ASUS Zenbook 14 OLED, la recensione @TheGeekerz

ASUS Zenbook 14 OLED

1499.99
8.5

Display

10.0/10

Prestazioni

9.0/10

Design

8.5/10

Costruzione & Materiali

8.0/10

Autonomia

7.0/10

Pros

  • Display
  • Materiali
  • Design
  • Prestazioni
  • Connettività completa

Cons

  • Scheda grafica integrata
  • Autonomia
  • Tastierino/TrackPad
  • Attira un sacco di impronte

Dopo una decina di giorni di utilizzo, eccomi pronto alla mia prima recensione di un laptop, l’ASUS Zenbook 14 OLED (UX3402ZA).

ASUS Zenbook 14, la confezione

All’interno dell’elegante (non poteva essere altrimenti) confezione, troviamo una custodia in similpelle con stampigliato in lettere giganti il nome del notebook (scelta forse un po’ pacchiana vista l’eleganza del design generale), l’alimentatore Thunderbolt 4.0 con spina di tipo “C” da ben 65 Watt, l’adattatore “C”/LAN e la manualistica operativa.

VOTO: 7,5

Costruzione, Materiali, Design, Ergonomia

Questo laptop ASUS Zenbook 14 è veramente un inno all’eleganza. Il telaio è di un bel colore grigio molto fine, con la stessa trama geometrica della scatola, che alleggerisce il tutto; l’ASUS ZenBook 14 si fa notare per la sua leggerezza: il peso, infatti, è pari a soli 1,39 Kg. Peccato che dopo qualche giorno di utilizzo, oltre ad una tendenza a scivolare dalle mani cui bisogna prestare attenzione, meglio usare la custodia, seppure non bellissima, il telaio di alluminio anodizzato dello Zenbook 14 si sia riempito di ditate, situazione non certo molta bella a vedersi.

La tastiera “ErgoSense” è ottima, pur permanendo quella sensazione di tasti leggermente “ballerini” di cui avevo parlato in sede di presentazione. Peccato manchi la retroilluminazione, soluzione che sarebbe stata molto comoda soprattutto di sera, quando non si può fare a meno di accendere la luce per lavorare, e che la scelta del tasto invio piccolo (ne parlai in sede di presentazione), possa generare confusione con quello della “ù”.

Il pulsante di accensione, in alto a destra, incorpora un sensore per il riconoscimento delle impronte digitali, molto veloce e preciso. Manca, pur non essendo fondamentale, un qualsiasi led che si illumini all’avvio, lasciando sempre il dubbio, fino a quando il logo ASUS non appare sullo schermo, di non aver acceso il notebook. In questi dieci giorni di utilizzo esclusivo (ed obbligato, vista la mia positività al “maledetto Covid“), anche questa recensione la sto scrivendo utilizzando lo Zenbook 14, il touchpad, contrariamente alle primissime perplessità in merito all’attivazione del tastierino numerico, si è rivelato ottimo, tanto da non aver mai avuto bisogno di connettere il mio mouse Bluetooth. Ottima la disposizione delle connessioni, fatta eccezione per quella USB “A”, posta nel lato sinistro che, qualora optaste per un mouse cablato, vi obbligherà a lunghi giri con il filo. Ottime le cerniere, che permettono aperture intermedie senza il rischio che lo schermo si apra/chiuda di colpo da solo.

Il peso di soli 1,39 Kg e le dimensioni ridotte (31.36 x 22.06 x 1.69 cm) lo rendono ideale per l’uso in mobilità. A voler proprio cercare il pelo nell’uovo, stonano un po’ le cornici, che potevano sicuramente essere più sottili.

VOTO: 8

Hardware & scheda tecnica

Questo specifico modello di ASUS Zenbook 14 OLED, siglato UX3402ZA è il top della serie, quindi quello meglio dotato dal punto di vista HW, con l’unica pecca di non avere una scheda grafica dedicata ma solo integrata. Un vero peccato visto il bellissimo display di cui questo laptop è dotato anche se, onestamente, nell’uso quotidiano non si notano particolari difficoltà. Vediamo nello specifico la sua scheda tecnica:

  • Display: OLED da 14 pollici, risoluzione 2,8K, refresh-rate a 90 Hz, copertura al 100% della gamma di colori DCI-P3, luminosità massima 550 nits
  • Processore: Intel Core i7-1260P 2.1 GHz di 12° generazione
  • GPU: Intel® Iris Xe (integrata)
  • RAM: 16 GB  LPDDR5
  • Memoria: SSD da 512 GB M.2 NVMe™ PCIe® 4.0 Performance
  • Sistema Operativo: Windows 11 Home
  • Webcam: HD 720p
  • Connessioni: USB 3.2 Gen 2 Type-A, 2 Thunderbolt 4 supporto display/ricarica tipo “C”, HDMI 2.0b, adattatore esterno “C”/LAN, Jack Audio da 3,5 mm combo, Lettore Micro SD
  • Connettività: Wi-Fi 6E(802.11ax) (Dual band) 2*2, Bluetooth 5.0
  • Extra: altoparlanti Harman Kardon con supporto Dolby Atmos
  • Batteria: 75 Wh con supporto alla ricarica rapida a 65 Watt
  • Dimensioni: 31.36 x 22.06 x 1.69 cm
  • Peso: 1,39 Kg

Di fatto non gli manca nulla, fatta eccezione, ovviamente, per le licenze Windows Office che, nel caso, potranno essere sostituite dalla suite “Libre Office”.

VOTO: 8,5

Software

Il sistema operativo è l’ultima versione di Windows 11 Home che, non appena terminata la configurazione, si è subito aggiornata.

Come detto, in questa configurazione base, manca del tutto la suite Office che, qualora la riteneste indispensabile, va, ovviamente, acquistata a parte. Per il mio utilizzo non ne ho sentito il bisogno, visto che possiedo un altro portatile più grande dotato della licenza. In ogni caso, ci sono ottime offerte per dotarsi dell’ultima versione della suite di Redmond anche se, visto il costo, si poteva fare un piccolo sforzo in più e regalare almeno il primo anno come, ad esempio, è stato fatto con l’antivirus McAfee.

VOTO: 7,5

Prestazioni, autonomia e multimedialità

Parlando delle prestazioni dell’ASUS Zenbook 14 OLED, non si può che partire dalla sua gemma più preziosa: il display OLED da 14 pollici con risoluzione 2,8K, refresh-rate a 90 Hz, copertura al 100% della gamma di colori DCI-P3 ed una luminosità massima di ben 550 nits. Difficile restare indifferenti di fronte alla profondità dei neri ed all’esplosione dei colori di questo schermo. Nell’utilizzo classico cui ho sottoposto il laptop ASUS, fatto di gestione di @TheGeekerz (con composizione di articoli, gestione delle foto dei dispositivi in prova, ecc), lettura/invio di centinaia di mail, visione di video anche in alta definizione, ascolto di musica in sottofondo e con cuffie cablate, trasporto nel mio zaino, si è rivelato un dispositivo vincente. Ad eccezione dell’autonomia, abbastanza lontana dalle 18 ore promesse, visto che, con l’utilizzo che ho descritto, sono arrivato a poco più di 12. Per fortuna l’alimentatore da 65 Watt provvede alla ricarica in tempi molto rapidi, permettendo di completare la carica in circa due ore e, in soli 50 minuti, di arrivare al 60% della capacità della batteria. Molto curato l’audio, affidato a due altoparlanti Harman-Kardon che supportano il sistema Dolby Atmos. La posizione, ma la razionalizzazione dello spazio non permetteva molto di più evidentemente, non è delle più felici. Sono posti, infatti, sulla parte inferiore dello chassis, una scelta che favorisce la rifrazione del suono quando l’ASUS Zenbook 14 è poggiato su una superficie rigida, con una riproduzione potente, anche grazie alla gestione dell’amplificatore da parte dell’Intelligenza Artificiale. Il discorso cambia quando si utilizza il notebook appoggiato sulle gambe, tipico uso da divano o durante un viaggio in treno/aereo: il suono, pur rimanendo godibile, diminuisce di intensità e di volume percepito.

Non sono un esperto di gaming, pertanto mi sono astenuto da questa prova. In ogni caso, viste le sue caratteristiche, non è proprio il suo ambito ideale, se non per qualche gioco leggero, adatto per passare il tempo. Ottima, invece, la visione di film, anche in altissima definizione, che il display, grazie anche al refresh-rate da 90 Hz, restituisce con colori semplicemente favolosi e neri profondissimi. Ricordo che questo schermo è certificato “Pantone”, che è un’azienda statunitense che si occupa principalmente di tecnologie per la grafica, della catalogazione dei colori e della produzione del sistema di identificazione di questi ultimi. Noto come Pantone Matching System (PMS), è divenuto la norma internazionale per quanto riguarda la grafica ed è utilizzato anche per la gestione dei colori nell’industria e nella chimica. Ultima nota di merito per le ventole, Il rumore non è mai fastidioso, anche quando (in pochi casi, oltretutto) girano al massimo.

VOTO: 9

Connettività

Grazie all’ottima dotazione, l’ASUS Zenbook 14 OLED, ha tutto quello che serve per rimanere connesso con il mondo esterno: USB 3.2 Gen 2 Type-A, 2 Thunderbolt 4 supporto display/ricarica tipo “C”, HDMI 2.0b, Jack Audio da 3,5 mm combo, Lettore Micro SD, Wi-Fi 6E(802.11ax) (Dual band) 2*2, Bluetooth 5.0. Di fatto, anche grazie all’adattatore “C”/LAN, non ci saranno mai problemi. Peccato per la presenza di una sola presa USB “A”, almeno un’altra avrebbe garantito il voto massimo.

VOTO: 9

ASUS Zenbook 14 OLED, considerazioni finali

Eccomi arrivato alla fine di questa mia prima recensione di un computer, anzi di un laptop. Questo ASUS Zenbook 14 OLED si è dimostrato un ottimo (in tutti i sensi) compagno di viaggio, soprattutto considerando l’utilizzo che ne ho fatto io. Si tratta di una macchina che, in questa configurazione, regala enormi soddisfazioni, viste i numerosi programmi eseguiti contemporaneamente senza il benchè minimo problema. Era la mia prima volta anche con Windows 11 ma, tutto sommato, a parte alcune specifiche grafiche, non ho trovato grosse differenze con il Windows 10 che uso sull’altro portatile che possiedo. Un plauso ad ASUS per essersi discostata da quel design simil Apple che, più o meno, tutti i produttori imitano senza ritegno. Parlare di prezzo, in questi casi non è molto indicativo: esistono molteplici modelli con differenti configurazioni HW, per cui possiamo parlare di prezzi compresi fra poco più di 800€ ed i 1500€ necessari per acquistare la versione che ho in prova. Sono certo che, viste le sue indubbie qualità, troverete la versione più adatta alle vostre necessità.

VOTO FINALE: 8,25

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: