OnePlus Nord 2T 5G in prova @TheGeekerz

È stato presentato in Italia un mese e mezzo fa, ed oggi il OnePlus Nord 2T 5G è arrivato in prova qui @TheGeekerz.

OnePlus Nord 2T, pronto a dare battaglia

Dopo il Nord CE2, un altro OnePlus arriva in prova @TheGeekerz e questa volta l’asticella si alza di un paio di livelli, perchè il OnePlus Nord 2T 5G è uno smartphone che giunge sul mercato con con l’intento di inserirsi nella battaglia che coinvolge i migliori mid-level del settore, compresi i realme GT che fanno parte della stessa grande famiglia che vede a capo “mamma” OPPO. Il OnePlus Nord 2T 5G si presenta con alcune caratteristiche tecniche importanti, anche se non certo rivoluzionarie rispetto al modello Nord 2. Si parte dal processore MediaTek Dimensity 1300, principale differenza rispetto al predecessore, scelta non più inusuale in questa fascia di prodotti e, senza ombra di dubbio, ulteriore certezza dello spazio sempre più ampio che MediaTek si sta ritagliando nel panorama delle migliori CPU.

In questa versione dal colore Jade Fog, letteralmente “nebbia di giada”, ci troviamo di fronte ad una cover posteriore che, pur essendo in plastica, regala una lucentezza ed una brillantezza davvero eccezionali. Peccato che tenda a raccogliere un po’ troppe impronte e ad essere leggermente scivoloso se utilizzato senza la cover in dotazione. A proposito di quest’ultima, lasciatemi ribadire, come più volte fatto in passato, che continuo a non capire perchè si facciano degli smartphone estremamente curati dal punto di visto estetico e di design per poi essere costretti a nascondere il tutto a causa di custodie dal disegno così particolare che nasconde tutta la zona posteriore, come potete vedere nella foto qua sotto. Non sarebbe meglio una bella cover trasparente? Chiedo per un amico!

In tutta questa lucentezza, spicca il modulo delle fotocamere che, in omaggio alla moda attuale, sono ospitate in due cerchi uguali per dimensioni. Anche in questo caso, in tutta onestà, non si capisce il perchè della posizione delle fotocamere, soprattutto di quella macro da 2 Mpx che risulta asimmetrica rispetto alle altre due. Davvero difficile intuirne il motivo, soprattutto pensando a quanto lo stile per gli smartphone OnePlus sia sempre stato un must irrinunciabile. Giusto per rimanere in tema fotocamere, il sensore principale è il Sony IMX766 da 50 Mpx, comune a tanti modelli concorrenti, affiancato da un ultra grandangolare da 8 Mpx e dal già citato sensore macro da 2 Mpx. Ci sono anche due flash led, appaiati in senso verticale, a lato dei due cerchi.

Per fortuna, la piccola caduta di stile del sensore macro si recupera con l’iconico slider per la gestione dei volumi, lascito dei primi OnePlus di Carl Pei, che non ha mai nascosto di ispirarsi molto più che liberamente ad iPhone, che reputa ancora un esempio di stile, prova ne sia il Nothing phone (1) che sarà presentato martedì 12 Luglio. Diamo un’occhiata alla scheda tecnica completa del OnePlus Nord 2T 5G.

  • Display: AMOLED da 6,43 pollici, FullHD+, HDR 10+, refresh-rate a 90 Hz, vetro Gorilla Glass 5
  • Processore: MediaTek Dimensity 1300
  • Scheda grafica: Mali-G77 MC9
  • RAM: 8 (versione in prova)/12 GB, dinamica fino a 5 GB
  • Memoria: 128/256 GB (versione in prova 128 GB), USF 3.1, non espandibile
  • Sistema operativo: Android 12, Android 12, OxygenOS 12.1
  • Fotocamere posteriori: principale Sony IMX766 da 50 Mpx, f/1.9, 24mm (wide), 1/1.56″, 1.0µm, PDAF, OIS; ultra grandangolare 8 Mpx,  f/2.2, 120˚; macro da 2 Mpx, f/2.2
  • Fotocamera anteriore: 32 Mpx, f/2.4, (wide), 1/2.8″, 0.8µm
  • Connettività: USB “C “2.0, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/6, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot; Bluetooth 5.2
  • Extra: doppio speaker stereo, driver Dirac
  • Sicurezza: sensore ottico impronte a display, sblocco con riconoscimento 2D del volto
  • Batteria: 4500 mAh, ricarica rapida SuperVOOC a 80 Watt
  • Dimensioni: 159.1 x 73.2 x 8.2 mm
  • Peso: 190 grammi
  • Colori: Gray Shadow, Jade Fog (versione in prova)

Nulla da dire dal lato SW: il OnePlus Nord 2T 5G arriva con Android 12 e l’interfaccia OxygenOS e, subito dopo aver terminato la configurazione, è arrivata la notifica di un aggiornamento da circa 500 MB che ha risolto alcune problematiche della fotocamera in determinate condizioni, oltre ad aver fissato gli immancabili piccoli bug ed aver aumentato la stabilità del sistema.

L’interfaccia OxygenOS, divenuta famosa proprio con i OnePlus, oltre a non nascondere la sua derivazione da ColorOS di “mamma” OPPO, offre una serie di personalizzazioni che permettono all’utente di, come si dice in questi casi, ritagliarsi lo smartphone su misura. Sono garantiti tre aggiornamenti principali, per cui si dovrebbe arrivare fino ad Android 15. Il OnePlus Nord 2T, in questa versione 8/128 GB costa ufficialmente 409€ e bisogna aggiungerne un centinaio per comprare quella 12/256 GB. Ovviamente, rispetto alla versione dell’anno scorso, c’è stato un aumento (situazione ormai comune in tutti gli ambiti di vita quotidiana) ma, in ogni caso, siamo a qualche decina di Euro in meno rispetto alla maggior parte della concorrenza. Al momento in cui scrivo questo articolo, non ci sono offerte particolarmente più convenienti in giro per il web.

Bene, da oggi comincia il cammino del OnePlus Nord 2T 5G qui @TheGeekerz, percorso che, attraverso gli usuali test e le classiche prove, culminerà con la recensione finale. Seguitemi, come sempre (e vi ringrazio con affetto) per non perdervi nulla del nuovo OnePlus Nord 2T 5G.

Stay Tuned!

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: