ZTE Axon 20 5G il 21 Dicembre arriva in tutti i mercati

E dopo la presentazione in Cina dello scorso Settembre, ZTE Axon 20 5G arriverà in tutti i mercati il prossimo 21 Dicembre.

ZTE Axon 20 5G, finalmente

Finalmente è quasi arrivato il momento di vedere anche alle nostre latitudini il primo smartphone con la fotocamera anteriore sotto il display. Oltre ai paesi europei, ZTE Axon 20 5G sarà disponibile anche in Giappone, Corea, Tailandia, Malesia, Filippine, Emirati Arabi, Ucraina, Arabia Saudita e Sud Africa. L’annuncio dell’azienda cinese non rivela ancora il prezzo di vendita ma, posso desumere, non sarà certo uno smartphone economico: scommeterei 800/1000€ in Italia.

Il gigantesco schermo OLED da 6,92 pollici, dai bordi sottilissimi, è stato oggetto di attenzione particolare. La zona della fotocamera anteriore, infatti, ha subito trattamenti particolari per far si che la quantità di luce catturata sia sempre al massimo valore possibile per ottenere scatti di qualità. Anche l’aspetto tecnologico di una scelta simile è stato ampiamente studiato e lo ZTE Axon 20 5G sfrutterà un chip a doppio controllo ed un driver unico per la sincronizzazione dei colori oltre che una specifica matrice per ottimizzare la naturale transizione dei pixels. Confermate tutte le caratteristiche tecniche: Snapdragon 765G, 6/8/12 GB di RAM e 64/128/256 GB di memoria. ZTE Axon 20 5G sfrutterà anche una nuova tecnologia per l’antenna: Super-Antenna 2.0. La Super Antenna 2.0 fornisce all’antenna PDS un design integrato surround a 360 gradi e una tecnologia di sintonizzazione intelligente a circuito chiuso che migliora la stabilità della connessione di rete e la velocità di download. “Dodici antenne diverse sono state progettate per integrare la superficie esterna del telaio centrale”, afferma ZTE. La società afferma che aumenterà le velocità di download del 30%. Confermate anche la fotocamera principale da 64 Mpx, la batteria da 4220 mAh con supporto alla ricarica rapida da 33 Watt e, ovviamente, la connessione 5G. Anche il sistema di raffreddamento è stato particolarmente curato e sfrutterà ben tre diversi sistemi: a liquido, a multi strato di grafite e nano fibra di carbonio.

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: