OLO è la prima stampante 3D portatile tutta italiana

OLO è una piccola stampante 3D ideata da Filippo Moroni e Pietro Gabriele, un progetto molto particolare, perché sfrutta lo smartphone, un’app e una interessante tecnologia per dar vita alle vostre idee.

OLO feat

OLO è in grado di stampare in 3D tutto ciò che riesce a contenere nel suo piccolo involucro; il sistema è semplice: si esegue un sorta di “scansione” dell’oggetto che si vuole riprodurre utilizzando la fotocamera dello smartphone e successivamente si inserisce lo smartphone stesso all’interno dell’apposito box, si posiziona la membrana che ha il compito di convertire l’immagine, si inserisce il liquido per la stampa e si  attende il termine del processo.

Idea pressoché geniale, anche se con dei lati “oscuri”: non si può utilizzare lo smartphone durante il processo di stampa (che non è breve), il box è compatibile solo con alcuni dispositivi attualmente in commercio.

OLO è su KickStarter e ha già abbondantemente superato la quota di realizzazione, ma c’è ancora la possibilità di acquistare un kit perché la raccolta fondi termina tra più di venti giorni. Un successo di origini italiane che presto potrebbe fare capolino sugli scaffali dei principali store, rivoluzionando il mondo della stampa 3D, rendendola un processo alla portata di tutti.

https://www.kickstarter.com/projects/olo3d/olo-the-first-ever-smartphone-3d-printer?token=9185e72f

Grazie Matteo per la segnalazione

Scritto da

Malato di tecnologia della prima ora, #tecnoscimmiato per antonomasia e attento ad ogni novità che porti innovazione.

Ti potrebbe interessare anche...