Huawei P9 lite

Huawei P9 Lite unboxing e prime impressioni

Huawei P9 Lite è un dispositivo che l’azienda cinese ha presentato veramente da pochissimo; si tratta del modello base della famiglia P9.

Un dispositivo che sia per quanto riguarda i materiali che per le specifiche tecniche, ha qualcosa da invidiare ai due fratelli maggiori (P9 e P9 Plus), ma che in questo modo giustifica l’appellativo Lite. Ho detto che ha qualcosa da invidiare, ma non che si debba vergognare.

Huawei P9 Lite mi ha, infatti, fatto un’ottima impressione per quanto riguarda la cura, la solidità e qualità dei materiali. Nonostante la cover posteriore sia in policarbonato, la cornice in alluminio conferisce al dispositivo, nel complesso, una sensazione di “alto livello”.

Huawei P9 Lite, un mid-level dalle ottime sensazioni

Dal punto di vista stilistico, mi piace molto l’inserto lucido dove sono posizionati la Cam posteriore ed il Flash LED, che contrasta molto bene con la cover che propone un effetto “mat”.

Huawei P9 lite

Oltre ad un’ottima prima impressione in termini di materiali e costruzione, con i 299€ di listino Huawei P9 Lite offre:

  • Processore quad-core Kirin 650
  • 3GB di RAM
  • 16GB di ROM espandibile
  • Display da 5.2″ FullHD
  • Connettività LTE
  • Cam posteriore da 13MP
  • Batteria da 3000mAh

Il primissimo impatto con il dispositivo acceso è sembrato positivo: rapido e reattivo fin dai primi momenti di sincronizzazione e restore di tutte le app dal Play Store, ma è presto per dare valutazioni.

La confezione che ho ricevuto è quella dedicata alla stampa, quindi senza il design di quella per il cliente finale e senza tutta la manualistica. Al suo interno si può comunque trovare il cavo microUSB, l’adattatore da parete con uscita ad 1A e le classiche cuffie Huawei, che richiamano molto quelle Apple come struttura e che offrono un’ottima esperienza di ascolto.

Non mi resta che rimandarvi al video unboxing che trovate in testa a quest’articolo e alla recensione completa di questo nuovo Huawei P9 Lite.

Scritto da

Il blogging è il secondo lavoro, ma la tecnologia è la prima passione. TheBulgaroShow!

Ti potrebbe interessare anche...