standby

Come anticipare lo Standby dei Macbook per risparmiare batteria

Quando su un Macbook si chiude il coperchio, questo non va direttamente in Standby ma, inizialmente, entra in modalità Sleep.

Si tratta di uno stato di “sonno leggero”, ovvero di sospensione in cui viene tolta la corrente a tutto, tranne che alla memoria RAM, che rimane alimentata.

Questo permette di avere un ridotto consumo energetico e un risveglio istantaneo quando si riapre lo schermo. La modalità standby di ibernazione sarà avviata successivamente, una volta che è trascorso un certo periodo di Sleep “normale”. Il motivo di tutto questo è che sui portatili Mac la modalità di ibernazione è configurata nella modalità 3 delle seguenti disponibili:

  • Modalità 1: di default sui fissi. Solo Sleep normale, mai standby
  • Modalità 3: di default sui Macbook. Inizialmente Sleep normale e successivamente ibernazione.
  • Modalità 25: direttamente ibernazione.

Per chi non lo sapesse, l’ibernazione è una funzionalità in cui viene copiata tutta la RAM in un file immagine su disco rigido, permettendo così di mantenere in sospeso la sessione di utilizzo del Mac/PC anche quando si va a togliere la corrente alla RAM. Il dispositivo è come se fosse spento (in termini di consumi energetici), ma quando si avvia è nuovamente nella stessa situazione di quando si è disattivato, con un avvio comunque più veloce rispetto a quando lo si accende da spento.

Di default nei Macbook prodotti successivamente al 2013,  il tempo che intercorre tra l’avvio della modalità Sleep e l’avvio dello Standby è di 3 0re, mentre in quelli antecedenti è di circa 1 ora (70 minuti per la precisione). Ovviamente questo risulta molto comodo quando si prevede di riutilizzare a breve il Macbook, beneficiando del risveglio istantaneo dalla modalità Sleep, ma se lo schermo viene chiuso con l’intento di lasciare il portatile disattivato per un tempo prolungato, queste 3 ore di attesa prima della modalità Standby sono semplicemente un consumo energetico inutile (seppur leggero).

Ma non è possibile far si che il Macbook si iberni prima del decorrere delle 3 ore? Purtroppo no, dalle impostazioni non è presente un’interfaccia utente che permetta di gestire quest’impostazione. Ma niente paura, esiste sempre un modo.

Lo standby può essere modificato da Terminale.

standby

Avviando l’applicazione terminale, si può verificare l’attuale impostazione digitando:

  • pmset -g

standby

Come si può osservare dall’immagine, l’indicatore standbydelay è settato a 10800 (secondi). Questo equivale proprio alle 3 ore di cui si parlava prima. Si può anche osservare come la modalità di ibernazione (hibernatemode) sia settata su 3. L’unica cosa che bisogna ora fare, è andare a modificare la variabile standbydelay, decidendo se applicare la modifica a una delle seguenti situazioni:

  • -b: quando collegati alla batteria
  • -c: quando collegati al cavo di carica
  • -u: quando si usa un UPS (gruppo di continuità)
  • -a: tutte le situazioni

Il comando da digitare è il seguente:

  • sudo pmset -b standbydelay 4200

(essendo un comando “sudo”, quindi da amministratore della macchina, viene richiesta l’immissione della password)

A questo comando è possibile cambiare:

  • la dicitura “-b”, scegliendone una tra quelle indicate poco sopra
  • il valore “4200” (equivalente a 70 minuti), con il numero che si preferisce

standby

Nulla di più. Ovviamente, se si volesse tornare alle impostazioni di default, non bisogna fare altro che andare nelle impostazioni di sistema, nella sezione “Risparmio energetico” e ripristinare le impostazioni di default.

standby

 

Scritto da

Il blogging è il secondo lavoro, ma la tecnologia è la prima passione. TheBulgaroShow!

Ti potrebbe interessare anche...