Acer Aspire Switch W10: la recensione

Acer continua a proporre sul mercato dei PC 2-in-1 nella fascia medio bassa dall’ottima qualità.

L’acer Switch 10v è esattamente questo: un piccolo dispositivo di fascia medio bassa. Il che non è necessariamente un aspetto negativo anzi, il piccolo Switch 10v si dimostra in grado di reggere tranquillamente una giornata lavorativa standard, a patto di avere sempre con se il caricatore in caso di una prolungata sessione di lavoro.

Switch-2-

A livello costruttivo lo Switch 10v si presenta con un telaio in plastica ma con diverse finiture in metallo, che donano una resistenza ed un design molto interessante ad un prodotto di questa fascia di prezzo. All’interno della confezione troviamo, inoltre, una comodissima tastiera costruita interamente in alluminio con tasti di plastica di ottima qualità. Quest’ultima aumenta decisamente la caratteristica di produttività dello Switch 10v, grazie alla precisione dei tasti in scrittura ed alla presenza di un HDD da 500 GB che va ad aumentare sensibilmente la memoria interna da 32 GB EMMC.

Acer_Aspire_Switch_10_E_review

Il sistema operativo è Windows 10 in versione completa, il che da accesso allo sterminato parco software che l’OS di Microsoft può vantare. Il sistema operativo gira in maniera fluida, ma non mancano dei piccoli rallentamenti dovuti probabilmente alla poca memoria RAM (solo 2 GB) ed al processore Intel Atom X5-Z8300. Nel corso della mia prova sono comunque arrivati un paio di aggiornamenti che hanno migliorato di molto l’esperienza d’uso.

DSC00832

Lo schermo FullHD, unito al digitalizzatore Sinaptic, permette allo Switch 10V di far bella figura nei confronti di altri prodotti della stessa fascia, ma purtroppo incide molto sui consumi. Con il mio utilizzo medio, il tablet non è arrivato neanche fino a prima di cena, obbligandomi a ricaricarlo un paio di volte prima di concludere la giornata. Collegandolo in WiFi ed effettuando operazioni un pò più pesanti, inoltre, il retro della parte tablet inizia a scaldare sensibilmente, diminuendo ulteriormente l’autonomia del dispositivo.

Il digitalizzatore, in ogni caso, è una chicca non da poco. Grazie ad una penna compatibile, infatti, sarà possibile sfruttare appieno le potenzialità offerte da Windows 10, come la possibilità di rimpicciolire lo zoom nativo dell’OS per avere icone più nitide e più spazio per l’uso di programmi come Gimp, Photoshop e Sony Vegas. Grazie al pennino, inoltre, è molto più comodo premere tasti relativamente piccoli che non con il nostro dito.

A livello di connettori troviamo davvero di tutto: a partire dal quello proprietario per la ricarica, fino ad una USB 3.0, una MicroHDMI, uno slot per MicroSD ed anche una USB Type-C, il che rende davvero all’avanguardia il prodotto nei confronti anche di molti altri dispositivi presenti sulla stessa fascia (se non addirittura sulla fascia superiore).

AcerSwitch3

Un piccolo difetto, che permane purtroppo da anni, è da imputare alla costruzione tecnica dell’intero prodotto. Con il tablet connesso alla tastiera, infatti, si rischierà molto spesso di ribaltare tutta la macchina poichè lo schermo da solo è molto più pesante della tastiera (che non basta come contrappeso) e quindi reclinando troppo lo schermo l’intero dispositivo, semplicemente, si ribalterà al contrario.

A livello di gaming, inutile quasi sottolinearlo, non riusciremo a far funzionare giochi che non siano quelli scaricati dal Windows Store (meglio ottimizzati per dei tablet), oppure semplici giochi in 2D disponibili anche su Steam (un buon titolo potrebbe essere Titan Souls). I giochi dotati di grafica 3D, generalmente, portano solo ad un rallentamento del dispositivo e ad un riscaldamento decisamente elevato.

Detto questo, Acer Switch 10v si presenta comunque come un ottimo dispositivo, in grado di adempiere a moltissime funzioni sia sul posto di lavoro, all’università o più semplicemente a casa propria. Il processore riesce a far girare in maniera piuttosto fluida il sistema operativo e molti programmi come Gimp e lo schermo FullHD rende il tutto più bello da vedere. Non è un campione di autonomia, però la ricarica avviene in poco tempo e ciò permette di essere sempre pronti ad utilizzare l’Acer Switch 10v per i più disparati usi.

Acer Switch 10V viene venduto a partire da 400€ fino ad un massimo di 480€, a seconda delle configurazioni, ma sicuramente in rete è possibile trovarlo a cifre di poco superiori ai 300€.

 

 

Acer Switch 10V

Acer Switch 10V
7.3

Fotocamera

6/10

    Prestazioni

    8/10

      Hardware

      8/10

        Display

        9/10

          Design

          7/10

            Pros

            • Piccolo e portatile
            • HDD aggiuntivo nella tastiera
            • La tastiera è molto comoda
            • Windows 10 Completo

            Cons

            • Piuttosto pesante con la tastiera
            • Scalda facilmente con certi programmi
            • Ram al limite di usabilità (2GB)

            Ti potrebbe interessare anche...