Android Auto Coolwalk, finalmente disponibile per tutti

Finalmente, è proprio il caso di dirlo, ad un anno esatto dal primo annuncio (CES 2022), Android Auto Coolwalk è disponibile per tutti.

Android Auto Coolwalk, il rinnovamento che ci voleva

Inutile girarci tanto intorno: Android Auto, per quanto utilissimo, non ha mai incontrato il favore degli utenti del Robottino Verde al 100%. Lo dico anche da utilizzatore, oltre che da blogger che riporta le notizie. Il confronto con Apple CarPlay ha sempre visto l’applicazione di Google in netta inferiorità, sia sul piano estetico che su quello pratico e, di conseguenza, della sicurezza. Con la nuova versione che, a distanza di un anno esatto dal primo annuncio, esce dalla fase beta e diventa disponibile per tutti gli utenti (con i tempi legati al rilascio che possono cambiare da paese a paese), questo divario dovrebbe essere stato definitivamente colmato.

Il video di Android Auto Coolwalk è stato presentato al CES di Las Vegas e mostra quelle che sono le novità più importanti, sviluppate con un occhio attento alla sicurezza. L’aspetto è quello che cambia in maggior misura, potrà adattarsi ai diversi display montati sulle auto, necessariamente di forme e caratteristiche diverse. Di base avremo una divisione in due o più riquadri ed un nuovo dock nella zona laterale sinistra. I comandi principali e le scorciatoie sono stati spostati sul lato sinistro, più vicini al guidatore, quanto meno nei paesi dove la guida è a sinistra. In alcune particolari situazioni quali tipo e forma dello schermo, la dock tornerà nella parte inferiore, sotto i riquadri principali. In caso di notifiche, avremo un grosso pop-up a comparsa che mostrerà di cosa si tratta e offrirà le eventuali opzioni di risposta.

Totalmente rinnovato il design del riproduttore multimediale che, finalmente, è molto più facile ed intuitivo da azionare; prevede una grafica rinnovata con molte più informazioni su quanto si sta ascoltando. Cambia anche la timeline che da circolare, come nell’attuale versione, diventa orizzontale, rendendo più facile interrompere e far ripartire la riproduzione, anche da un punto diverso della canzone. Cambia anche Google Assistant, diventando più ricco e capace di suggerimenti in base al contesto, come avvisare che ci sono dei messaggi non letti o delle chiamate perse eventualmente da richiamare. Altra novità, per ora limitata ai dispositivi più recenti di Samsung ed ai Pixel, la possibilità di far partire una chiamata WhatsApp semplicemente con la voce. Ci si aspetta, ovviamente, che questa funzione sia via via allargata anche a smartphones di altri brand.

Si allarga a Samsung e Xiaomi il numero dei telefoni sui quali potranno essere abilitate le “chiavi digitali” per aprire ed avviare l’automobile grazie al chip NFC. C’è da dire, però, che al momento tale funzione è limitata solo ad alcuni modelli di BMW. Per alcuni modelli di Volvo e Polestar, inoltre, che sfruttano Android Automotive, sono in arrivo le mappe HD con supporto ai segnali stradali, verticali ed orizzontali, capaci di fornire indicazioni molto più dettagliate e ricche di particolari, oltre che suggerimenti in caso di blocchi o traffico. Il nuovo Android Auto dovrebbe essere disponibile già da oggi ma, almeno per il momento, sui miei smartphones non c’è ancora. E sui vostri, amici?

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: