POCO X4 GT, test foto & video @TheGeekerz

Dopo il OnePlus 10 Pro, testato ieri, tocca al POCO X4 GT sottoporrsi alla prova del suo comparto fotografico, come ne uscirà?

POCO X4 GT, un comparto fotografico onesto

Data la sua appartenenza alla fascia mid-level del mercato e, soprattutto, il far parte dell’immensa galassia Xiaomi, il comparto fotografico del POCO X4 GT sfrutta quanto disponibile nei magazzini della casa senza lasciarsi andare a soluzioni ardite. Ecco, allora, il sensore principale da 64 Mpx, quello ultra grandangolare a 120° da 8 Mpx e, tutto sommato, l’inutile sensore macro/profondità da 2 Mpx.

In apertura ho definito “onesto” il comparto fotografico del POCO X4 GT, perchè, pur non potendo certo competere con i top di gamma, si dimostra pronto per ogni occasione e, tutto sommato, in grado di soddisfare le esigenze di un’utenza media, che necessita di scattare foto e registrare video senza l’ambizione di competere per il premio Pulitzer. Ovviamente gli scatti migliori sono quelli ottenuti con le migliori condizioni di luce, anche se, come vedrete dagli esempi, sia nella modalità “notte” che quella “normale” le foto ottenute in condizioni di luce scarsa/assente non sono niente male. Non essendo dotato di lente teleobiettivo, gli ingrandimenti risultano poco chiari e molto quadrettati ma, onestamente, pretendere di meglio sarebbe voler chiedere troppo. Una menzione particolare spetta al SW di gestione che, grazie all’AI e all’HDR, riesce a tirare fuori il meglio possibile dall’HW del sistema. Grazie alla splendida mattinata di Torino, ne ho approfittato per una passeggiata al parco del Valentino, dove ho scattato e registrato in situazioni diverse. Vediamo una carrellata di esempi, giusto per capire se siete d’accordo con me.

Come vi accennavo, in condizioni di luce scarsa, il POCO X4 GT non sfigura grazie, ancora una volta, ad una modalità “notte” decisamente autorevole, nonostante alcune tracce di rumore digitale siano percepibili.

Un esempio in modalità “bokeh”, giusto per vedere come se la cava la lente da 2 Mpx.

La fotocamera frontale da 16 Mpx, soprattutto in queste condizioni di luce, ne esce molto bene. La registrazione video di questo sensore da 16 Mpx è “solo” in FullHD a 1080p.

In ultimo, come sempre, i video di prova. Devo subito correggere un’affermazione che ripeto più volte nelle registrazioni in 4K. In questa risoluzione il framrate massimo è @30fps e non @60 come dico nel video, vi chiedo scusa per l’errore. Forse è proprio la registrazione video l’ambito dove il POCO X4 GT mostra qualche defaillance di troppo, soprattutto se rapportato ai diretti concorrenti. Ma, ancora una volta, è giusto sottolineare che i risultati video sono tali da poter soddisfare l’80% dell’utenza che acquisterà questo telefono.

POCO X4 GT, foto e video OK

Alla fine della prova, il POCO X4 GT conferma la sua natura di smartphone con un comparto fotografico onesto. Come detto i migliori risultati si ottengono con condizioni di luce ottimali ma, e questo gioca senz’altro a suo favore, la perfetta integrazione fra SW e HW, permette di ottenere risultati di tutto rispetto. Che per un dispositivo che si trova intorno ai 300€ è, senza ombra di dubbio, un traguardo importante.

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: