Pixel Fold “Passport” potrebbe essere il pieghevole di Google

Sono sempre più insistenti i rumors che segnalano il fatto che Google stia lavorando al suo pieghevole che, almeno per ora, è identificato come Pixel Fold Passport.

Pixel Fold Passport, Google si affida a Samsung

Per il suo Pixel Fold Passport (nome in codice, non definitivo), Google non può che affidarsi a chi per prima ha creduto nei dispositivi pieghevoli, ovvero Samsung, da anni impegnata nei progetti di tale tipologia di dispositivi. La notizia che la casa coreana ha inviato i samples dei suoi display a Google e Apple, anche la casa californiana è al lavoro su un iPhone Fold, è nota da tempo. Secondo quanto pubblicato dal periodico coreano ETNews, gli ingegneri di Mountain View avrebbero già dato il via libera definitivo all’utilizzo dei display Samsung con tecnologia UTG, Ultra-Thin Glass per il loro Pixel Fold Passport. Nota a margine… Anche un famoso dispositivo Blackberry si chiamava così e anticipava l’idea di un display decisamente più esteso rispetto alla concorrenza di allora, significherà qualcosa?

Sempre secondo ETNews, Samsung sarebbe pronta a vendere tale tecnologia UTG a partire dalla seconda metà di quest’anno, grazie all’esclusivo vantaggio raggiunto sui principali concorrenti. Questo la metterebbe anche al riparo dalla possibilità di perdere la supremazia in questa particolare fascia di mercato dove, è giusto sottolinearlo, l’azienda coreana regna sovrana. Nonostante Mario Queiroz, a capo della sezione progettazione e sviluppo dei Google Pixel abbia affermato che i primi progetti su un Pixel Fold Passport siano del 2019, nulla è ancora arrivato alla fase definitiva di produzione. Sarà la volta buona?

Stay Tuned!

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: