LG X power2

LG X power2, segno distintivo: la batteria

LG X power2 è un dispositivo di fascia media, lo si trova agevolmente ad un prezzo sotto i 200€, che, al netto delle specifiche tecniche, punta tutto sulla batteria da 4500 mAh. Difficilmente questo smartphone vi lascerà a “secco” e, da oggi, lo abbiamo fra le mani per sottoporlo ai nostri classici test.

LG X power2

L’appartenenza alla fascia media del mercato la si può desumere da alcuni particolari; manca, ad esempio, il sensore delle impronte digitali, ormai presente su quasi tutti i dispositivi più recenti della concorrenza. La costruzione prescinde da qualsivoglia materiale “nobile” per ripiegare sulla sempre economica plastica. C’è da dire, a merito della casa, che LG X power2 non presta il fianco a critiche di sorta: solidità ed assenza di scricchiolii sono il segno distintivo dello smartphone.

LG X power2

LG X power2, la scheda tecnica

LG X power2

[adrotate banner="10"]
  • PROCESSORE: Mediatek MT6570 Octa-Core 1.5GHz
  • GPU: Mali-T860
  • DISPLAY: In-Cell HD IPS 5.5”; 1280×720 pixel (prevista la modalità di lettura)
  • RAM: 2 GB
  • MEMORIA: 16 GB espandibile con MicroSD fino a 64 GB
  • BATTERIA: 4500 mAh
  • OS: Nougat 7.0 con UI LG UX 5.0 e funzioni KnockOn, Knock Code™, Capture+
  • FOTOCAMERA: 13 Megapixel con apertura F2.2
  • FOTOCAMERA ANTERIORE: 5 Megapixel con lente grandangolare 120°
  • CONNETTIVITA’: Micro USB (con funzione OTG), Wi-Fi monoband, Jack 3,5mm, Bluetooth, 4G LTE

LG X power2

Dato il posizionamento di mercato, una dotazione semplicemente “normale” quella di LG X power2 che, a onor del vero, non presenta nessuna differenza con il modello del 2016. Sempre in confronto con il predecessore, sono aumentate anche le dimensioni generali, adesso pari a 154.7 x 78.1 x 8.4 mm per un peso di 164 gr. Purtroppo la linea di LG X power2 appare decisamente superata, con un design che non regge il confronto con i più “moderni” dispositivi della concorrenza quali Nokia 5, Wiko Wim, Moto G5 S Plus e via discorrendo. LG X power2 punta tutto sulla possibilità di usarlo il più a lungo possibile senza necessità di ricaricarlo giornalmente. A questo proposito non manca il supporto alla ricarica rapida, che permette di recuperare il 50% della batteria in poco più di 40 minuti.

Vedremo come si comporterà alla prova dei nostri test.

[adrotate banner=”3″]

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: