realme 9 Pro, la recensione @TheGeekerz

realme 9 Pro

349
8.5

Autonomia

10.0/10

Software

9.0/10

Costruzione & Materiali

8.0/10

Display

8.0/10

Prezzo

7.5/10

Pros

  • Batteria
  • Display a 120 Hz
  • Costruzione
  • Software
  • Hardware

Cons

  • Fotocamera inferiore a Serie 8
  • Manca led notifica
  • Design anonimo
  • Prezzo
  • Audio

La serie numerica è quella che ha permesso a realme di imporsi nella difficile fascia mid-level del mercato ed il realme 9 Pro si avvia a confermare tale primato. Ecco la mia recensione.

realme 9 Pro, la confezione

La solita scatola gialla, tipica della produzione di realme, nel caso di realme 9 Pro è arricchita da alcuni inserti marroni che ne alleggeriscono il design e lo rendono più elegante. La dotazione è quella tipica di questa fascia di modelli, peraltro decisamente ricca. Caricatore DART da 33 Watt, cavo USB “C”, cover in silicone scuro che, per la prima volta devo dire, non è proprio il massimo in termini di qualità, tanto che l’ho cambiata dopo qualche giorno di utilizzo. Manualistica e pin per il cassetto SIM completano la dotazione.

VOTO: 8

Costruzione, Materiali, Design, Ergonomia

Ancora una volta realme si distingue per le ottime scelte in termini di materiali e design, volte al contenimento dei costi e del peso finale. Quindi la scelta non poteva cadere che sulla cara, “vecchia” plastica ma, come detto in fase di presentazione, si fa veramente fatica a non confonderla con il vetro. La disposizione dei comandi è quella classica, con pulsante di accensione a destra e rocker del volume a sinistra. Il display da 6,6 pollici si inserisce in maniera morbida ed elegante. Non è certo una rivoluzione di stile rispetto al precedente realme 8 Pro, ma si nota un certo affinamento delle linee generali che, unito al peso di soli 182 grammi, rende il realme 9 Pro molto maneggevole. Stranamente, la sensazione di scivolosità aumenta con la cover in dotazione calzata. Sul retro totalmente liscio, spicca il supporto delle fotocamere che, ormai da qualche mese, è diventato una sorta di carta d’identità dei modelli realme. Si tratta di un supporto quasi quadrato che ospita i tre sensori fotografici. Sporge appena ma non in modo da rendere difficoltoso l’uso quando appoggiato ad una superficie rigida. Altoparlante mono, presa USB “C” e Jack da 3,5 mm completano il quadro.

VOTO: 8

Hardware & scheda tecnica

In perfetta linea di continuità con la serie precedente, il realme 9 Pro si avvale di quanto c’è di meglio sul mercato per i dispositivi di fascia media. Ecco, di conseguenza il processore Snapdragon 695 5G, 8/128 GB di RAM/memoria (modello in prova) e 120 Hz di refresh-rate del display LCD IPS. Il sensore delle impronte digitali è coassiale al tasto di accensione scelta che, come sempre, non piacerà ai mancini. Ma la velocità di risposta è tale che ci si dimentica presto di questo piccolo fastidio. Anche il realme 9 Pro offre la possibilità di “aumentare” la RAM, sfruttando fino a 5 dei 128 GB di memoria, un’opzione che lo rende ancora più veloce e fluido. Peccato che, mancando il display AMOLED e, di conseguenza, l’Always-on-Display, non si sia pensato ad un led di notifica. Vediamo la scheda tecnica completa:

  • Display: LCD IPS da 6,6 pollici, FullHD+, refresh-rate a 120 Hz
  • Processore: Snapdragon 695 5G
  • Scheda grafica: Adreno 619
  • RAM: 8 GB dinamica (versione in prova), 6 GB
  • Memoria: 128 GB, espandibile
  • Sistema operativo: Android 12, Realme UI 3.0
  • Fotocamere posteriori: principale 64 Mpx, f/1.8, 26mm (wide); ultra grandangolare 8 Mpx, f/2.3, 16mm, 119˚; profondità 2 Mpx, f/2.4
  • Fotocamera anteriore: 16 Mpx, f/2.5, 26mm (wide)
  • Connettività: USB “C” 2.0, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, Bluetooth 5.0, GPS, NFC, 5G, doppia SIM
  • Extra: jack audio 3,5 mm
  • Sicurezza: sensore impronte a display, sblocco con riconoscimento 2D del volto
  • Batteria: 5000 mAh, ricarica rapida Dart a 33 Watt
  • Dimensioni: 165 x 77 x 8 mm circa
  • Peso: 182 grammi
  • Colori: Midnight Black, Aurora Green (versione in prova), Sunrise Blue

VOTO: 8,5

Software

La vera sorpresa del realme 9 Pro è la presenza di Android 12 e della nuova interfaccia realme U.I. 3.0 alla prima accensione. Rispetto alla versione precedente, oltre alle peculiarità specifiche della nuova versione del SW di Mountain View, si notano il nuovo design ed un generale miglioramento dell’insieme. Il comportamento del realme 9 Pro è esente da da qualsiasi lag, la frequenza di aggiornamento a 120 Hz del display dà una grossa mano nel rendere il tutto molto fluido. Non mancano le solite, piacevoli chicche della realme U.I. quale, ad esempio il clonatore di sistema, che permette la creazione di un ambiente parallelo al principale. Risulta molto utile quando si ha la necessità di gestire gli aspetti professionale e privato della vita di tutti i giorni. Presenti pagine flottanti, gestures e barra laterale per il lancio veloce delle applicazioni più utilizzate.

VOTO: 9

Comparto fotografico

La prova completa è disponibile QUI.

VOTO: 8

Prestazioni, autonomia e multimedialità

Il realme 9 Pro si rivolge ad un pubblico che non cerca prestazioni da urlo e che spacchino il centesimo di secondo nell’apertura delle applicazioni. Al contrario, hanno bisogno di un dispositivo che risponda con prontezza e che garantisca loro tanta autonomia. E, grazie alla batteria da 5000 mAh con caricatore DART da 33 Watt, non ci sono preoccupazioni di sorta in questo senso. Se non si usa il realme 9 pro come una macchina da guerra non è difficile raggiungere il giorno e mezzo pieno di autonomia. Con qualche accortezza in più, anche i due giorni completi sono un traguardo alla portata di tutti. L’accoppiata Snapdragon 695/8 GB di RAM garantisce prestazioni di livello superiore, anche con giochi particolarmente ostici come Aphalt 9. Utile ricordare, a questo proposito, che anche sul realme 9 Pro esiste lo “spazio” dedicato ai giochi: attivandolo si avrà a disposizione tutta la potenza dello smartphone, potendo anche scegliere di silenziare le notifiche per non essere disturbati. Lo schermo, pur non essendo un AMOLED, garantisce un’ottima resa dei colori e la visione dei video si rivela un’esperienza ricca ed appagante. Peccato per l’audio, emesso dall’unico speaker mono, che oltre ad un volume non particolarmente alto, risulta un po’ troppo “piatto”, con le tre frequenze base che tendono a confondersi, impastando il tutto.

VOTO: 8

Connettività e comparto telefonico

C’è tutto quello che serve, compreso il Jack da 3,5 mm per le cuffie cablate. Il realme 9 Pro, grazie al processore Snapdragon 695 permette la connessione 5G (almeno dove presente). La qualità telefonica è sempre ai massimi livelli e non ci sono problemi anche in ambienti particolarmente ostici.

VOTO: 8,5

realme 9 Pro, considerazioni finali

Ed eccoci arrivati al momento del giudizio finale della recensione del realme 9 Pro. Come detto in apertura, non offre una rivoluzione rispetto alla serie “8” ma non era neanche quella l’intenzione della casa. Si tratta di uno smartphone onesto, che magari non si riconosce al volo in mezzo ai concorrenti ma che, una volta cominciato ad usare, saprà soddisfare il 95% delle esigenze dell’utenza che lo sceglierà. Il comparto fotografico, solo apparentemente inferiore alla serie 8, che offriva la fotocamera principale da 108 Mpx, regala scatti molto buoni, soprattutto quando le condizioni di luce sono ottimali. Inoltre con la batteria che si ritrova e la ricarica a 33 watt non dovrete preoccuparvi di arrivare a sera con il “serbatoio” vuoto. Il prezzo ufficiale della versione in prova è di 349€ e sullo store di realme, al momento dell’ordine, riceverete gratis un paio di auricolari TWS realme Buds Q2 (Blue). Acquistandolo su Amazon, lo si trova a 322,50€ ma senza gli auricolari in omaggio.

VOTO FINALE: 8,2

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: