Pixel 6 e Pixel 6 Pro, un “imprevisto” rivela tutto di loro

Ancora una volta sarebbe un “errore” di qualcuno l’improvvida messa in rete della pagina contenente tutte le specifiche dei nuovi Pixel 6 e Pixel 6 Pro.

Il “Grande Pettegolo del Web” ci mostra i Pixel 6

L’errore, ma sapete da tempo che sono azioni specificatamene deliberate per aumentare l’hype nei confronti di un nuovo smartphone, sarebbe stato del famoso store inglese Carphone Warehouse, che avrebbe messo in rete inavvertitamente, la pagina con tutte le note informative dei nuovi Pixel 6 e Pixel 6 Pro. Non che ci fosse ancora molto da scoprire, in verità, ma fa sempre un certo effetto verificare cosa saranno i due nuovi top di gamma di Google. Poteva il noto Grande Pettegolo del Web, @EvLeaks, al secolo Evan Blass lasciarsi sfuggire l’occasione di di rinforzare la sua fama di leaker? Ovviamente no, ed ecco tutto quello che ne è venuto fuori.

 

Si parte, ovviamente, dalla parte più interessante, il processore proprietario Tensor che motorizzerà i due Pixel 6. Il Tensor è dotato di un nuovo “custom image processor” che, secondo Google, sarebbe dell’80% più performante rispetto al Pixel 5. Si pone forte l’accento sulla sicurezza, informando che l’utente sarà sempre in grado di controllare quali applicazioni stanno utilizzando fotocamera e microfono e quando lo fanno.

Si passa poi alle caratteristiche specifiche delle fotocamere dei Pixel 6, la cui fotocamera da 50 Mpx sarà in grado di catturare “più colore, più dettaglio” e fino al 150% in più di luce, sempre in confronto al “vecchio” Pixel 5. Fra le features più importanti, ci saranno il “Magic Eraser“, che permetterà di eliminare velocemente dalla foto tutto quello che non interessa, ed il “Face Unblur“, che permetterà di ritoccare i volti sovraesposti. Per quanto riguarda il Pixel 6 Pro, sappiamo già che alla lente principale da 50 Mpx e a quella da 12 Mpx ultra grandangolare, si affiancherà un sensore teleobiettivo da 48 Mpx. Sarà capace di zoom ottico 4X e dotato della tecnologia “Super Res Zoom“, lanciata nel 2018 con i Pixel 3, capace di zoom ibrido fino a 20X.

Grazie a tutte queste funzioni ed alla qualità dell’applicazione dedicata, i Pixel 6 e Pixel 6 pro, nelle intenzioni di Google, devono confermarsi come i migliori “camera-phone” disponibili sul mercato. A questo proposito non si può non sottolineare quanto fatto con la fotocamera frontale, un sensore ultra grandangolare da ben 94°, per far entrare proprio tutti gli amici nel selfie.

Le batterie dei Pixel 6 e Pixel 6 Pro dovrebbero essere, rispettivamente, da 4614 e 5000 mAh, anche se non ci sono ancora conferme ufficiali in merito. Quello che si sa dalle informazioni rilasciate da Blass è che, grazie alle funzioni di risparmio, l’autonomia dei due Pixel 6 può arrivare fino a due giorni completi con una sola ricarica. Il Pixel 6 pro, inoltre, sarebbe dotato di supporto alla ricarica rapida che permetterebbe di arrivare fino al 50% della capacità in meno di trenta minuti. Il Pixel 6 Pro è dotato anche della funzione “Battery Share” che, come è facile intuire, permetterà di caricare (anche via wireless) un altro dispositivo compatibile. Fra le altre funzioni del nuovo Android 12 e della sua interfaccia “Material You”, scopriamo, ad esempio, che con il “Live Space” potremo avere molte più informazioni sul volo prenotato. Se con la funzione precedente “At a Glance”, sul display, all’approssimarsi del volo veniva mostrato l’orario, adesso apparirà anche la carta d’imbarco, per check-in velocissimi in aeroporto.

Sono confermate le certificazioni IP68 per acqua e polvere ed il particolare trattamento del display protetto dal vetro Corning Gorilla Glass Victus, che offre una resistenza ai graffi fino a due volte maggiore. Lo schermo è costruito secondo la tecnologia LTPO (Low-Temperature Polycrystalline Oxide) ed è dotato di un refresh-rate variabile fra i 10 ed i 120 Hz a seconda dei contenuti mostrati.

Non potevano mancare gli accessori, ai quali viene dedicata una pagina specifica. Sembra confermato che non ci saranno i caricatori nelle confezioni dei Pixel 6 e Pixel 6 Pro, per seguire le (pessime) orme di Samsung ed Apple. Per ora non ci sono notizie in merito a cover e custodie specifiche che, a quanto sembra, arriveranno solo in seguito al presentazione ufficiale che, lo ricordo, sarà il prossimo 19 Ottobre.

Stay Tuned!

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: