Microsoft

Microsoft Surface Studio, all-in one per professionisti

Durante l’evento di ieri, Microsoft ha presentato Surface Studio, un PC all-in one dedicato specificatamente ai professionisti; diverso, quindi, dal concetto che ha ispirato gli iMac di Apple.

Microsoft

Si tratta di un computer che ha come specifico target quello dei professionisti: studi tecnici, architetti, ingegneri; la sua scheda tecnica (di seguito quella della versione top), infatti, depone a favore di una vera e propria workstation:

  • Display: 28″ 3:2 da 13,5 MP (192 PPI) con PixelSense, TrueColor, touch
  • Processore: Intel Core i7 (non è chiaro che generazione o serie)
  • GPU: NVIDIA GeForce GTX 980M
  • RAM: 32 GB di RAM DDR4
  • Archiviazione: 2 TB di SSD M.2
  • Porte: jack audio, SD, mini DisplayPort, Ethernet, 4x USB 3.0
  • Altro: array di microfoni per Cortana, webcam HD con supporto a Windows Hello, speaker 2.1 Dolby

Il prezzo di questa versione è di 4199$. Per le altre versioni:

  • Intel Core i5, 8 GB di RAM, hard disk da 1 TB, GPU GeForce GTX 965M: 2.999 dollari
  • Intel Core i7, 16 GB di RAM, hard disk da 1 TB, GPU GeForce GTX 965M: 3.499 dollari

I nuovi Surface Studio saranno disponibili da 12 Dicembre, almeno negli Stati Uniti.

Surface Studio, la rivoluzione per il professionista?

Il display del Surface Studio è un sottilissimo (12,5 mm) pannello da 28 pollici denominato PixelSense dalla risoluzione 4,5K (4500×3000 pixel) e 192 ppi. Per facilitare il lavoro, il display, incastonato in un bellissimo telaio di alluminio, può inclinarsi di 20°. Dato l’utilizzo per cui è stato pensato, la dotazione è completissima: la connettività è garantita dai moduli WiFi 802.11a/b/g/n/ac, Bluetooth 4.0 e Xbox Wireless. Presente una webcam da 5 megapixel compatibile con Windows Hello, quattro porte USB 3.0, card reader SDXC, uscita mini DisplayPort, jack audio da 3,5 millimetri, due microfoni e altoparlanti stereo con Dolby Audio Premium. Nella confezione sono inclusi tastiera, mouse e stilo.

Microsoft

Il display è, ovviamente touch e permette l’interazione con un penna specifica. Ma Microsoft si è spinta oltre, progettando un nuovo modo di interagire con il Surface Studio.

Surface Dial, la nuova frontiera dell’interazione uomo-macchina

Microsoft

Il Surface Dial è un disco di alluminio che si appoggia al display del Surface Studio e, con movimenti di rotazione e click, permette di eseguire diverse operazioni: aggiustare il volume delle tracce musicali, cambiare la luminosità dello schermo o sfogliare i documenti sono solo alcuni esempi. Esiste anche una funzione esclusiva per il Surface Studio (Surface Dial è compatibile anche con altri modelli Surface, infatti). Se il Surface Dial è appoggiato sullo schermo, viene  rilevata la sua posizione e consentita la visualizzazione di un menu radiale. L’utente potrà quindi ruotare le immagini, cambiare il colore del pennello, effettuare lo zoom e altre operazioni. L’attivazione delle varie opzioni sarà confermata da un feedback aptico.Microsoft

Il Surface Dial non farà, ovviamente, parte della dotazione di serie del Surface Studio, ma sarà venduto a parte al prezzo di 99,99$.

Come si può intuire, la filosofia del progetto Surface Studio è decisamente diversa da quella dei concorrenti di Cupertino. Però quel display è davvero tantissima roba.

Scritto da

Coordinatore Infermieristico per professione... Blogger per passione. devo aggiungere altro?

Ti potrebbe interessare anche...

  • Molto interessante e innovativo! 😉