Sony Xperia 5, la recensione di The Geekerz

Sony Xperia 5

799.00
7.8

Display

10.0/10

Fotocamere

9.0/10

Design

8.0/10

Software

7.0/10

Ergonomia & Maneggevolezza

5.0/10

Pros

  • Display
  • Fotocamere
  • Design
  • Dotazione
  • Software

Cons

  • Autonomia
  • Batteria
  • Ergonomia
  • Maneggevolezza
  • Prezzo (rispetto ai concorrenti)

Ed anche per Sony Xperia 5 è arrivato il momento della recensione e, ve lo anticipo subito, il risultato finale ha deluso decisamente  le mie (forse troppo alte) aspettative.

Sony Xperia 5, la confezione

Bella, anche se un po’ anonima, la confezione di Sony Xperia 5. All’interno troviamo il caricatore rapido da 18 Watt, il cavo USB “C”, l’adattatore USB “C”/jack femmina, un ottimo paio di cuffie in-ear. Manca una cover e questa. lo scoprirete più avanti, è una pessima decisione.

Costruzione, Materiali, Design, Ergonomia

Il design di Sony Xperia 5 riprende quello del fratello maggiore Xperia 1 (che non ho mai provato) ma in un formato più compatto. La costruzione si avvale di vetro e alluminio ed il formato del display resta il cinematografico 21:9. E’ molto elegante e, a parte il bordo superiore, che ospita fotocamera e sensori, gli altri lati sono molto sottili. Discutibile la scelta di posizionare sul lato destro il bilanciere del volume, il sensore delle impronte, il tasto di accensione e quello dell’avvio rapido della fotocamera: sono decisamente troppi e, soprattutto, il sensore impronte (oltre che molto lento ed impreciso) si rivela molto difficile da azionare per i mancini. Sul lato sinistro troviamo il cassetto porta (doppia) SIM, chiuso da un decisamente anacronistico sportello, lo scotto da pagare per la certificazione IP68 contro acqua e polvere. Sul retro spicca il gruppo fotografico che sporge di un paio di mm, ed è troppo esposto agli urti senza una cover di protezione. Purtroppo il retro in vetro ed il bordo in alluminio stondato rendono pessima l’ergonomia e la maneggevolezza di Sony Xperia 5. E’ praticamente impossibile, come anticipai nella presentazione, utilizzarlo senza una cover per la scivolosità che supera quella di una saponetta e per il posizionamento dei comandi. Quando eleganza non fa rima con ergonomia!

Hardware & scheda tecnica

La dotazione di Sony Xperia 5 è da top di gamma, per lo meno di uno uscito ormai 5/6 mesi fa, lo dimostra la presenza di un bel Snapdragon 855, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria espandibile se si rinuncia alla seconda SIM. Come detto nella sezione dedicata al design, pessimo il posizionamento del sensore per le impronte digitali. Inoltre troppe volte si rinuncia ad utilizzarlo perchè non riconosce mai il polpastrello. Più rapido ma, ovviamente, meno sicuro lo sblocco con il riconoscimento del volte di Google. Manca il jack da 3,5mm con Sony che offre un adattatore nella confezione. La presenza del sistema di feedback dinamico della vibrazione che si attiva in determinate condizioni (video di YouTube ad esempio) è ottima a livello di idea ma totalmente inutile perchè, alla fine risulta anche fastidiosa. Ottimo, per fortuna, il display da 6,1 pollici OLED che è anche dotato della funzione Always-On-Display.

  • Display: OLED 6,1 pollici, FullHD+, 21:9, Alway-On-Display
  • Processore: Snapdragon 855
  • RAM: 6 GB
  • Memoria: 128 GB espandibile con MicroSDXC fino a 512 GB
  • Fotocamera principale: triplo sensore da 12 Mpx, 26 mm standard, 16 mm grandangolare a 130° e 52 mm teleobiettivo, stabilizzatore ottico d’immagine, stabilizzatore video ibrido OIS/EIS, zoom ottico 2X, zoom digitale 5X
  • Fotocamera anteriore: 8 Mpx, Display Flash, SteadyShot
  • Sistema Operativo: Android 10 (aggiornamento ricevuto in corso di prova)
  • Connettività: NFC, Bluetooth 5.0, USB “C” 3.1, GPS+GLONASS
  • Reti: LTE 4G, supporto Dual-SIM
  • Sicurezza: sensore impronte laterale, sblocco con riconoscimento del volto
  • Protezione: resistente all’acqua IP65/68
  • Batteria: 3140 mAh con ricarica rapida, caricatore da 18Watt
  • Extra: PS4 Remote Play, Potenziatore gioco, Dynamic Vibration System, supporto Dolby Atmos
  • Dimensioni: 158 x 68 x 8,2 mm
  • Peso: 164 grammi

Software

Durante il periodo di utilizzo il Sony Xperia 5 ha ricevuto l’aggiornamento ad Android 10 che mantiene l’ambientazione stock generale del SW. Peccato che l’aspetto sia un po’ datato e sarebbe ora che Sony pensasse seriamente al rinnovo grafico e stilistico dell’interfaccia. Fra le pochissime personalizzazioni troviamo quella del pannello laterale che offre scorciatoie e applicazioni più utilizzate. Si attiva, anzi, si attiverebbe, con un doppio tocco sul bordo dell display ma non funziona praticamente mai ed alla fine l’ho disabilitato anche per togliermi di fronte l’assillante pop-up che mi chiedeva di provarlo “assolutamente”. Abbiamo anche un potenziatore della funzione “gaming” che concentra tutta la potenza di Sony Xperia 5 sul gioco, disattivando anche le notifiche per non disturbare il giocatore.

Comparto fotografico

Troverete la prova completa QUI.

Prestazioni, autonomia e multimedialità

Nessun particolare problema, con Sony Xperia 5 che mostra il fianco a qualche rallentamento solo dopo un utilizzo prolungato e quando la temperatura sale oltre il livello di guardia (come durante prolungate sessioni di registrazioni in formato 4K). Durante l’esecuzione di Asphalt 9 Legends, ho potuto notare la perdita sporadica di qualche frame. Detto che sono ancora poche le applicazioni che supportano il formato 21:9 del display, la visione dei video resta un’esperienza molto positiva, prima di tutto per la qualità del pannello che offre anche una possibilità di personalizzazione importante. Discreto l’audio stereo che, però, presenta una sgradevole asimmetria fra i due speaker. Totalmente inutile, come già riportato, la vibrazione atipica dinamica. E veniamo all’altro, grande problema di questo sony Xperia 5: l’autonomia. La scelta di una batteria da “soli” 3140 mAh si è rivelata, come temevo, abbastanza limitante per chi, come me, sfrutta lo smartphone spremendolo al massimo. In queste condizioni non si arriva a coprire tutta la giornata, con la necessità di un rifornimento di energia già verso metà pomeriggio. C’è, ovviamente, la modalità Stamina, ma questo vuol dire limitare molto la funzionalità del dispositivo. Buona, ma non eccelsa, la ricarica rapida da 18 Watt; non è supportata la ricarica wireless.

Connettività e comparto telefonico

C’è tutto quello che serve tranne radio FM, sensore IR e Jack da 3,5mm. Il Bluetooth è in versione 5.0, troviamo NFC, Wi-Fi dual-band, GPS Glonass e l’uscita video dalla presa USB “C” in standard 3.1. Potremo utilizzare due SIM solo rinunciando alla MicroSD e la massima velocità di download in 4G LTE è pari (in teoria) a 1600 Mbps. Perchè in teoria? Perchè, per la prima volta, uno smartphone Sony mi ha deluso in termini di ricezione e tenuta del segnale.

Sony Xperia 5, considerazioni finali

Nokia 1

La mia espressione in foto la dice lunga su quello che penso alla fine della recensione di Sony Xperia 5. Non me la sento di promuovere completamente il dispositivo che, al di là dell’aspetto molto elegante e del design ricercato, deve scontare una scivolosità da record ed una batteria assolutamente insufficiente per un uso intenso. Per carità, una buona cover riduce il rischio di caduta dalle mani, ma nulla può influire sulla incomprensibile scelta di posizionamento dei comandi. Anche il costo iniziale era decisamente alto, ma oggi il prezzo di Sony Xperia 5 ha subito una drastica riduzione e l’offerta migliore che ho trovato è questa di EBay a 550€. Fra i punti a suo favore il comparto fotografico d’eccellenza e l’ottimo display. Basterà a convincervi? Mmmmmm…

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?