realme GT NEO 3, test foto & video @TheGeekerz

Dopo la prova del realme GT NEO 3T di ieri, oggi tocca al realme GT NEO 3 passare l’esame di fotografia e video qui @TheGeekerz.

Fotocamere realme GT NEO 3, bene… Ma non benissimo

Per il comparto fotografico del realme GT NEO 3, la casa ha attinto a piene mani a quanto presente nei magazzini aziendali, combinando un ibrido fra quanto presente su realme GT 2, realme GT 2 Pro e realme 9 Pro Plus. Anzi, la dotazione è esattamente la stessa di quest’ultimo, venduto a prezzo decisamente inferiore. Vero è che sono altre le qualità per cui si decide di acquistare il realme GT NEO 3 ma, in ogni caso, su un dispositivo che costa 700€ (al netto delle offerte) in questa versione di prova, ci si poteva aspettare qualcosa di più. La dotazione, giusto per chi non lo ricordasse prevede: un sensore principale Sony IMX 766 da 50 Mpx, f/1.9, 24mm (wide), 1/1.56″, 1.0µm, PDAF, OIS; uno ultra grandangolare 8 Mpx, f/2.3, 15mm, 120˚ (ultrawide), 1/4.0″, 1.12µm ed il solito (e inutile) macro 2 Mpx, f/2.4. La fotocamera anteriore è una 16 Mpx, f/2.5, 26mm (wide), 1/3.09″, 1.0µm.

L’applicazione “fotocamera” è esattamente la stessa del cugino testato ieri ed offre, di conseguenza le stesse opzioni. Una prima, necessaria, precisazione; al netto delle condizioni di scatto, praticamente sempre le stesse, perchè ho provato i due telefoni durante lo scorso weekend al mare della Liguria inquadrando gli stessi soggetti a guisa di confronto diretto, le foto del realme GT Neo 3T hanno sempre mostrato “qualcosina” in più in termini di chiarezza, contrasto e definizione dei colori. Il realme GT NEO 3 tende, non so bene per quale arcano mistero, a scurire leggermente la foto e ve ne potete rendere conto nel confronto qua sotto dove, a sinistra, abbiamo lo scatto del realme GT NEO 3 e a destra quello del realme GT NEO 3T. Direi che rendere meglio il concetto di quanto ho appena scritto non sarebbe stato possibile. Mentre su quella a destra sono perfettamente visibili le impronte sulla sabbia, con un ottimo contrasto fra zone chiare e scure, su quella a sinistra il tutto sembra un po’ “impastato”, con definizione e contrasto di minore qualità e la spiaggia che sembra una macchia unica.

In ogni caso, le foto riprese con il sensore da 50 Mpx che, lo ricordo, è stabilizzato otticamente, sono sempre più che buone, indipendentemente dalla qualità della luce esterna. Purtroppo, ma me l’aspettavo, la qualità non è la stessa quando si usa la lente ultra grandangolare. Nulla di drammatico, per carità, ma è impossibile non notare la differenza.

Negli ingrandimenti un po’ audaci (e lo vedremo anche nel video in 4K) come quello che riprende la fantastica Amerigo Vespucci, si nota la tendenza a pixellare la foto, nonostante l’assistenza dello stabilizzatore ottico. Splendide, pur con qualche nota di rumore digitale le immagini ottenute in modalità “notte”, nelle quali la gestione delle ombre è davvero degna di nota. Trovo eccezionale quella che ritrae, da circa 300 metri di distanza, l’Amerigo Vespucci alle prime ombre della sera.

Pur con le leggere differenze con il realme GT NEO 3T, anche in questo caso la gestione dei colori dei fiori ritratti sia in modalità bokeh che normale, mi sembra decisamente buona.

Allego lo scatto ottenuto con la lente macro per dovere di cronaca. Anche in questo caso si nota (sempre in confronto al Neo 3T) la tendenza a scurire il soggetto, situazione che mi fa pensare ad una diversa interpretazione del SW di gestione più che ad un difetto.

Nulla da segnalare anche per quanto riguarda i selfie ottenuti con la fotocamera anteriore da 16 Mpx, comparabili per risultato a quelli del GT NEO 3T, visto che il sensore è lo stesso, anche se si nota una maggiore difficoltà con il contrasto del cielo.

Per finire la prova, come sempre, ecco la parte relativa ai video. Devo dire che nella registrazione in 4K, soprattutto con gli ingrandimenti a 10X (al di la del tremolio dovuto al fatto di riprendere a mano libera in spiaggia) torna quella tendenza agli artefatti e a pixellare il soggetto: ve ne potete rendere conto nell’ingrandimento che ho eseguito inquadrando il palazzo, soprattutto qualche secondo prima, quando riprendo spiaggia e bagnasciuga. Me ne sono accorto anche registrando la figlia di una coppia di amici al suo saggio di canto (non pubblico il video per ovvi motivi), ingrandendo fino a riprenderla in primo piano. Come detto prima, potrebbe essere un problema di SW, nel qual caso risolvibile con un aggiornamento specifico. Nessun problema, stante le limitazioni dovute alla ridotta risoluzione, con la lente ultra grandangolare.

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: