iPhone XS

iPhone Xs, Xs Max e Xr protagonisti del Keynote Apple

Sono passate alcune ore dalla fine dell’evento di Apple Park e i veli si sono alzati sui nuovi iPhone XS, iPhone XS Max e iPhone XR, rispettando le premesse delle scorse settimane ad eccezione delle denominazioni.

iPhone XS

iPhone XS, iPhone XS Max e iPhone XR ispiratori di design

Indipendentemente dal fato che piaccia o meno, dalla sua scheda tecnica o dalle prestazioni, secondo me il merito maggiore di Apple è quello di aver reso i suoi iPhone sempre immediatamente riconoscibili, nonostante l’evoluzione che ha caratterizzato il modello (modelli) dal 2007 ad oggi. Altro merito non da meno è che iPhone, ad ogni sua nuova uscita, delinea quella che sarà il tema portane in fatto di design e stile di tutti i più importanti produttori di smartphone. Sarà così anche per i tre nuovi iPhone presentati oggi che, oltre alla perdita definitiva dell’iconico tasto home, per la prima volta non saranno più identificati da un numero, anche se nel video di presentazione che potete seguire qui sotto, Jony Ive li definisce “Ten S, Ten S Max e Ten R” dando il valore 10 alla X e non considerandola come lettera. Vediamoli da vicino.

iPhone XS e iPhone XS Max

iPhone XS

Si tratta della naturale evoluzione del precedente iPhone X e, fra le novità più importanti (evoluzione tipica di ogni serie “S” di iPhone) c’è l’adozione del nuovo processore A12 Bionic, il primo costruito con tecnologia a 7 nanometri. In pratica si riduce lo spazio fra un transistor e l’altro per aumentarne il numero. In questo modo si ottengono prestazioni ancora più performanti e velocità di calcolo degni di un evoluto computer. Dal palco si è dichiarato una velocità di sistema del 15% maggiore del processore A11 e del 50% per quanto riguarda la scheda grafica. Dal punto di vista del design non cambia praticamente nulla rispetto alla serie precedente se non per il ritorno alla scocca in acciaio. A questo proposito lasciatemi esprimere un pensiero personale e quindi del tutto opinabile. Apple, a partire dall’iPhone 4, ha alternato quasi ogni anno la scocca in vetro a quella in acciaio, ed ogni anno descrivendola come quella migliore. Evidentemente la memoria dalle parti di Cupertino fa difetto, altrimenti non si spiegherebbe questo comportamento che non esiterei a definire “psicotico”. Bisogna che laggiù si prenda una decisione definitiva: l’Iphone migliore di sempre (anche quest’anno, durante il keynote, non è mancato il tipico slogan) o è in vetro o è in acciaio! Per iPhone XS e iPhone XS Max il metallo utilizzato è (sarebbe) lo stesso acciaio inossidabile utilizzato per i ferri chirurgici. Per me che, come tutti quelli che mi seguono sanno perfettamente, lavoro in ospedale, tale scelta lascia un po’ perplesso visto come si riducono alcuni strumenti chirurgici si riducono dopo qualche mese di utilizzo. Ovviamente sto esasperando il concetto in modo un po’ ironico. In ogni caso la nuova scocca è certificata IP68 e permetterà di utilizzare i nuovi iPhone XS e XS Max per un’ora immersi fino alla profondità di 2,5 metri. Tre i colori disponibili: Silver, Space Grey e Gold.

iPhone XS

I display dei due iPhone rispettano e confermano tutti i rumors delle scorse settimane. Si tratta di due pannelli OLED dalla diagonale, rispettivamente, di 5,8 e 6,5 pollici. Quest’ultimo è il più grande iPhone mai costruito. Apple definisce gli schermi come Super Retina Display, con risoluzione e numero di ppi, rispettivamente di 2436 x 1125/458 e 2688 x 1242/458 per iPhone XS e iPhone XS Max. E’ stato mantenuto, ovviamente, il famigerato notch, che ha decretato la “morte” della fantasia stilistica del 90% degli smartphone mondiali, rendendoli copie più o meno identiche a quelle dei due gioielli californiani. A proposito del notch e di quanto contenuto al suo interno, da rimarcare i miglioramenti al sistema di sblocco Face ID, adesso ancora più rapido e preciso.

iPhone XS

Il comparto fotografico è stato sottoposto ad una completa rivisitazione. Entrambi i modelli sono dotati di doppia fotocamera da 12 Mpx delle quali la prima è una grandangolo con apertura focale f/1.8 e la seconda una teleobiettivo con apertura f/2.4 e zoom ottico 2x. Non mancano, su una dotazione di prim’ordine come questa, la stabilizzazione ottica dell’immagine e l’Intelligenza Artificiale, che migliorerà notevolmente le performances (leggi ottimi scatti bokeh) già buone del modello precedente. Secondo Apple il flash led (Flash True Tone) permetterà di scattare ottime foto anche al buio. La fotocamera frontale è una 7 Mpx con apertura f/2.2.

iPhone XS

Un’altra novità importante (???) è il supporto alla doppia SIM che, trattandosi di Apple, non poteva che distinguersi dalla massa dei tanti dual-sim sul mercato. Le due SIM potranno funzionare contemporaneamente, ma una delle due sarà quella elettronica (eSIM), prerogativa in Italia, almeno per ora, di Vodafone. Come d’abitudine, non è stata comunicata la capacità della batteria di iPhone XS e iPhone XS Max, ma si è parlato di un miglioramento pari a più di mezz’ora per il modello più piccolo e quasi un’ora e mezza in più per quello più grande.

iPhone XS

iPhone XS e iPhone XS Max saranno prenotabili già da dopodomani, con consegna prevista a partire dal prossimo 21 Settembre. Ed i prezzi? Eccoli:

iPhone XS

  •  64GB: 1.189€
  • 256GB: 1.359€
  • 512GB: 1.589€ (si, avete letto bene, quasi 1600€ per uno smartphone)

iPhone XS Max

  • 64GB: 1.289€
  • 256GB: 1.459€
  • 512GB: 1.689€ (millesettecento Eurini!)

iPhone XR

iPhone XS

Sarà, bontà sua, la versione “economica” della serie e iPhone XR, sostituendo, di fatto, l’attuale iPhone 8; pur ispirandosi chiaramente ai “fratelli maggiori, sfoggia una gamma di colori molto sgargianti, come potete vedere in foto. iPhone XR sarà dotato, come ampiamente anticipato, di un display IPS LCD da 6,1 pollici che Apple ha definito Liquid Retina. Anche in questo caso, ovviamente, il notch fa bella mostra di se nella parte superiore dello schermo con tuti i sensori necessari al Face ID. Sul retro troviamo una sola fotocamera, la stessa grandangolare da 12 Mpx che equipaggia iPhone XS e XS Max. Per quanto riguarda la batteria, iPhone XR garantirà un’autonomia maggiore di 90 minuti rispetto ad iPhone 8 Plus.

iPhone XS

Anche in questo caso chiudiamo con i prezzi che, nonostante l’appellativo di iPhone economico, non sono certo alla portata di tutte le tasche:

  • 64 GB: 889€
  • 128 GB: 949€
  • 256 GB: 1059€

iPhone XR sarà prenotabile a partire dal prossimo 19 Ottobre e consegne previste a partire dal 26 dello stesso mese.

Siete già andati a mettervi in fila per l’acquisto o ci state ancora pensando?

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. devo aggiungere altro?

Ti potrebbe interessare anche...