Motorola Moto g10, test foto & video @TheGeekerz

Per il Motorola Moto g10 è arrivato il momento di farci vedere cosa sa fare con le sue fotocamere, una vera sorpresa considerandolo “solo” un entry-level.

Motorola Moto g10, tanta sostanza… Ma con pazienza!

Prima di addentrarci nell’analisi delle fotocamere del Motorola Moto g10, occorre una dovuta precisazione. Come vedremo in ambito di recensione che, al netto di intoppi, arriverà la prossima settimana, questo smartphone denota una lentezza congenita in tutte le cose che fa. Diciamo che se volete velocità di azione, con il Motorola Moto g10 non troverete quello che vi serve. È uno smartphone “riflessivo”, se mi passate il termine, e questa propensione alla calma viene fuori anche nell’uso del suo comparto fotografico, soprattutto per il SW di gestione dell’applicazione. Vi dico questo perchè potrebbe capitare che, mentre state scattando una foto, il tempo che il Motorola Moto g10 impiega per inquadrare, mettere a fuoco e scattare potrebbe indurvi a muovervi prima che l’immagine sia acquisita, rovinando così la vostra foto. Ciò premesso, che sia ben chiaro, non pregiudica l’usabilità del dispositivo, cominciamo l’analisi delle foto e dei video.

Il Motorola Moto G10 è dotato di quattro sensori: principale da 48 Mpx, ultra grandangolare da 8 Mpx, macro da 2 Mpx e profondità da 2 Mpx. La fotocamera frontale è da 8 Mpx. Tralasciando gli ultimi due che, in ogni caso, fanno quello che devono senza grossi problemi, il risultato ottenuto con il sensore principale ed il grandangolare è decisamente buono se si ha l’accortezza di rispettare i tempi dello smartphone. Inutile cercare ingrandimenti da telezoom, il Motorola Moto g10 non è attrezzato per questo ed i suoi 8X digitali fanno quello che possono. Molto buono, al contrario, il comportamento del sensore grandangolare da 8 Mpx.

Come potete notare, pur non essendo male, si vede come il Motorola Moto g10 faccia un po’ di fatica a gestire i contrasti esasperati. Per il resto non mi sembrano male, che ne pensate? Quando la luce cala, il dispositivo avvisa di passare alla modalità notturna e le foto ottenuto sono buone secondo me, anche se bisogna avere una mano ben salda. Anche quando ho provato a registrare un video del mio acquario con la sola luce notturna accesa, il risultato è stato molto positivo (lo vedrete nel video di test).

Con situazioni di luce difficile (non completamente buio/giorno), il Motorola Moto g10 fatica un po’ ma, con qualche momento di pazienza in più, il risultato vi stupirà.

Il discorso della mano ferma vale ancora di più se avete necessità di scattare in modalità macro, perchè basta un minimo movimento e vi sarete giocati la messa a fuoco.

Molto accurati, sempre se terrete la mano il più ferma possibile, gli scatti in modalità “ritratto”. La sfocatura dei soggetti inquadrati risulta uniforme e senza grosse pecche.

Senza infamia e senza lode i selfie ottenuti con la fotocamera frontale da 8 Mpx, sia in modalità ritratto che normale.

Ed i video? Devo dire che sono stati una vera sorpresa. La risoluzione massima è FullHD @60fps ma, volendo sfruttare anche la stabilizzazione elettronica (che funziona molto bene), si deve registrare @30fps. In questo caso i video sono di qualità paragonabile a comparti fotografici di telefoni di fascia ben superiore. È bene sempre ricordare, infatti, che il Motorola Moto g10 resta pur sempre un entry-level.

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. Devo aggiungere altro?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: