Rasperry Pi 3

Raspberry Pi 3 può diventare un’Android TV

Raspberry Pi è nata come una board lowcost per lo sviluppo ma, piano piano, si è trasformata in un gadget tecnologico relativamente semplice ed estremamente versatile, tanto da accogliere ora anche Android TV.

Con Raspberry si può fare praticamente ogni cosa; le tre generazioni acquistabili online hanno un hardware capace di accontentare tutti, dallo sviluppatore più radicale, al geek meno avvezzo alle righe di comando. E’ chiaro però, come la terza versione di questa board abbia aperto nuovi ed interessanti scenari.

Raspberry Pi 3 infatti porta in dote un hardware molto simile a quello dei dispositivi mobili attualmente sul mercato, soprattutto per quanto riguarda l’architettura del processore e la RAM, caratteristiche che hanno dato la possibilità agli sviluppatori di esplorare nuove strade, fino ad ora precluse.

Non più solo distro Linux dedicate, media center o server di rete ma adesso è possibile traformare Raspberry Pi 3 in una vera Android TV; non una modifica grafica ma un vero sistema operativo open source basato sui codici sorgente presenti nell’AOSP.

Android Stock ma niente Play Store

Il progetto è ancora allo stadio iniziale e il risultato dopo l’installazione è una versione di Android TV estremamente stock, senza app e senza Play Store; l’installazione delle risorse necessarie per ampliarne le funzionalità deve avvenire tramite sideload, non un procedura complicata ma neppure semplice come accedere al Play Store.

Non bisogna preoccuparsi però, perché i lavori di sviluppo procedono a grandi passi e presto si potrà contare su firmware più stabili e completi.

Se qualcuno fosse interessato a provare Android TV può trovare il firmware a questo indirizzo e seguire la guida presente nel video qui sotto.

 

Scritto da

Malato di tecnologia della prima ora, #tecnoscimmiato per antonomasia e attento ad ogni novità che porti innovazione.

Ti potrebbe interessare anche...