LG G6

LG G6, un top in attesa del V30

LG ha appena presentato il suo nuovo gioiello: il G6, un terminale che dovrebbe essere un top anche se le caratteristiche non sono proprio allineate con la concorrenza più importante.

Evitando di fare i virtuosi della scheda tecnica, quello che più mi lascia perplesso, sono le “panzanate” trapelate in questi ultimi mesi, sopratutto per quello che riguarda il processore. Le voci narravano che il G6 non avrebbe avuto in dotazione il nuovissimo Snapdragon 835 perché i primi stock sarebbero stati destinati tutti a Samsung. Peccato che al MWC, però, era in bella mostra il nuovo top di Sony, Xperia Xz Premium, con a bordo proprio l’835.

Ci sono diversi altri fattori da prendere in considerazione, a partire dal tipo di ottica utilizzata che sfrutta un sensore vecchio di quasi 2 anni (IMX 258), per arrivare al vetro del display che è un semplice Gorilla Glass 3. Non bisogna sottovalutare, inoltre, l’assenza della ricarica wireless, il taglio di memoria fermo a 32GB e l’assenza del DAC. Puntare sullo Snapdragon 821 è una garanzia: va bene, consuma poco, è già ottimizzato e non si rischiano sorprese. Rimane, in ogni caso, quel senso di “nuovo non nuovo”.

Di fatto come caratteristiche tecniche, LG G6 è più vicino a OnePlus 3T (se non fosse per doppia fotocamera e display) ma lontano persino da un Samsung Galaxy S7. Il problema in questo confronto è il prezzo.

LG G6 o V30?

A questo punto mi sorge il dubbio che LG abbia capito che la serie G soffre costantemente di una svalutazione impossibile da arginare ed abbia cercato di limitare i danni. Come? Offrendo un terminale indubbiamente bello e sicuramente performante che consente all’azienda di far felici i propri clienti affezionati e di portare a casa un minimo profitto anche dopo la svalutazione, per poi puntare tutto sulla nuova serie V.

Il V30 (sempre se ci sarà) potrebbe essere la vera punta di diamante di LG per 2017, sperando che si decida ad espandere la disponibilità anche in Europa di questa serie molto apprezzata.

Sia chiaro, queste sono tutte supposizioni personali (tranne la scheda tecnica del G6, quella è reale), che potrebbero anche non trovare riscontro nella realtà.

Intanto devo ammettere che questo LG G6 mi ha stregato con il suo design, un frontale davvero bello e finalmente una novità vera: il form factor del display, stretto e lungo che consente di tenere i tasti a schermo senza sacrificare contenuti, per non parlare degli angoli del display, nativamente stondati.

Scritto da

Malato di tecnologia della prima ora, #tecnoscimmiato per antonomasia e attento ad ogni novità che porti innovazione.

Ti potrebbe interessare anche...

  • E’ un bel prodotto. Prezzo esagerato, ma sappiamo com’e’ l’andamento del costo degli LG.. 🙂