Babbel ed il suo Kit di app per le vancanze

Siete pronti per partire ? Sicuri di non aver dimenticato nulla? Ecco la lista di applicazioni consigliate da Babbel.

Imparare una nuova lingua con Babbel

È ormai tempo di vacanza e di relax. Ma a volte, quando ci si prepara a partire, il rapporto tra smartphone e connessione inizia a destare preoccupazioni: quello che nella vita di tutti i giorni era un compagno insostituibile, oltre confine rischia di trasformarsi in un costoso e inutilizzabile mezzo in grado di incidere sulle spese di viaggio. In realtà, per essere tranquilli bastano alcune accortezze. Babbel, la app per parlare le lingue da subito, svela il kit giusto per rispondere a ogni evenienza anche offline.

Imparare una nuova lingua con Babbel

Conoscere una lingua straniera non è solo un arricchimento personale. Aiuta soprattutto a comunicare e a viversi la vacanza immersi nella cultura locale. Con Babbel è possibile imparare a parlarne 14 fin da subito, direttamente dallo smartphone, anche senza collegamento internet: basta scaricare le lezioni in precedenza per imparare quando fa più comodo.

Stars News per ammirare le stelle nelle calde notti estive

Con Star News è possibile ammirare il panorama stellare magari in barca a vela o passeggiando romanticamente. Non importa dove ci si trovi, se in spiaggia o in montagna, non conta essere degli esperti o degli studiosi, basta l’occasione migliore per mettersi con il naso all’insù, possibilmente in due. Mostrarsi eruditi, svelando curiosità sulla Via Lattea e sfruttare il proprio accento sexy: un binomio irresistibile. Secondo un sondaggio internazionale di Babbel tra più di 14.000 utenti, infatti, è emerso che i francesi sono i più grandi ammiratori dell’accento italiano: ben il 27% pensa che l’accento del Bel Paese sia il più irresistibile. Seguono gli spagnoli (25%) e gli svedesi (24%). Anche i Paesi anglofoni non ne sono immuni: con quasi il 20% sono al quarto posto tra gli ammiratori dell’accento italiano.

Un grande classico: Google Maps per risolvere i problemi di orientamento

Come fare per raggiungere quel monumento che tanto si desidera ammirare o cosa fare per trovare quel ristorantino consigliato dagli amici? Nessun problema, Google Maps è disponibile anche offline. Sarà così possibile trovare l’Empire State Building a New York, il Palazzo d’Inverno a San Pietroburgo o il vulcano Eyjafjallajökull in Islanda. Non rimane che scegliere la propria meta.

Trip Advisor City Guides per essere sempre aggiornati sulle migliori sistemazioni e sui migliori ristoranti

Trip Advisor City Guides permetterà di avere sempre disponibile il database di TripAdvisor e di poter trovare i migliori hotel e ristoranti al miglior prezzo.

Una curiosità? Secondo un sondaggio internazionale di Babbel, soprattutto gli anglosassoni e i tedeschi sono soliti scegliere la destinazione dei propri viaggi per la buona cucina. Il 10% degli abitanti dei Paesi di lingua tedesca indica questa tra le ragioni per viaggiare, 5 volte più degli italiani, e i Paesi anglosassoni, la votano all’11%. Solo il 2% degli italiani dichiara di scegliere la destinazione del viaggio in base al cibo, forse perché gli Italiani sono molto affezionati alla propria cultura culinaria e alle eccellenze del Belpaese. Ma una volta in loco desiderano comunque essere  preparati sulle specialità locali e provare nuovi sapori.

Pixlr-o-matic o LINE Camera per fare foto migliori in vacanza e poi godersele

Tempo di vacanze e tempo di foto da scattare. Per non partire con l’ansia da prestazione queste due app posso essere degli ottimi tool per realizzare dei veri e propri scatti d’autore con la possibilità di utilizzare filtri ed effetti d’ogni genere per dare un tocco di creatività alle proprie foto.

Spotify Premium per rilassarsi anche in aereo

Spotify Premium offre accesso illimitato a 30 milioni di brani, disponibili sempre e ovunque. Brani pop, rock, dance, classica… da poter ascoltare on demand! Ideale per rilassarsi sotto l’ombrellone o in cima a una montagna o anche durante i viaggi in aereo con lo smartphone in flight mode. Per i viaggiatori più nervosi, Spotify ha condotto uno studio con la dottoressa Becky Spelman – psicologa presso la Therapy Clinic di Londra – identificando i brani più adatti per tranquillizzare i passeggeri più nervosi. Le canzoni con un ritmo lento sono ideali per calmare i nervi: Someone Like You di Adele, con il suo ritmo di 67 bpm e i suoi toni melodici; seguono Orinoco Flow (Sail Away) di Enya e Piano on The Beach di Liborio Conti.

 

Scritto da

Mi riprometto ogni volta di non cadere nel vortice tecnologico, ma è più forte di me. Accanito sostenitore e utilizzatore degli smartwatch, fitness tracker e tutto ciò che monitora e controlla.

Ti potrebbe interessare anche...