi) qualche perplessità. Intendiamoci, nulla di drammatico, ma qualche lag di troppo che, pur a fronte di “soli” 4 GB di RAM, non mi sarei aspettato. Diciamo che le transazioni non sono sempre fluidissime, soprattutto con tante app aperte o quando tutto l’HW è sottoposto a stress, come in modalità gaming o registrazione video ad alta risoluzione. In questo caso anche la temperatura sale un po’ troppo. Diciamo che per il 97% degli utilizzatori non ci saranno mai problemi, mentre il 3% formato da utenza più “sgamata” non potrà non notare le piccole imprecisioni. E’ il risultato di quanto offre la recente produzione cinese (qualcuno ha detto Xiaomi?) che ha ben abituato tutti noi. Il display in formato 21:9 rende piacevole, quando disponibili, la visione di contenuti in tale formato (qualcosa esiste su Netflix); purtroppo non sono molti i video disponibili e, per esempio su YouTube, non possiamo fare a meno di antiestetiche bande nere ai lati. Nonostante l’unico altoparlante presente, l’audio è decisamente buono, complice anche la possibilità di intervenire con l’applicazione “Dolby” installata di serie. La batteria da 3500 mAh, assistita dalla ricarica rapida “Turbo Power“, garantisce una giornata piena di autonomia senza grossi problemi, con quasi cinque ore di schermo attivo.

Motorola One Vision, connettività e comparto telefonico

Motorola One Vision

Dal punto di vista della connettività, al Motorola One Vision non manca nulla: porta USB “C”, NFC, Wi-Fi dual-band, Bluetooth 5.0, GPS Glonass e, soprattutto, jack da 3,5 mm per le cuffie. Se si rinuncia all’espansione di memoria, Motorola One Vision supporta due schede SIM in perfetta sinergia. E’ pur sempre un Motorola, per cui non ho mai avuto problemi con la ricezione del segnale telefonico, anche in situazioni difficili.

Considerazioni finali

Motorola One Vision

La foto rivela già che, pur a fronte di qualche esitazione di troppo in fatto di prestazioni, Motorola One Vision mi ha convinto sotto tutti gli aspetti. I punti forti dello smartphone sono la certificazione Android One e il comparto fotografico, davvero ad alti livelli, soprattutto con l’introduzione della nuova modalità Night, veramente efficace. Il prezzo di vendita è di 299,99€, un po’ alto per sfidare in tranquillità i best sellers del settore mid-level (inutile citarli tutti). On line si trovano ottime offerte, per le quali si entra in possesso di un buon dispositivo, ben costruito e con un ottimo comparto fotografico. QUESTA la miglior offerta che ho trovato in rete: 275.00€.

Motorola One Vision

 

 

 

 

 

 

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

Ti potrebbe interessare anche...