Doro 8032

MWC 2018: Doro presenta Doro 8035, Doro 7060 e Doro SmartCare

Durante i giorni del MWC 2018, sono stato ospite allo stand Doro, brand conosciuto per la sua produzione indirizzata al mondo senior. Ne ho approfittato per un’occhiata ai nuovi Doro 8035 e Doro 7060.

Doro 7060

Doro e la sua attenzione per il mondo senior

Doro presenta due nuovi telefoni con l’obiettivo di connettere le generazioni. L’azienda leader mondiale nel settore delle telecomunicazioni per i senior presenta Doro 8035 e Doro 7060 al Mobile World Congress 2018.

  • Doro 8035 è uno smartphone facile da usare dal suono forte e chiaro che offre una guida passo per passo con l’obiettivo di aiutare gli utenti a personalizzare il telefono in base alle proprie esigenze, senza limitare i vantaggi di possedere uno smartphone. La gestione da remoto consente ad amici e familiari di assistere l’utente in caso di necessità o difficoltà.
  • Doro 7060 è il nuovo telefono cellulare con apertura a conchiglia, grandi tasti e tecnologia VoLTE (Voice Over LTE).

Secondo una ricerca europea condotta da Doro, l’uso di smartphone tra i senior (65+) sta crescendo sempre di più e le richieste all’interno di questo gruppo stanno diventando sempre più diverse. Quasi la metà (46%) degli anziani si sente insicura quando si tratta di tecnologia, mentre l’altra metà (54%) gestisce la tecnologia con maggiore facilità e richiede un insieme più ampio e vario di funzionalità. I senior hanno anche esigenze specifiche dovute all’età: l’82% degli anziani ha problemi di vista, il 29% di udito e il 42% ha difficoltà nel maneggiare gli oggetti. Gli smartphone del mercato di massa spesso non riescono a essere da supporto per queste specifiche esigenze legate all’età e rallentano l’adattamento dei senior alla tecnologia, rendendo difficile l’utilizzo di questi strumenti di comunicazione e l’utilizzo di app.

“Molti senior vogliono fare il grande passo verso l’utilizzo degli smartphone. Vogliono poter accedere agli stessi strumenti di comunicazione e alle app utilizzate dai loro parenti e amici più giovani per rimanere sempre connessi con le persone più care. Il nostro obiettivo, grazie al nuovo smartphone Doro 8035, è di connettere queste generazioni”, afferma Robert Puskaric, CEO e Presidente di Doro.

Per soddisfare molteplici requisiti, Doro 8035 offre diverse modalità di navigazione e interfacce. Quando si accende il telefono per la prima volta ci si trova davanti a una guida che, passo per passo, accompagna e aiuta gli utenti a trovare il sistema di navigazione e l’interfaccia giusti in base alle proprie esigenze. Grazie alla modalità Facile, dedicata agli utenti con poca o nessuna esperienza con gli smartphone, si ottiene un’interfaccia semplificata e facile da comprendere e abbastanza completa da fornire tutti i vantaggi chiave di uno smartphone. La modalità Standard è invece più simile al classico launcher Android ma migliorato con il DNA di Doro che si distingue grazie ai tasti e alle icone più grandi e al tasto “I want to”. Doro 8035

Doro 8035 possiede un design nuovo ed elegante pensato su misura per le esigenze dei senior: suono forte e chiaro, robusto e facile da impugnare, con tre pulsanti fisici. Doro 8035 è inoltre dotato della funzione Team Viewer che offre accesso completo al device e una gestione da remoto dello smartphone per consentire ad amici e familiari di dare supporto all’utente, indipendentemente da dove si trovi. La gestione da remoto è disponibile anche tramite mydoromanager.com, dove l’utente, la famiglia e gli amici, possono accedere allo smartphone tramite desktop e, per esempio, gestire il pulsante di sicurezza o eseguire il backup delle foto. Inoltre, Doro 8035 sarà completamente integrato con le soluzioni SmartCare di Doro che forniranno funzionalità di sicurezza avanzate agli utenti.

L’azienda presenta anche Doro 7060, il telefono clamshell di facile utilizzo con tecnologia VoLTE, che consente di effettuare chiamate vocali con una qualità elevata sfruttando la rete 4G: un ulteriore passo avanti innovativo che ha l’obiettivo di attenuare le problematiche dell’udito che colpiscono gli anziani. Il nuovo telefono possiede un ampio display a colori da 2,8 pollici e un display esterno a colori da 1,44 pollici con identificazione delle chiamate in entrata. Doro 7060 dispone di tasti a contrasto elevato e di grandi dimensioni, ben distanziati tra loro, un tasto diretto per la fotocamera, il pulsante di assistenza e l’accesso da remoto tramite mydoromanager.com, per consentire all’utente di sentirsi sicuro e connesso in ogni momento.

 

Doro 7060

“Sulla base dei risultati delle nostre ricerche realizziamo prodotti con hardware e software il più semplice possibili. In questo modo i feature phone Doro vengono sviluppati in funzione del vero utilizzo che ne fanno le persone. Per quanto riguarda gli smartphone, invece, siamo riusciti ad abbattere la barriera tecnologica che incontrano molti utenti senior, presentando device con un’interfaccia grafica semplificata e intuitiva: con sole tre icone (Chiama, Visualizza, Invia) è possibile gestire l’80% delle funzioni dello smartphone. Questo è il DNA Doro che connette le generazioni”, afferma Mauro Invernizzi, Country Director di Doro Italia.

Doro Smart Care, per non lasciarli mai soli

Doro presenta SmartCare: la nuova soluzione tecnologica per la sicurezza e l’assistenza delle persone senior

– Doro, leader mondiale nel settore delle telecomunicazioni per i senior, presenta al Mobile World Congress di Barcellona 2018 il servizio SmartCare, una nuova soluzione per espandere il proprio portfolio dedicato alle tecnologiche innovative per gli anziani che rendono la vita più facile e sicura.

SmartCare di Doro è una soluzione di assistenza tecnologica basata su cloud pensata per le esigenze degli anziani. Connette i sensori di casa al cloud al fine di allarmare automaticamente e informare i parenti, amici o i fornitori di assistenza in caso di incidente o cambiamenti nel comportamento.  

Con il lancio della nuova soluzione SmartCare abbiamo attuato un’importante mossa strategica per il nostro business. Le persone senior vogliono sempre di più rimanere a casa ed essere indipendenti il più a lungo possibile: SmartCare di Doro è stato sviluppato pensando proprio a queste necessità. Offrendo sistemi e dispositivi completi che rendono la vita più facile sia per gli anziani sia per i loro familiari e amici, miriamo a estendere il tempo in cui potranno vivere a casa contribuendo anche allo sviluppo sostenibile del welfare sociale”, afferma Robert Puskaric, CEO e Presidente di Doro.

Il cambiamento demografico implica sfide per la società 

La popolazione anziana sta crescendo e a livello globale mentre quella in età lavorativa sta diminuendo rispetto agli anziani. Dal punto di vista dei costi dell’assistenza sociale, questo crea sfide significative per la società dal momento in cui gli anziani che vivono a casa spesso hanno bisogno di sostegno da parte di assistenti o degli stessi parenti. Secondo un’indagine condotta da Doro, il 24% della popolazione europea presta assistenza a una persona anziana e il 61% di loro afferma di essere spesso preoccupato che possano capitare incidenti come per esempio cadute o ferite. La distanza è una vera e propria barriera per chi deve aiutare o sostenere i parenti più anziani che vivono in casa. Infatti, il 44% degli anziani ha i figli che vivono in altre città e il 12% in altri paesi e questo porta difficoltà nel rimanere in contatto ogni giorno. Per la maggior parte di loro il telefono cellulare è l’unico strumento per ottenere aiuto in caso di incidente ma i senior non hanno sempre il loro telefono a portata di mano. Questa situazione crea una forte domanda di nuove soluzioni innovative e affidabili per aiutare, sostenere e rimanere in contatto con i propri cari in casa.  

SmartCare di Doro: la tecnologia che migliora la qualità della vita degli anziani, dei loro familiari e amici

Per soddisfare questa domanda, Doro presenta SmartCare, una soluzione di assistenza tecnologica pensata per gli anziani. SmartCare di Doro è dotato di un home gateway e di sensori intelligenti collegati al servizio cloud My Doro. In tal modo, si possono connettere i sensori con lo smartphone e con le unità che appartengono a fornitori di assistenza, ai parenti e agli anziani. Il sistema è autocalibrante del comportamento individuale ed è in grado di rilevare gli incidenti e di segnalare l’allarme in tempo reale ai parenti o i fornitori di assistenza. Doro SmartCare si basa su un’architettura di sistema aperta in modo da assicurare la connettività verso sensori e dispositivi di terze parti. Questo significa che se una persona cade dalle scale di casa, il sensore rileva automaticamente la caduta e in automatico avvisa i parenti, i centri Doro per la ricezione o altre terze parti, che a loro volta possono contattare l’anziano o chiamare i servizi di emergenza o i fornitori di assistenza. Grazie al servizio My Doro, i parenti e i fornitori di assistenza ricevono notifiche, avvisi e allarmi sulle attività in casa, come per esempio: “Il frigorifero non è stato aperto nelle ultime 24 ore” o “la porta di casa non è stata chiusa correttamente”.  

“Niente è più difficile da accettare, per un anziano, che dover lasciare la propria casa perché da solo non ce la fa più. D’altro canto, per i familiari questa situazione è difficile da sostenere sul lungo termine e arreca sempre più preoccupazioni. La nostra offerta è pensata per sostenere entrambe le parti attraverso una soluzione di assistenza tecnologica intelligente e in grado assicurare tranquillità e sicurezza”, commenta Mauro Invernizzi, Country Director Italia.  

L’offerta dell’azienda con Doro Connect and Care e la gestione da remoto degli smartphone tramite mydoromanager.com, hanno fornito una grande esperienza per la fornitura di prodotti che supportano e aiutano gli anziani nella vita di tutti i giorni e offrono tranquillità e sicurezza ai parenti. Con SmartCare di Doro l’azienda fa un importante passo avanti per diventare un fornitore completo di tecnologia per gli anziani e per i loro parenti.

SmartCare di Doro sarà disponibile a partire dal quarto trimestre del 2018.

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. devo aggiungere altro?

Ti potrebbe interessare anche...