Wiko View3

Wiko View 3, la recensione di The geekerz

Wiko View3

179.00
7.5

Autonomia

10.0/10

Fotocamere

9.0/10

Hardware

6.5/10

Prestazioni

6.0/10

Prezzo

6.0/10

Pros

  • Batteria
  • Fotocamere
  • Display ampio
  • Memoria
  • Aggiornamenti

Cons

  • Prestazioni
  • Risoluzione schermo
  • Foto notturne
  • Costruzione in plastica

La recensione di Wiko View3, oltre a mostrare qualche “tentennamento” di troppo, fa capire di riflesso come sia arduo competere con l’equivalente produzione cinese. Cerchiamo di capire perchè.

Wiko View3

Wiko View3, la confezione

Wiko View3

Quello che vedete nella foto è esattamente il contenuto della confezione del Wiko View3 che mi è stato spedito: telefono, un paio di auricolari decisamente “cheap”, la guida rapida (ed il pin per il carrello SIM) e null’altro. Immagino che nella scatola destinata alla vendita ci sia il caricatore rapido e, vista la porta sul telefono, un cavo USB/MicroUSB.

Costruzione, Materiali, Design, Ergonomia

Wiko View3

Se non fossero sufficienti le sue prestazioni a portarci indietro di qualche anno, la costruzione ed i materiali di Wiko View3 sono quanto di più in auge… Quattro, cinque anni fa. Lo smartphone celebra il trionfo della plastica anzi, del policarbonato come si usa dire oggi. Ma attenzione! Questo non vuol dire assolutamente poca qualità o aspetto da telefono ultra low-level. Wiko View3 dimostra precisione negli accoppiamenti e buona finitura. Non ci sono scricchiolii fastidiosi e lo smartphone calza bene nella mano grazie al peso di soli 178 grammi e nonostante le dimensioni più che abbondanti. Il retro ospita in maniera elegante, se così si può dire, il gruppo fotografico e, soprattutto, si dimostra sufficientemente refrattario a trattenere impronte digitali. Bella la sfumatura ottenuta sul modello in prova di un bel colore Blu Antracite. Un pensiero è inevitabile, però: come fanno i brand cinesi, sullo stesso livello di prezzo, a proporre dispositivi in vetro ed alluminio? Misteri dell’economia del paese dei Mandarini.

Hardware & scheda tecnica

Wiko View3

Questo è un altro aspetto che porta subito a pensare al confronto fra il Wiko View3 ed i concorrenti cinesi quali, ne cito uno per tutti, l’ancora attuale Xiaomi Redmi Note 7 (recensione). La casa francese ha deciso di spendere quanto meno possibile per il processore, indirizzandosi verso il MediaTek Helio P22, sicuramente il principale responsabile delle insufficienti prestazioni del Wiko View3. Per tornare al riferimento di poc’anzi, Redmi Note 7 monta un ben più performante Snapdragon 660. Peccato, perchè il resto della scheda tecnica non è così male. Troviamo un veloce e preciso sensore per le impronte digitali nella classica posizione a centro scocca posteriore, un bel led di notifica, 3 GB di RAM e ben 64 GB di memoria, non così abituali su un telefono di questa fascia. Peccato per l’anacronistica porta MicroUSB, ormai un “quasi” reperto storico. Di contro troviamo il jack da 3,5mm e la radio FM.

  • Display: 6,26 pollici, risoluzione HD+, formato 19:9
  • Processore: MediaTek Helio P22
  • Scheda grafica: IMG PowerVR GE8320
  • RAM: 3 GB
  • Memoria: 64 GB, espandibile fino a 256 GB
  • Batteria: 4000 mAh
  • Fotocamera principale: triplo sensore, Sony IMX486 da 12 Mpx (standard), 13 Mpx grandangolare 120°, 2 Mpx sensore di profondità
  • Fotocamera anteriore: 8 Mpx
  • Sistema Operativo: Android Pie 9.0
  • Sicurezza: sensore impronte digitali (sul retro), sblocco con riconoscimento del volto
  • Connettività: dual Sim, supporto 4G LTE, Wi-Fi 802.11 b/g/n, Bluetooth 4.2, Micro USB OTG, jack 3,5mm
  • Extra: radio FM,
  • Dimensioni: 159 x 76.5 x 8.2 mm
  • Peso: 178 gr

Software

Wiko View3

Android Pie 9.0 con una leggerissima personalizzazione Wiko che si limita a fornire alcune feature aggiuntive quali, ad esempio, la possibilità di customizzare (od eliminare via SW) il notch che ospita la fotocamera anteriore. Il tutto manifesta troppi impuntamenti e lag importanti, colpa, come già detto, del processore MediaTek. Alle classiche funzioni di Android Pie, come il benessere digitale, ad esempio, troviamo un utile “Simple Mode” per chi è poco avvezzo alle “complicazioni” tecnologiche. L’esemplare in prova è aggiornato alle patch di Luglio e questo mi fa temere (come da sempre succede per i Wiko) sulla regolarità degli aggiornamenti.

Comparto fotografico

Wiko View3

Prova completa del comparto fotografico QUI.

Prestazioni, autonomia e multimedialità

Wiko View3

Cominciamo dall’aspetto migliore in assoluto di questo Wiko View3: l’autonomia. La sua batteria da 4000 mAh è qualcosa di straordinario e garantisce sempre due giorni pieni di utilizzo. Ricordo che al MWC di Barcellona, in sede di presentazione, i PR ci avvisarono di aspettarci dei risultati mai visti in uno smartphone di questo livello. Certo, il prezzo da pagare e avere on-board quell’obbrobrio di processore, sicuramente poco affamato di energia, ma davvero insufficiente per uno smartphone del 2019. Troppi, decisamente troppi quasi due secondi per passare da un’applicazione all’altra. Di conseguenza anche la gestione del multitasking genera qualche apprensione di troppo. Impossibile giocare ad Asphalt 9 in maniera soddisfacente e, se siete gamers incalliti, meglio saperlo in anticipo. Peccato, perchè il display da quasi 6,3 pollici, nonostante la risoluzione solo HD+ (ero un po’ di tempo che non notavo la “quadrettatura” dei pixel) si vede bene e, grazie alle cornici ridotte, permette di usufruire dei contenuti multimediali senza grossi compromessi. Attenzione però: il Wiko View 3 manca del supporto a Widevine L1, per cui non sarà possibile lo streaming dei video in HD. Solo discreto l’audio fornito dallo speaker mono.

Connettività e comparto telefonico

Wiko View3

Altro comparto dove si è pensato al massimo risparmio possibile. Wi-Fi monobanda, Bluetooth 4.2, jack da 3,5mm e porta MicroUSB (?????) sono le connessioni con il mondo esterno di Wiko View3. Manca NFC ma è presente un comodo led di notifica. Nessun problema particolare nella gestione del segnale telefonico, con l’indubbia comodità del supporto alla doppia SIM se si decide di rinunciare all’espansione di memoria.

Wiko View3, considerazioni finali

 

Siamo alla fine di questa recensione e mi trovo un po’ in difficoltà nell’esprimere un giudizio. Wiko View3 può contare su alcune eccellenze non da poco, quali il gruppo fotografico (soprattutto con buone condizioni di luce), l’incredibile batteria ed un display dalle dimensioni “generose”. E per il 75% degli utenti potrebbe andare bene così! Ma è difficile chiudere un occhio sulla poca fluidità, sui tempi biblici per chiudere un’app ed aprirne un’altra, soprattutto pensando al “solito” confronto con Mr. Xiaomi di cui prima. Il prezzo di listino di Wiko View3 è pari a 179€ ma on-line si trova a qualche decina di Euro in meno (QUI l’offerta di ZetaTecnologia). Se la velocità di sistema non è il vostro must, un prodotto da tenere in considerazione.

Wiko View3

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?