Sony

The Geekerz presenta Sony Xperia Z5

Prosegue la collaborazione con Hotwirepr.it e la splendida Claudia Castelli, che ci permette di avere in prova Sony Xperia Z5, l’ultimo flagship della serie “Z” della casa giapponese.

Sony

Xperia Z5 è lo smartphone con il quale Sony avrebbe dovuto concorrere a pieno titolo con i principali concorrenti e, ricordiamolo, proprio per questo aveva previsto per il suo top di gamma anche una versione con display 4K. Il modello che ci è stato inviato in prova è caratterizzato da un particolare color “oro”, forse un po’ eccessivo per l’eleganza del modello. Di contro la costruzione ed i materiali appaiono di primissimo ordine e, almeno al primo contatto, non si avvertono scricchiolii della scocca unibody in alluminio (142 x 72 x 7,2 mm e 154 gr di peso le misure principali) che, come da tradizione Sony, è certificata IP68.

Sony

Quello che non cambia, purtroppo, è il design che, anche su quello che a tutti gli effetti sarà l’ultimo esemplare della serie “Z”, ne riprende le caratteristiche tipiche: cornici del frontale troppo “importanti”, design troppo squadrato, sportellino per la protezione dall’acqua del carrello porta sim/microSD. Solo il tasto accensione, che include anche il sensore per la rilevazione delle impronte digitali, cambia stile, abbandonando quello rotondo che da sempre ne ha caratterizzato il design.

Sony

Presente, come su Xperia M5 che abbiamo recensito qualche settimana fa, il tasto dedicato all’avvio rapido della fotocamera. Per il resto troviamo un display da 5.2 pollici con risoluzione FullHD 1920 x 1080 424 ppi, finalmente molto luminoso e ben contrastato, oltre che ben leggibile ad ogni angolazione, la scheda grafica è un Adreno 430. Il processore è il Snapdragon 810, famoso per la sua fama di “fornace elettronica”, caratteristica che, purtroppo, su questo Xperia Z5 si fa sentire fin troppo. Durante la configurazione è arrivata la notifica dell’aggiornamento all’ultima versione di Marshmallow (che ha reintrodotto la funzione “Stamina”) e durante il download e l’installazione (durata un tempo infinito) il telefono è diventato così caldo che non era assolutamente possibile tenerlo in mano. Sicuramente la scocca in alluminio non aiuta molto in questo caso.

Sony

La fotocamera principale è una 23 Mpx con il famoso sensore Exmor RS, zoom 8x, stabilizzatore ottico e Wide G Lens. Non mancano, oltre al solito, eccessivo bloatware Sony, la radio FM, il lettore proprietario MP3 e la suite PlayStation. La memoria di sistema è di 32 GB, espandibili con MicroSD, la RAM è di 3 GB mentre la batteria è da 2900 mAh e supporta il Quick Charge 2.0; vedremo come si comporterà durante i nostri test. Non essendo un dispositivo nuovo, le prove e la recensione finale, cercheranno di evidenziare cosa è cambiato con quest’ultimo aggiornamento che, come si legge in rete, sembra aver creato più problemi di quanti non ne abbia risolti. Per questo mi avvarrò della cortese collaborazione di un nostro utente, Andrea, in possesso di Xperia Z5 fin dalla sua uscita e che mi ha segnalato i problemi portati da quest’ultimo update.

Come sempre i vostri suggerimenti sono graditi e ben accetti.

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. devo aggiungere altro?

Ti potrebbe interessare anche...