apple pay

Apple Pay arriva in Italia con Visa, ma non per tutti!

A partire da oggi, Visa ufficializza l’arrivo di Apple Pay in Italia. Il servizio di pagamenti Mobile di Cupertino è da ora disponibile anche per le carte di credito Italiane di questo circuito, anche se non è ancora per tutti.

Leggendo il comunicato stampa sono corso subito su Apple Wallet ad aggiungere la mia carta di credito, scoprendo l’amara verità. Nonostante la mia carta sia Visa, la mia banca non è al momento supportata. Ecco infatti gli unici fortunati (per il momento):

  • boon. by Wirecard
  • Carrefour Banca
  • UniCredit

Ovviamente, come spiega anche la pagina Apple dedicata, anche il circuito MasterCard è coperto, con American Express in arrivo entro fine anno assieme al supporto di altri istituti bancari.

apple pay

Mentre io sono ancora in attesa, voi avete già aggiunto la vostra carte dentro il vostro Apple Wallet?

Nel frattempo, il comunicato stampa di Visa.

[COMUNICATO STAMPA]

Il Servizio Visa Tokenisation abilita i pagamenti con smartphone in mobilità in maniera semplice e sicura

apple pay

L’84% degli italiani, in età compresa dai 18 ai 24 anni, fruisce già del proprio dispositivo mobile per servizi bancari e di pagamento.
Milano, 17 maggio 2017: Visa Inc. (NYSE: V) rende noto oggi che, a seguito del lancio di Apple Pay in Italia, i titolari di prodotti Visa nel nostro Paese possono ora utilizzare i loro iPhone, compatibili con il servizio di pagamento, per fare acquisti in tutto il mondo. Il Servizio Visa Tokenisation consente ai titolari Visa di aggiungere in Apple Pay, in maniera semplice e rapida, le proprie carte Visa di credito o di debito e pagare comodamente e in tutta sicurezza presso i terminali POS che accettano pagamenti contactless. Apple Pay sarà inizialmente disponibile per coloro tra i titolari di prodotti Visa che hanno una relazione bancaria con UniCredit e che dispongono di uno smartphone Apple.

 

Per i titolari di prodotti Visa, Apple Pay utilizza il Servizio Visa Tokenisation che consente di sostituire i dati sensibili dell’utente con un codice in serie numerico – un “token” appunto – che è specifico proprio per quel dispositivo da cui viene effettuato il pagamento. Il token è ciò che viene utilizzato ogni volta che i pagamenti vengano effettuati con Apple Pay: le informazioni di conto corrente o altre informazioni sensibili, quindi, non sono mai esposte o rese visibili, aggiungendo così un ulteriore livello di sicurezza ai pagamenti digitali. Qualora l’iPhone del titolare Visa venga compromesso o sia rubato, il token assegnato non può essere usato in altri dispositivi e può essere disattivato senza necessità di bloccare o annullare il prodotto Visa collegato.

“Visa è molto più di una carta di pagamento in plastica nel vostro portafoglio. Siamo lieti di accogliere e supportare lo sviluppo di nuove soluzioni di pagamento nel mercato italiano come nel caso specifico di Apple Pay,” ha dichiarato Davide Steffanini, General Manager Italy di Visa. “I consumatori italiani, ora, con Apple Pay, hanno un’ulteriore opportunità di semplificare i loro pagamenti e di farlo in maniera sicura. Attraverso il servizio Visa Tokenisation possono rassicurarsi sul fatto che le informazioni personali e di conto collegate al loro prodotto Visa sono conservate in maniera estremamente sicura.”

Uno studio di Visa [i] sui pagamenti in mobilità, che ha coinvolto anche l’Italia, ha rivelato che la quota dei connazionali, utenti di dispositivi mobili, che usano il loro dispositivo per shopping online o mobile banking (sia in maniera consultiva che dispositiva) raggiunge il 63%, percentuale che sale a 84% tra coloro in età compresa tra i 18 e 24 anni. La possibilità di aggiungere carte Visa in Apple Pay, siano esse di credito o di debito, renderà i pagamenti con Visa in questa modalità veloci, facili e sicuri. Visa prevede che entro il 2020 il 50% di tutti i pagamenti elaborati da Visa saranno generati da un dispositivo in mobilità.

Apple Pay può essere usato nei terminali POS abilitati ad accettare pagamenti contactless che sono già utilizzati dai titolari Visa in Italia milioni di volte al giorno in tutta la nazione.

Aggiungere una carta di credito o di debito Visa in Apple Pay è semplice e gli utenti continueranno a ricevere le loro promozioni e a godere dei loro vantaggi. Nei punti vendita fisici, Apple Pay è operative con iPhone SE, iPhone 6 e successive release, oltre ad Apple Watch.

Mentre si effettua lo shopping online o in-app, usare Visa dove Apple Pay è accettato è altrettanto semplice, basta un dito con la funzione Touch ID, senza necessità di compilare moduli o di digitare ripetutamente dettagli di spedizione o di fatturazione. Quando si paga beni e servizi in-app o con Safari in mobilità, Apple Pay è operativo con iPhone 6 e successive release, iPhone SE, iPad Pro, iPad Air 2, e iPad mini 3 e successive release. I consumatori possono anche utilizzare Apple Pay con Safari su ogni Mac, versioni dal 2012 in poi, con sistema operativo macOS Sierra e confermare il pagamento con iPhone 6 e successivi modelli o con Apple Watch, o con la tecnologia Touch ID sul nuovo MacBook Pro.

[i] Fonte: Digital Payments Study con Populus. Vedi Note per I Redattori

Studio ‘Digital Payments’ di Visa – Visa ha commissionato lo studio sui Digital Payments a Populus. La ricerca è stata condotta tra agosto e settembre 2016 in 19 Paesi europei: Austra, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Israele, Italia, Norvergia, Olanda, Polonia, Regno Unito, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera e Turchia. Il campione di riferimento totale comprendeva 36.843 utenti, circa 2. 000 risposte per ciascun Paese coinvolto.

Apple Pay ora c’è!

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. devo aggiungere altro?

Ti potrebbe interessare anche...