Galaxy S9

MWC 2018 Presentazione e video anteprima Galaxy S9 e Galaxy S9+

Dopo non poche difficoltà affrontate per ottenere l’agognato badge, ho assistito all’evento di presentazione dei nuovi Galaxy S9 e S9+.

Galaxy S9

Galaxy S9 e S9+, tutto confermato, come ci si aspettava

Ovviamente, tutti quelli che erano i rumors e le anticipazioni delle scorse settimane sono stati, ovviamente, confermati e Galaxy S9 e S9+ sono esattamente quello che ci aspettavamo. Non ci sono rivoluzioni in fatto di stile e i due dispositivi sono, di fatto, un’evoluzione dei modelli precedenti, dei quali affinano alcuni particolari. Vediamo, intanto, la scheda tecnica dei due nuovi top di gamma Samsung:

  • Schermo: 5,8 e 6,2 pollici QHD+ Super AMOLED 18,5:9
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 845 (USA) ed Exynos 9810 (Europa)
  • RAM: 4 /6 GB
  • Memoria interna: 64 GB espandibile (con microSD fino a 400 GB)
  • Fotocamera posteriore: 12 megapixel, con apertura variabile (f/1.5 o f/2.4). Galaxy S9+ presenta una doppia fotocamera da 12 megapixel a focale fissa (f/2.4) con zoom 2x ed una ad apertura variabile Wide. Stabilizzazione ottica dell’immagine.
  • Fotocamera frontale: 8 megapixel f/1.7 con autofocus
  • Connettività: dual SIM (opzionale), dual VoLTE, Wi-Fi dual-band, Bluetooth 5.0, GPS, NFC, USB Type-C 2.0
  • Dimensioni: 147,6 x 68,7 x 8,4 mm e 158,1 x 73,8 x 8,5 mm
  • Batteria: 3.000 / 3.500 mAh
  • Certificazione: IP68
  • OS: Android 8.0 Oreo Samsung Experience 9.0

Lo schermo è lo stesso Infinity Display introdotto l’anno scorso con i Galaxy S8/S8+ con i bordi arrotondati. La rivoluzione, se così possiamo definirla, riguarda la parte posteriore dove trova, finalmente, una posizione ergonomicamente corretta il sensore delle impronte digitali, posto sotto la fotocamera. Come previsto, la (le) fotocamera guadagna l’apertura focale variabile fra f/1,5 e f/2,4 per scatti ottimizzati e di qualità anche quando le condizioni di luce si fanno critiche. In caso di scatti in notturna, oltre all’apertura focale variabile, il SW di Galaxy S9, opera una compressione tale per cui si dovrebbe cancellare quasi del tutto il “rumore” di fondo.

Galaxy S9

I Galaxy S9 e S9+ acquisiscono un audio degno di questo nome, grazie al doppio speaker ottimizzato da AKG e il supporto al Dolby Atmos. Fra le altre novità, ma è veramente difficile definirla tale, Samsung ha dotato i due top di gamma della sua versione di Animoji, definita “EmojiAR“. Per la loro creazione, difatti, i Galaxy S9 e S9+ utilizzano la realtà aumentata per un effetto molto realistico. Gli avatar così creati potranno essere condivisi anche con utenti che non utilizzano telefoni Samsung. I due dispositivi saranno disponibili a partire dal prossimo 15 Marzo al prezzo, rispettivamente, di 899 e 999 per Galaxy S9 e Galaxy S9+. Al di là delle indubbie qualità del comparto fotografico, siamo sicuri che un prezzo così elevato non favorirà il cugino maggiore Galaxy Note 8? Staremo a vedere…

Di seguito il video ufficiale della presentazione (in versione condensata) e la prima presa di contatto con i due dispositivi.

 

 

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. devo aggiungere altro?

Ti potrebbe interessare anche...