OxygenOS non diventerà Open Source

OnePlus smentisce le notizie che vedevano OxygenOS trasformata in Open Source.

Pochi giorni fa era trapelata in rete una notizia molto interessante riguardante OnePlus, azienda nota soprattutto per il suo One ed il suo Two, ottimi smartphone di fascia alta che si sono sempre contraddistinti per un’elevata qualità ed un prezzo molto più contenuto rispetto a tutte le controparti.

OxygenOS GitHub

Fino a ieri sembrava che la rom OxygenOS, ovvero la versione di Android modificata e customizzata dall’azienda per i suoi device, dovesse diventare OpenSource e quindi disponibile a tutti su GitHub. La smentita arriva da Helen Li, responsabile dello sviluppo software OxygenOS il quale smentisce categoricamente queste voci, confermando invece che  “Verrà rilasciato il kernel e il device tree“.

Quindi se vorrete provare la rom OxygenOS dovrete per forza acquistare uno smartphone OnePlus, o in alternativa sperare in un qualche porting da qualche developer per il vostro dispositivo!

Ti potrebbe interessare anche...