smartbook 11

Mediacom Smartbook 11, la recensione del notebook “giovane”

Mediacom Smartbook 11 è un Notebook che non ha grosse pretese dal punto vista hardware e di performance, puntando tutto su portabilità e prezzo. Scopriamolo nella nostra recensione.

MATERIALI E STRUTTURA

Mediacom Smartbook 11 si propone con uno chassis interamente in policarbonato, impreziosito da una finitura “soft touch” gommata. Estraendolo dalla confezione la prima volta, oltre a rimanere piacevolmente colpiti dalla solidità di questo notebook, ci si accorge di quanto sia compatto e leggero. Essendo un 11″, non supera i 30 cm di larghezza e 20 cm di altezza, con uno spessore di poco oltre i 2 cm. Materiali e dimensioni formano, però, anche gli addendi perfetti dell’equazione peso, che risulta di soli 940 gr.

Sul profilo sinistro troviamo un ingresso USB 2.0 e quello per le cuffie. Su quello destro la seconda USB, l’uscita video, l’ingresso per la microSD e l’attacco per il caricatore proprietario.

La parte del coperchio è liscia, se non per il logo Mediacom, mentre nella parte inferiore troviamo il doppio speaker stereo ed i piedini di gomma che danno una buona stabilità al dispositivo.

All’apertura, ci troviamo di fronte al display da 10.6″ IPS 1366×768 pixel ed alla Cam da 0.3MP. Nella parte inferiore troviamo la testiera ad isola e il trackpad cliccabile.

HARDWARE E SOFTWARE

Dal lato hardware, Mediacom Smartbook 11 non è un mostro di potenza, ma non è nemmeno sua intenzione esserlo. Monta, infatti, un processore Intel Atom Z3735F quad-core, con 2 GB di RAM e 32 GB di memoria interna (espandibile). Presenti, ovviamente, il Wifi (senza support al 5Ghz) ed il Bluetooth 4.0. La batteria è da 5500 mAh.

Per quanto riguarda il software non c’è molto da dire, se non che si trova installata e attivata la versione Home di Windows 10. Dal punto di vista del sistema operativo è tutto qui, dato che sono completamente assenti programmi proprietari. Ovviamente non è una nota negativa: sempre meglio avere Windows 10 nudo e crudo, come mamma Microsoft l’ha fatto. Se non fosse per lo splash screen di avvio, non ci si accorgerebbe neanche che si sta parlando di un prodotto Mediacom.

PRESTAZIONI

Leggendo la scheda tecnica, le attese non sono alte ed è giusto che non lo siano. Nonostante la presenza di Windows 10 completo, quindi l’ipotetica potenzialità a fare tutto, il processore utilizzato e la limitata RAM causano alcune difficoltà. Volendo riassumere le prestazioni in una frase, si potrebbe affermare che ho avuto la medesima esperienza di utilizzo che ho con la mia Compute Stick (infatti l’hardware è identico).

La funzione primaria per questo prodotto è l’utilizzo Office base: appunti in Word ed elaborazione di semplici presentazioni su Power Point o fogli di lavoro in Excel. Anche la navigazione Web è, ovviamente, tra le sue task principali, ma in questo caso mi sono dovuto munire di un po’ di pazienza. Il browser non è velocissimo a caricare le pagine e bisogna a volte aspettare prima di potervi interagire, soprattutto quando è necessario passare da un tab ad un altro durante il caricamento. Una volta che  è tutto caricato, la fruizione della pagina è abbastanza fluida, come anche la visione di video in streaming.

Anche la visione di file video non riscontra alcun problema se si evitano gli MKV da 7GB. In questo caso i file multimediali troppo pesanti mettono un po’ in crisi il “povero” processore Atom. Pensando alla resa vera e propria sul display, l’IPS da 10.6″ non è affatto male. I colori sono buoni e non soffre di troppi riflessi.

smartbook 11

Dal punto di vista audio, il doppio speaker ha un buon volume e raramente gracchia, anche se alzato al massimo. Peccato sia completamente senza bassi.

La presenza di una Webcam, potrebbe far pensare ad un utilizzo per video chiamate e similari. Ovviamente si può, ma il risultato della Cam da 0.3MP lascia veramente un po’ troppo a desiderare.

INPUTAZIONE

Tastiera e trackpad risultano decisamente ridotti nelle dimensioni, come ovvia conseguenza del formato del dispositivo. Ci si accorge che si sta parlando di un prodotto posizionato nella fascia economica del mercato, solo quando si valuta il dettaglio. La tastiera propone, infatti, dei tasti abbastanza alti, con un feed alla pressione che risulta molto cheap. Il trackpad risulta, invece, non proprio precisissimo, con qualche saltuario scattino del cursore inatteso quando si va a fare il click. Ovviamente si tratta di dettagli che inficiano l’usabilità di base di questo Smartbook 11, ma volendo fare le pulci su qualcosa, sono i dettagli che mi hanno deluso un po’ di più.

AUTONOMIA

La batteria non è enorme, ma visto il display e il processore, i 5500mAh sono sufficienti per circa 4-5 ore di utilizzo connesso al wifi e navigando. Ovviamente l’utilizzo offline, magari per prendere appunti, offre una durate superiore.

Mediacom Smartbook 11, notebook giusto per un pubblico giovane!

Volendo concludere, è veramente corretto affermare che si tratta di un notebook per giovani. Mediacom Smartbook 11 è comodo da portare dietro perché piccolo e leggero, offre una discreta autonomia ad un costo decisamente conveniente. Il prezzo ufficiale è, infatti, di soli 169,90€, ma online si trova intorno ai a 140€ circa. Abituato ad un Macbook Pro è stato ovviamente un po’ traumatico per me utilizzarlo, ma bisogna guardarlo nell’ottica della sua fascia di prezzo e del suo target di riferimento.

Alla cifra a cui si può acquistare, questo Mediacom può risultare un acquisto interessante per lo studente universitario che ha bisogno di qualcosa su cui prendere appunti e che sia facile da mettere in qualsiasi borsa, ma non solo… In un mondo sempre più informatizzato e con un accesso alla tecnologia sempre più precoce, non è difficile immaginare questo dispositivo come il giusto prodotto per i più piccoli. Potrebbe essere il loro primo notebook personale.

 

 

Scritto da

Il blogging è il secondo lavoro, ma la tecnologia è la prima passione. TheBulgaroShow!

Ti potrebbe interessare anche...