Honor 7X

Honor 7X, la recensione di un ottimo mid-level

A causa di una serie di impegni, questa recensione di Honor 7X arriva un po’ più tardi di quanto avrei voluto ma, in fondo, non è necessariamente un problema. Vuol dire avere avuto più tempo da dedicargli. Siete pronti? Cominciamo.

Honor 7X

Honor 7X, la scheda tecnica

  • display 2.5D 18:9 da 5,93 pollici Full-HD+ (2160 x 1080 pixel)
  • SoC HiSilicon Kirin 659 octa-core
  • GPU Mali T830-MP2
  • 4 GB di RAM
  • 32/64/128 GB di storage, espandibile fino a 256 GB con MicroSD
  • doppia fotocamera posteriore da 16 e 2 megapixel con flash LED, fotocamera anteriore da 8 megapixel
  • dual SIM ibrido (nano+nano/MicroSD)
  • connettività 4G, VoLTE, WiFi 802.11 b/g/n, Bluetooth 4.1 LE, GPS / GLONASS
  • batteria da 3340 mAh
  • sensore di impronte
  • Android 7.0 Nougat con EMUI 5.1
  • dimensioni: 156,5 x 75,3 x 7,6 mm; peso: 165 g

La confezione

Honor 7X

Quanto di più scarno si potesse immaginare. Dentro l’inconfondibile scatola azzurra troviamo telefono, cavo USB-MicroUSB e alimentatore da 5V/2A. Stop!

Materiali & costruzione

Honor 7X

Il trionfo della normalità. Così potrei descrivere questo Honor 7X; alluminio per tutta la scocca, fatta eccezione per gli inserti ai bordi superiore ed inferiore che ospitano le antenne, in plastica. Spicca, ovviamente, il display da 5,9 pollici in formato 18:9 che occupa gran parte del frontale. Sicuramente Honor 7X non brilla per originalità e, in mezzo ad altri dispositivi, sarebbe un po’ difficile riconoscerlo. Oltretutto la presenza di tanti dispositivi Honor/Huawei molto simili fra loro in questa fascia di mercato, non aiuta a farlo spiccare in modo particolare. Si impugna bene grazie ai bordi arrotondati ma, dato il materiale e le dimensioni, non è un campione di ergonomia e tende a scivolare dalle mani con molta facilità: necessaria una buona cover. Sul posteriore, con una scelta che dal punto di vista stilistico non mi ha convinto fino in fondo (sporgono un po’ troppo dal filo scocca), troviamo le due fotocamere, segno distintivo della produzione Honor. La cover di poco sopra, servirà anche a proteggere i due obiettivi. Perfetti per azione e feedback restituito i tasti volume e accensione; molto veloce il sensore per le impronte digitali, cui possono essere associate alcune gestures. Ottimo il trattamento oleofobico dello schermo.

Hardware

Honor 7X

Anche in questo caso l’appartenenza alla grande famiglia Huawei favorisce la sinergia di produzione e Honor 7X sfrutta gran parte dei componenti del “cugino” Huawei Mate 10 Lite. Ecco, allora, il processore octa-core Kirin 659, la scheda grafica Mali T830 MP2 e 4GB di RAM, un quantitativo più che sufficiente per un funzionamento senza tentennamenti (anche se qualche piccolo rallentamento è presente). I tagli di memoria sono tre: 32/64/128Gb anche se nel nostro paese arriverà solo quella da 64; la memoria è espandibile, a patto di rinunciare ad una delle due SIM supportate (scelta che non mi stancherò mai di criticare). Presente il jack da 3,5mm per le cuffie ed un solo altoparlante. Molto bello e luminoso il display 18:9 con risoluzione Full HD+; si vede bene sotto la luce diretta e non soffre di grossi problemi all’aumentare dell’angolo di visione. Molto belli i colori che, pur non essendo al livello di un AMOLED, sono restituiti con fedeltà e senza apparire “slavati”. La batteria da 3340 mAh è, forse, l’unico vero problema di questo dispositivo. Nonostante la capacità, difficilmente, almeno con il mio utilizzo, si riesce ad arrivare a fine giornata. Non supportate ricarica rapida e wireless.

Software

Honor 7X

Android Nougat 7.0 con interfaccia EMUI 5.1, questa la dotazione SW di Honor 7X. Anche se la diffusione delle nuove versioni di Android è notoriamente il tallone di Achille dell’OS di Mountain View, stupisce non poco che su uno smartphone presentato il 5 Dicembre 2017, per quanto mid-level, ci sia ancora Nougat. Era così difficile farlo uscire (come i modelli Huawei, d’altronde) con Android 8.0 Oreo? Mah… Intendiamoci: non che ci siano problemi particolari, ma la versione dell’OS unito ad una interfaccia che, spiace dirlo, non tiene il passo di quelle dei concorrenti (anche da un punto di vista stilistico), rende Honor 7X un dispositivo che “sa” di vecchio. Possibile la personalizzazione con i temi dello store e lo sdoppiamento delle principali applicazioni di messaggistica per gestire due account contemporaneamente. Segnalo un difetto, almeno sul mio esemplare: nonostante sia attivata la funzione sblocco/blocco con doppio tocco sul display, questa funziona solo in sblocco e mai per il blocco dello schermo.

Comparto fotografico

Honor 7X

Honor 7X è dotato di tre fotocamere. Quella anteriore è da 8 Mpx ed è possibile scattare selfie con effetto bokeh molto belli. Io non sono, lo sapete, un amante degli autoritratti, ma devo dire che con Honor 7X vengono veramente bene, nonostante la sovraesposizione abbastanza marcata.

Honor 7X

Lo stesso non si può dire dell’effetto bokeh ottenibile con la doppia fotocamera posteriore. I due sensori (16+2Mpx) sembra abbiano qualche problema ad elaborare la profondità di campo (che spetta all’obbiettivo da 2 Mpx). Come ad altri miei colleghi recensori, anche a me è capitato di non riuscire ad ottenere l’effetto sfocato nell’immagine definitiva, come potete vedere dalla foto qua sotto.

Honor 7X

In fase di scatto è (o sarebbe) possibile regolare l’effetto bokeh in tempo reale. Detto questo, per il resto le immagini ottenute sono di qualità elevata, soprattutto con condizioni di luce ottimale. Ma, e questa è una bella sorpresa, anche in situazioni di luce scarsa o assente, il livello rimane buono.

Esiste, ovviamente, una funzione manuale che si può attivare per foto e video; questi ultimi sono registrati alla massima risoluzione in FullHD a 30 fps, scelta che, dato il pubblico cui si rivolge Honor 7X è assolutamente condivisibile. Non c’è stabilizzatore, quindi i video, soprattutto se registrati in movimento, tendono a “saltellare” un po’ troppo. Ottima la registrazione audio, con volume alto e molto chiaro.

Prestazioni & multimedialità

Honor 7X

Anche in questo caso Honor 7X si dimostra un ottimo “animale da combattimento”. La riproduzione di video e giochi avviene senza grossi problemi, anche in caso di games pesanti come Asphalt Nitro. I frames che servono ci sono tutti e non si notano rallentamenti di sorta. Ovviamente il display 18:9 recita un ruolo non indifferente nella riproduzione dei filmati. Quelli nativi 16:9, grazie al SW, possono essere “strecchati” fino a riempire tutto lo schermo senza bande nere. Non sempre la scelta si rivela però azzeccata perchè, ovviamente, non essendo filmati nati con formato allungato, si perde parte dell’inquadratura. L’altoparlante mono restituisce un audio abbastanza potente, senza distorsioni importanti anche al volume massimo. Lodevole la scelta di posizionarlo sul bordo inferiore, dove non sarà mai soffocato. Nonostante il processore ed i 4GB di RAM, come dicevo nella sezione dedicata all’HW, si nota qualche attimo di latenza di troppo nel ricaricare la “home” o nel passaggio da un’applicazione all’altra, segno di un’ottimizzazione non ideale. In ogni caso niente che possa inficiare il normale uso quotidiano. Cosa importante, anche sotto stress non ho mai avuto problemi di surriscaldamento.

Connettività & qualità telefonica

 

Honor 7X

Diciamo che sotto questo aspetto in Honor non si sono impegnati al massimo. Troviamo il Wi-Fi monoband (???), la porta MicroUSB, quando ormai quasi tutti i concorrenti sfruttano la USB tipo “C”, Bluetooth 4.1 (che qualche volta si disconnette da solo) e supporto alla connessione dati 4G LTE con velocità fino a 150 Mbps. Manca il chip NFC ma è presente la radio FM. Piccolo appunto per il led di notifica che, se mi permettete il gioco di parole, è troppo piccolo. O meglio, la luce che emette è talmente flebile che difficilmente ci si rende conto che sono presenti notifiche. Nessun problema particolare per l’utilizzo del comparto telefonico, anche se, in maniera del tutto random, qualche volta il telefono ha perso il segnale (uso TIM) anche in zone non particolarmente difficili.

Considerazioni finali

Honor 7X

Honor 7X, come avevo annunciato al momento della sua presentazione, ha tutte le armi in regola per essere un vero “Killer” della categoria, anche se i concorrenti principali saranno proprio i suoi “cugini” Huawei. In questi giorni di a ridosso del Natale è scaduta la promozione che permetteva di acquistarlo sullo store ufficiale HIHonor con 50€ di sconto e, quindi, il prezzo è di 299€. Su Amazon ho trovato questa incredibile offerta a 199€: da prendere al volo! Si tratta di un dispositivo che non deluderà anche gli utenti più esigenti, grazie al suo ottimo display ed alle prestazioni generali che, al netto di qualche delay di troppo, sono eccellenti. Al momento dell’ordine non dimenticate di aggiungere una bella cover: Honor 7X ringrazierà e voi non patirete ansia da caduta.

Honor 7X

Honor 7X
8.5

Display

10.0 /10

Fotocamera

9.0 /10

Materiali & Costruzione

9.0 /10

Prestazioni

8.0 /10

Autonomia

6.5 /10

Pros

  • Display
  • Fotocamera
  • Audio
  • Prestazioni
  • Prezzo

Cons

  • Autonomia
  • Connettività
  • Android Nougat
  • Interfaccia "datata"
  • Dotazione confezione

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. devo aggiungere altro?

Ti potrebbe interessare anche...