realme 10, la recensione @TheGeekerz

realme 10 4G

0.00
8.6

Display

10.0/10

Prestazioni

9.0/10

Autonomia

8.5/10

Fotocamera 50 Mpx

8.0/10

Costruzione & Materiali

7.5/10

Pros

  • Display
  • Prestazioni
  • Software completo
  • Fotocamera 50 Mpx ottima
  • Peso contenuto

Cons

  • Attira troppe impronte
  • Manca sensore teleobiettivo
  • "Solo" 4G
  • Fotocamera frontale
  • Cover in dotazione

Da un paio di settimane di prova, appena qualche minuto dopo la presentazione ufficiale, ecco la recensione di realme 10 qui @TheGeekerz.

Con il realme 10, l’azienda evolve la sua serie numerica, presentando un dispositivo che si pone si alla base della serie, ma non per questo rinuncia alla dotazione ed a prestazioni di livello eccelso. Un degno successore di quel realme 9 che, in tutte le sue declinazioni, così tanto successo ha riscosso fra gli utenti del brand e non solo, visti i numeri realizzati in tutto il mondo.

Avevo qualche perplessità in merito alla scelta del processore, ma il MediaTek Helio G99 che equipaggia il realme 10 4G si è rivelato un ottimo componente, come scoprirete nella lettura di questa recensione.

realme 10, la confezione

Nel solco della tradizione della serie numerica, la confezione del realme 10 è nel classico colore giallo. All’interno troviamo l’alimentatore da 33 Watt, il cavo USB “C”, la cover in silicone brunito (che si ricopre in fretta di ditate), il pin per il carrello porta SIM e la solita manualistica.

VOTO: 7,5

Costruzione, Materiali, Design, Ergonomia

Il realme 10 conferma la linea stilistica inaugurata con il recente realme C33, che vede i sensori delle fotocamere montati direttametne sulla scocca, senza l’interposizione di alcun supporto. Il tutto rende il design molto pulito e, nella colorazione Rush Black del modello in prova, anche molto elegante. Peccato che l’utilizzo su un piano senza la cover, diventa un po’ “ballerino”. A proposito di colore, ancora una volta realme si dimostra particolarmente attenta allo stile. Il colore nero, infatti, oltre ad essere caratterizzato da un disegno a nido d’ape molto sottile, tende a sfumare su di una tinta più chiara verso il bordo inferiore, regalando un effetto particolare. Lo stile è sempre un elemento essenziale degli smartphone realme. realme 10 presenta un Light Particle Design, che prende ispirazione dalle potenti particelle che viaggiano alla velocità della luce. Inoltre, il prodotto sfrutta 6 strati di rivestimento per ottenere una straordinaria finitura lucida e una texture 3D accattivante. Il device si presenta in due opzioni di colore: Clash White e Rush Black.

Direi un tentativo ben riuscito di differenziarlo dalla concorrenza. Peccato che, come si nota anche dalle foto, il policarbonato con il quale è costruito (e che compone anche il frame) raccolga ditate a iosa; calzare la cover non aiuta granchè, perchè anch’essa si riempie di segni dopo pochi minuti. Lo stile total flat, se da una parte lo avvicina ad altri modelli della casa, dall’altra (oltre ad essere il mio preferito) rende il realme 10 molto maneggevole ed ergonomico. Strana la scelta di posizionare il sensore delle impronte digitali sul tasto di accensione pur in presenza dello schermo AMOLED. Tutti i tasti ed il cassetto porta SIM si inseriscono nel frame con discrezione, contribuendo ad elevare la sensazione di eleganza del realme 10.

VOTO: 8

Hardware & scheda tecnica

Il realme 10 vede protagonista il processore MediaTek Helio G99, una CPU che è presente su tanti dispositivi di questa fascia. Alle nostre latitudini i più conosciuti sono il POCO M5 ed il Motorola G72. Sul modello che ho in prova è “accompagnato” da 8 GB di RAM dinamica (fino a 5 GB virtuali in più) e 128 GB di memoria UFS 2.2, espandibile con MicroSD. Esistono altre due versioni: 4/128 GB e 8/256 GB, per soddisfare tutte le esigenze e le tasche degli utenti. La scheda grafica è una Mali-G57, a completare una dotazione da perfetto mid-level. Il display è un AMOLED da 6,4 pollici, con la classica risoluzione FullHD+ e refresh-rate massimo a 90 Hz, in alternativa ai 60 Hz di base. Esiste anche una modalità automatica che regola il refresh-rate a seconda dell’impiego.

Non manca un buon Always-on-Display, anche se dalle possibilità di personalizzazione abbastanza limitate. Di fatto è possibile solo scegliere di visualizzare la data, la batteria e le notifiche, stop. L’audio non è stereo, purtroppo, e anche con la modalità “ultra” (che segna un livello massimo del 200%) il volume è appena sufficiente. Vediamo la scheda tecnica completa.

  • Display: AMOLED da 6,4 pollici, FullHD+, HDR 10+, refresh-rate a 90Hz
  • Processore: MediaTek Helio G99
  • Scheda grafica: Mali-G57
  • RAM: 4/8 GB (versione in prova 8 GB) LPDDR4X
  • Memoria: 128/256 GB UFS2.2 (versione in prova 128 GB), espandibile con MicroSD
  • Sistema operativo: Android 12, realme U.I. 3.0
  • Fotocamere posteriori: principale 50 Mpx, 2 Mpx, B&W, bokeh.
  • Fotocamera frontale: 16 Mpx
  • Connettività: USB “C” 2.0, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, hotspot, Bluetooth 5.1, GPS, NFC, 4G, doppia SIM
  • Extra:
  • Sicurezza: sensore impronte su tasto accensione, sblocco con riconoscimento 2D del volto
  • Batteria: 5000 mAh, ricarica rapida 33 Watt
  • Dimensioni: 159,9 x 73,3 x 7,95 mm
  • Peso: 178 grammi
  • Colori: Rush Black (versione in prova), Clash White

VOTO: 7,5

Software

Nessuna novità almeno per ora, in attesa di Android 13 che dovrebbe arrivare all’inizio del 2023. Quindi Android 12 e realme U.I. 3.0, con tutte le personalizzazioni cui siamo abituati ormai da qualche mese. Il sistema scorre fluido e senza l’ombra di bug e offre tantissime opzioni di personalizzazione e sicurezza, vedasi il clonatore di sistema, che permette di ricreare una sezione privata e protetta da password, dove poter salvare files, foto e quant’altro da indebite attenzioni.

VOTO: 8,5

Comparto fotografico

Il comparto fotografico del realme 10 si compone di tre sensori: il principale è un 50 Mpx, con sensore Samsung JN1, che abbiamo già visto su altri dispositivi della casa, il secondario è un 2 Mpx bianco/nero per l’effetto profondità. Il terzo è quella della fotocamera frontale da 16 Mpx. Inoltre, la fotocamera primaria offre una modalità notturna migliorata con tecnologia ProLight, che riduce notevolmente il rumore e una velocità di scatto migliorata del 121%, grazie alle prestazioni del processore. Una premessa è doverosa: il realme 10 non nasce con l’intento di essere un super camera-phone ma, piuttosto, con quello di fornire a i suoi utenti una fotocamera che, soprattutto in condizioni di luce ottimale, possa garantire scatti di buona qualità. Ed è proprio quello che il sensore da 50 Mpx svolge al meglio. Non essendo prevista una lente teleobiettivo, meglio non spingersi oltre gli ingrandimenti 2X per avere foto di un certo livello. Oltre i risultati sono solo un insieme di “quadrettoni” senza significato. Ecco una carrellata di foto ottenute solo con il sensore principale.

Da segnalare la gestione dei colori che, pur trattandosi di un mid-range, è di un livello eccellente. realme 10 offre anche la modalità Street Photography 2.0, che presenta un filtro pop in stile anni ’90 e una funzione di peak e zoom che consente agli utenti di controllare manualmente le zone di messa a fuoco e di ingrandire e/o rimpicciolire a piacimento. La lente da 2 Mpx con sensore B/W, permette di ottenere buone foto con effetto bokeh molto belle, per coloro che amano questo tipo di immagini.

Dove il realme 10 mi ha letteralmente sorpreso è con la funzione “notte”. Probabilmente a causa di una minore difficoltà a gestire la luce ed alla già citata tecnologia ProLight, gli scatti sono di un livello superiore e di seguito ne potete vedere alcuni esempi.

Quanto detto a proposito di questa modalità, vale anche per la fotocamera anteriore da 16 Mpx. Le foto “notturne”, sia normali che bokeh, sono decisamente migliori di quelle “diurne”.

In ultimo, come sempre, parliamo di video; i risultati sono più che sufficienti. La risoluzione massima è la FullHD a 1080p., 60frps. Non abbiamo stabilizzazione, ovviamente, ma non si tratta di una grossa pecca, visto il target di utenza cui il realme 10 si rivolge. Diciamo che si tratta di video onesti, ecco.

VOTO: 7,5

Prestazioni, autonomia e multimedialità

Le prestazioni del realme 10 sono state una bella sorpresa. Il processore MediaTek Helio G99 svolge bene il suo “sporco lavoro” e, cosa importante, lo fa senza farsi notare in termini di riscaldamento. Anche dopo lunghe sessioni di Aphalt 9 che, oltretutto, gira benissimo e senza salti di frame, nessun problema di calore eccessivo. Gli 8 GB di RAM, che sul modello in prova possono essere virtualmente aumentati di ulteriori 5 GB, offrono il loro corposo contributo, ed anche con tante applicazioni aperte non ho mai avuto lag o blocchi. L’altro protagonista d’eccezione è il display, un pannello che offre prestazioni di livello superiore, grazie anche al refresh-rate a 90 Hz, un valore più che sufficiente per uno smartphone come il realme 10. Peccato, di contro, che l’audio non sia allo stesso livello. C’è solo un altoparlante e fa ciò che può per offrire un suono di un certo livello ma, nonostante l’interessante opzione che aumenta il volume fino al 200%, per i miracoli, purtroppo, si sta ancora attrezzando. Meglio utilizzare auricolari esterni, anche cablati, visto che realme non ha rinunciato al jack da 3,5 mm. La batteria da 5000 mAh regala al realme 10 un’autonomia eccezionale. Si arriva quasi a due giorni completi senza grosse rinunce in termini di prestazioni; la ricarica rapida da 33 Watt permette di completare il rifornimento in tempi inferiori ai 90 minuti.

VOTO: 7,5

Connettività e comparto telefonico

Sulla falsariga di altri dispositivi di questa fascia di mercato, il realme 10 offre tutto ciò che serve per rimanere connessi con il mondo virtuale senza grosse rinunce in termini di velocità. La ricezione è ottima anche in ambienti ostici e la navigazione diventa difficile solo se siete in cantina o dentro un ascensore.

VOTO: 8,5

realme 10, considerazioni finali

Mentre si è appena conclusa la presentazione ufficiale del realme 10, qui @TheGeekerz tiriamo le somme di questa recensione. Si tratta di un ottimo mid-level, che offre agli utenti un dispositivo semplice, veloce e dalle prestazioni al di sopra di ogni sospetto. La scelta del MediaTek Helio G99 è un buon compromesso fra il contenimento dei costi e la qualità delle prestazioni che, in ogni caso, rimangono di ottimo livello. Il prezzo di lancio del realme 10 8/128 GB è di 279,99€, ma fino al 16 Novembre sarà possibile acquistarlo con un’offerta a 249,99€.

La novità importante è la garanzia che dai soliti due anni passa a tre senza aumento del prezzo, indice di quanto realme sia convinta della bontà di questo realme 10.

VOTO FINALE: 7,9

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: