Nothing Phone (1), test foto & video @TheGeekerz

Me lo sono portato dietro nella splendida terra di Puglia il Nothing phone (1), per approfittare dei suoi luoghi magici e mettere alla prova le sue fotocamere.

Nothing phone (1), fotocamere da mid-level

Approcciarsi al comparto fotografico del Nothing phone (1), la nuova creatura di Carl Pei, vuol dire rivedere molte delle nostre convinzioni in tema di fotocamere e smartphones. Intanto bisogna sempre tenere bene a mente che il Nothing phone (1) non è un top di gamma ed il contenimento dei costo, per quanto Carl Pei possa aver edulcorato la pillola, lo si nota proprio nelle scelte relative al comparto fotografico. Il sensore principale è il noto Sony IMX766 da 50 Mpx, f/1.9, 24mm (wide), 1/1.56″, 1.0µm, PDAF, OIS, affiancato da un ultra grandangolare sempre da 50 Mpx,  f/2.2, 114˚, STOP! Nessuna traccia di teleobiettivo, bokeh e neanche della tanto vituperata lente macro da 2 Mpx, la cui funzione è svolta dal sensore principale. La fotocamera anteriore è da 16 Mpx, f/2.5, (wide), 1/3.1″, 1.0µm.

L’applicazione “fotocamera” è caratterizzata da un’interfaccia molto minimale, dotata delle funzioni che servono ma nulla di più. Non esiste una opzione “notte” specifica ma, quando le condizioni della luce diventano insufficienti, l’interfaccia mostra nella modalità automatica l’icona della luna che attiva la funzione vera e propria. E mentre ci siamo, vi mostro proprio alcuni scatti in modalità notturna, dove il Nothing phone (1) ha sfoggiato un risultato che, in tutta onestà, non mi aspettavo. Tantissima la luce catturata, senza per questo aumentare a livelli drammatici il rumore digitale.

Prima di procedere con l’analisi delle altre foto, occorre fermarsi un momento per parlare del comportamento dell’applicazione fotocamera del Nothing phone (1). Forse per colpa del gran caldo, ma è successo anche con le foto “notturne”, tante volte (troppe, direi) il telefono si è bloccato sulla schermata di scatto senza dare la possibilità di fare nulla se non chiudere tutte le applicazioni e ripartire da capo. Era parecchio tempo che non mi capitava, anche con dispositivi di livello inferiore. In questi giorni Nothing sta rilasciando un aggiornamento che mira proprio a migliorare le prestazioni del comparto fotografico e, lo spero vivamente, anche quella dell’applicazione stessa.

In condizioni di luce ottimali, il Nothing phone (1) sfrutta al meglio il sensore principale Sony IMX766 da 50 Mpx, offrendo scatti belli e ben contrastati. Quello che è ancora da migliorare, e speriamo che l’update risolva la situazione, è la gestione della luce e, soprattutto, il controllo del bilanciamento dei colori che, per fortuna sporadicamente, è completamente sbagliato. Non c’è dubbio che sia una situazione dovuta al SW di gestione e, come detto, assolutamente risolvibile con l’aggiornamento corretto. Mancando una lente teleobiettivo, ovviamente, gli ingrandimenti regalano risultati appena appena sufficienti. A proposito, scordatevi ogni effetto bokeh, viste le uniche due lenti presenti.

Ancora qualche scatto del meraviglioso mare di Puglia e dei luoghi magici che ho scoperto in questa splendida regione, dove non ero mai stato prima e che vi consiglio di visitare senza perdere un solo minuto. I luoghi sono qualcosa di assolutamente magico ma, proprio per questo, evidenziano senza pietà tutti i piccoli problemi di cui le fotocamere del Nothing phone (1) sono affette.

La fotocamera anteriore da 16 Mpx offre risultati nella media delle colleghe del lato “B”, senza brillare ma senza neanche fare danni. Nella media, appunto…

Last but not least, i video. La risoluzione massima di registrazione è 4K @30fps per le fotocamere posteriori e FullHD @1080p. per quella anteriore. I risultati, anche in questo caso, sono tutt’altro che eccezionali, con video scattosi e, soprattutto con la lente ultra grandangolare, con qualche problema di gestione di bilanciamento dei colori. A voi il giudizio.

Nothing phone (1), in attesa dell’aggiornamento

Come avrete senz’altro capito, il Nothing phone (1) e le sue fotocamere è ancora abbastanza lontano dall’offrire risultati degni di nota e paragonabili ai migliori concorrenti. Credo sia del tutto normale per uno smartphone al debutto assoluto sul mercato ma, per fortuna l’azienda sta rilasciando proprio in questi giorni il secondo aggiornamento che riguarderà principalmente il comparto fotografico. Dopo averlo ricevuto, per ora non ho ancora avuto la notifica, vedremo se i principali problemi saranno stati risolti.

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: