Facebook

A Merry Mobile Christmas: Facebook presenta uno studio che rivela le abitudini dei consumatori su Facebook e Instagram nel periodo pre-festivo

Facebook presenta uno studio che rivela le abitudini dei consumatori su Facebook e Instagram nel periodo pre-festivo e come i brand possono sfruttare questi insight per pianificare al meglio le proprie campagne

Facebook

Facebook, “A Merry Mobile Christmas”

Con la stagione festiva 2017 pronta ad entrare nel vivo, Facebook presenta un report con insight relativi al comportamento dei consumatori su Facebook ed Instagram nei mesi che precedono il Natale, in particolare nel periodo del Black Friday.
I dati evidenziano il potenziale delle due piattaforme durante il periodo festivo e rivelano come i brand possono sfruttare questi insight per pianificare al meglio le proprie attività.

Su Facebook, il Natale arriva in anticipo: le conversazioni intorno a Natale infatti cominciano già nella quarta settimana di ottobre, tre settimane prima che i media tradizionali ne inizino a parlare – dichiara Alberto Mazzieri, Sales Manager Facebook Italia – Per me, questo è il vero inizio del Natale, il periodo in cui le persone iniziano a pianificare regali e vacanze. È in questo momento che le persone vogliono ricevere proposte dai brand e le aziende perderebbero un’occasione se non ne approfittassero per comunicare con i propri consumatori, attuali e potenziali. In Italia, ad esempio, sono soprattutto le donne e gli utenti mobile-first a cominciare pensare in anticipo a questo argomento”
Di seguito i principali dati emersi dalla ricerca, riassunti anche nell’infografica in allegato.

Il mobile è sempre più importante
Il 2016 è stato l’anno dell’ascesa dell’acquirente mobile-first: per la prima volta ci sono state più conversioni su Facebook da mobile che da desktop nel periodo natalizio. In Italia, anche se la maggior parte degli intervistati dichiara di effettuare gli acquisti natalizi in negozio (48%) o tramite desktop (25%), gli acquirenti mobile-first sono il 13% e in forte crescita.
Ad essere mobile-first sono soprattutto le nuove generazioni: i millennial (in Italia il 41% degli intervistati) e i giovani genitori (37%).

Lo shopping da mobile avviene nel tempo libero o in movimento
Le persone utilizzano il mobile soprattutto quando sono in movimento (ad esempio andando e tornando dall’ufficio) e nel tempo libero (in pausa pranzo e a casa). Gli acquirenti mobile-first sono alla ricerca di convenienza e affari (come omaggi e coupon), e soprattutto utilizzano il mobile per evitare la ‘follia’ dei negozi nel periodo natalizio: il 32% degli intervistati dichiara di fare acquisti su mobile perché è più comodo che andare in store, e per il 40% di loro è importante la possibilità di acquistare online e poter solo ritirare il prodotto in negozio. E funziona! Gli acquirenti mobile-first sono davvero più felici a Natale, e rispetto all’acquirente medio si sentono più rilassati, o addirittura entusiasti, riguardo allo shopping natalizio

Black Friday & co.: le ricorrenze legate allo shopping sono sempre più globali
Le ricorrenze legate allo shopping natalizio sono sempre più internazionali: il Black Friday, ricorrenza tipicamente statunitense, nel 2016 è stata osservata da 1 persona su 3 nel mondo (contro 1 su 4 del 2015). Nel 2016 il 41% degli italiani intervistati ha fatto acquisti durante il Black Friday, in ascesa rispetto al 28% nel 2015.
Ma il Black Friday non dura un singolo giorno: il 49% delle conversioni avviene nei 4 giorni precedenti, il 24% il giorno stesso e il 27% nel weekend immediatamente successivo.
E non finisce qui: altre ricorrenze provenienti da altri Paesi stanno prendendo sempre più piede. È il caso, ad esempio, di 11/11 (o “Singles Day”), nato in Cina e adottato da sempre più negozi online nel mondo, in particolare in Paesi come Spagna, Tailandia, Hong Kong e le Filippine.

Lo schermo del telefono è la nuova vetrina natalizia
Facebook e Instagram sono percepiti come un luogo di scoperta per lo shopping natalizio: il 37% degli intervistati italiani ha dichiarato che Facebook ha influenzato le scelte d’acquisto, mentre il 22% ha dichiarato lo stesso di Instagram,
Le persone utilizzano Facebook e Instagram per trovare idee per i regali basate sui like e sulle le condivisioni dei propri amici e per essere ispirati nello shopping natalizio. In particolare, Facebook è il luogo dove ricevere consigli sui regali dai propri amici, e Instagram la piattaforma dove trovare, in generale, ispirazione per regali e idee

Che cosa significa per le aziende?
Questi insight sono utili per le aziende per pianificare le loro campagne, iniziative ed offerte nei momenti e nei formati che permettano loro di raggiungere i consumatori nei momenti per loro di maggiore interesse.
Di seguito 5 consigli per le aziende su come sfruttare al meglio le potenzialità di Instagram e di Facebook nei mesi precedenti al periodo natalizio:
Progetta le tue comunicazioni per uno shopping rapido e fatto con una mano sola: le persone che fanno acquisti da mobile lo fanno solitamente mentre sono di fretta, o in movimento. È più che mai importante, quindi, progettare una user-experience efficiente, che comporta un vantaggio competitivo per le aziende;
Porta le persone in store attraverso il mobile: utilizza lo smartphone come un mezzo per rendere l’esperienza in-store più piacevole ed efficiente, ad esempio dando la possibilità di acquistare online e ritirare i prodotti direttamente in negozio;
Collega direttamente la scoperta all’acquisto sul feed: utilizza il feed per far visualizzare i prodotti in catalogo in maniera dinamica, dando la possibilità di acquistare direttamente e accorciando quindi la distanza tra la scoperta e l’acquisto;
Tieni sempre d’occhio le nuove ricorrenze legate allo shopping: fai attenzione a ricorrenze provenienti da altri mercati che stanno prendendo sempre più piede, per pensare se e come sfruttarle anche nel tuo Paese;
Non fermarti quando il Natale è finito: dopo Natale è il momento di riconnettersi con gli acquirenti che hanno espresso interesse per i tuoi prodotti, ad esempio con sconti e offerte speciali a gennaio.

“È fondamentale ricordare, però, che lo shopping non cessa con le vacanze: il 65% degli acquirenti dichiara di avere intenzione di continuare a fare acquisti anche dopo Natale – conclude Alberto Mazzieri – Molti clienti faranno shopping anche a gennaio e si può sfruttare questo periodo dell’anno per attirarli con saldi e promozioni e convertirli in clienti fedeli creando nuova domanda e opportunità di cross-selling su più piattaforme”.

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. devo aggiungere altro?

Ti potrebbe interessare anche...